Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

Non chiamarmi zingaro, lo spettacolo teatrale


Dal libro edito da Chiarelettere, il nuovo spettacolo teatrale di Pino Petruzzelli.

non chiamarmi zingaro"Cento volte è stato nelle loro baracche, nei ghetti di cemento e in quelli di lamiera. Ha raccolto testimonianze, ha studiato. Poi lo spettacolo L’olocausto dimenticato. Poi ancora queste 230 pagine di racconti, confessioni, storie. Voce narrante coloro di cui tutti abbiamo paura ma che nessuno di noi conosce.”
Le baracche e i ghetti sono quelli dei rom e dei sinti e le 230 pagine sono quelle del libro Non chiamarmi zingaro edito da Chiarelettere, uscito nelle librerie l’estate scorsa e giunto alla terza edizione.
Oggi il libro diventa uno spettacolo teatrale in cui Pino Petruzzelli racconta i rom incontrati in mezza Europa lasciando loro la parola per meglio capire e conoscere quegli “zingari” che una parte consistente dei media e della politica italiana hanno contribuito a far diventare i nostri maggiori nemici, la causa di tutti i mali, gli agnelli sacrificali perfetti. A questi veri ultimi della nostra società lo spettacolo è dedicato.

Da come una società tratta gli ultimi, ha detto Gandhi, si può vedere rappresentato senza mistificazioni il suo livello di evoluzione.
Ma chi sono gli zingari? O meglio chi sono i rom? E i sinti? Che cosa pensano?
Lo spettacolo è un canto d’amore per un popolo che non avendo mai avuto confini da difendere, nella sua lunga storia, non ha mai dichiarato guerra a nessuno. Se un bambino piange si va a vedere perché piange e Petruzzelli si è calato, fisicamente, per cinque anni nei campi nomadi e nei ghetti di mezza Europa per poi raccontarci, con sguardo lucido e appassionato, la vita dei tanti volti puliti di una cultura che del nomadismo ha fatto l’unica possibilpetruzzelliità di sopravvivenza.
Pino Petruzzelli c’invita a salire sul carrozzone degli ultimi, gli zingari, per rifuggire stereotipi e luoghi comuni e per ascoltare la loro verità. Lo spettacolo, lontano da facili romanticismi o morbosi compiacimenti, è un viaggio iniziatico attraverso un mondo, quello rom, che varrebbe davvero la pena conoscere, come ci consigliano due grandi Premi Nobel quali Gabriel Garcia Marquez e Gunter Grass.
Non chiamarmi zingaro è dedicato a tutti coloro che non riescono proprio ad accontentarsi di mezze verità o di verità di comodo.

A proposito del libro Francesca Mazzucato ha scritto: “E un libro bellissimo. Un libro che, una volta finito, si legge e si rilegge. Un testo di respiro civile, di grande poesia, che se vivessimo in tempi meno foschi dovrebbe essere reso libro di testo nelle scuole, dovrebbe essere diffuso fra i ragazzi, fra la gente, e spero che lo sia comunque, che venga letto. E’ un libro-miracolo. Uno dei quattro o cinque libri usciti quest’anno che dovreste davvero leggere.”
I precedenti spettacoli di Petruzzelli dedicati al popolo rom cioè L’olocausto dimenticato e L’olocausto di Yuri sono stati trasmessi dalla trasmissione Terra! di Canale 5, mentre Non chiamarmi zingaro è coprodotto da Teatro Stabile di Genova, Mittelfest 2009 e Centro Teatro Ipotesi. (da http://www.teatroipotesi.org/spettacolo_11.html)

Scarica la locandina
 
Le date dello spettacolo
Dal 2 al 7 marzo - Genova 
Teatro Duse
dal martedì al sabato ore 20.30 
domenica ore 16.00 
http://www.teatrostabilegenova.it/
19 e 20 marzo - Carpi (MO)
Auditorium San Rocco
venderdì 19 marzo, ore 21.00
sabato 20 marzo, ore 11.00
organizzazione Fondazione Fossoli

Incontri con Pino Petruzzelli
3 Marzo - Genova  
Università di Genova Facoltà di Lettere aula N, via Balbi 4.
Incontro con gli studenti di Storia del Teatro su Non chiamarmi zingaro.
4 Marzo - Genova
Foyer del Teatro della Corte  
ore 17,00 incontro con gli studenti del Liceo Classico "D'Oria" su Non chiamarmi zingaro.
ore 17.30 "Conversazioni con i protagonisti"
5 Marzo - Genova   
Scuola Ravasco P.za Carignano 1
ore 11,00 incontro con gli studenti dell'ASFOR su Non chiamarmi zingaro.

non chiamarmi zingaro
Non chiamarmi zingaro
Di Pino Petruzzelli
Prologo di Predrag Matvejevic
Collana Reverse - pp. 256
euro 12,60

La scheda del libro
Acquista on line





Pubblicato il 26/2/2010 alle 17.23 nella rubrica Non chiamarmi zingaro.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web