Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

Luigi Ilardo, nome in codice Oriente




Intervista a Nicola Biondo, autore con Sigfrido Ranucci, di "Il patto. Da Ciancimino a Dell'Utri. La trattativa Stato e mafia nel racconto inedito di un infiltrato". 
(Fonte: www.beppegrillo.it)

"Molti attentati addebitati a Cosa Nostra non sono stati commessi da noi ma dallo Stato. Voi lo sapete benissimo."
Luigi Ilardo, l’infiltrato. Le sue rivelazioni sono alla base del processo in corso a Palermo a carico dell’ex capo del Sisde e del Ros, generale Mario Mori, per la mancata cattura di Provenzano nel 1995.

Sembra un film ma è una storia vera, e inedita, di cui pochissimo si è scritto e parlato. Un infiltrato dentro Cosa nostra negli anni delle stragi e all’inizio della Seconda repubblica. Un uomo d’onore al servizio dello Stato. Oggi le rivelazioni di Ilardo – raccolte dal colonnello Michele Riccio – sono alla base di un processo in corso a Palermo che vede come principale imputato il generale Mario Mori.

La scheda del libro
Acquista on line

Pubblicato il 15/2/2010 alle 13.14 nella rubrica Il patto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web