Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

Salvatore Giuliano: un uomo dell’Anello mi disse..


di Stefania Limiti

autrice del libro "L'Anello della Repubblica"
 
Un uomo dell’Anello mi disse che Salvatore Giuliano non era stato ammazzato nel cortile dell’avvocato De Maria, che il bandito era morto molto tempo dopo e che l’operazione era stata gestita dalle spie di questo servizio segreto clandestino.

La rivelazione mi lasciò di stucco: se fosse vera – pensai – la storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi va riscritta. Da allora ho continuato a cercare evidenze, nuove prove a conforto di quel racconto. E molte cose sono emerse dall’ombra, come capita sempre quando si scava. Se avessi scritto allora quella rivelazione, mi avrebbero preso tutti per pazza.
Ma le cose si muovono sempre in questo nostro strano paese: e gli ultimi fatti confortano l’ipotesi più incredibile. La magistratura di Palermo ha avuto coraggio, affrontando un tema non ‘caldo’ma certamente non slegato anche dalla cronaca più attuale.

Quello che certo, per ora, è che nel cimitero di Montelepre all’interno della tomba con la foto di Turiddo, c'e' un cadavere, uno scheletro di una persona di sesso maschile, ben conservato.
Gli esami degli esperti diranno il resto. Vedremo se la storia del banditismo nero e dei suoi legami con le alte sfere della mafia italo-americana è stata chiusa con una soluzione a metà, con un grande compromesso, come quello che lo Stato in Italia ha continuato praticare, proprio dal dopoguerra fino ad oggi.   


L'Anello della Repubblica
La scoperta di un nuovo servizio segreto. Dal fascismo alle brigate rosse.
di Stefania Limiti

La scheda del libro
Acquista on line






Pubblicato il 28/10/2010 alle 14.45 nella rubrica L'Anello della Repubblica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web