Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

La maxi tangente Enimont e i suoi misteri


Foto di 7 (Miguel Angel)Agli inizi degli anni ’90 per convincere i politici della Prima Repubblica a sancire il divorzio della chimica italiana tra Eni e Montedison, ovvero tra Stato e i Ferruzzi, vengono pagati quasi tutti i partiti e i loro leader.

Contabile dopo contabile, appunto dopo appunto, oggi emerge che i soldi transitati nel caveau dello Ior erano molti di più di quegli 88,9 miliardi individuati dal pool di Mani Pulite nell’estate del 1993. Insomma, la storia andrebbe tutta riscritta visto che nella Santa Sede in quei mesi di manette e timori la linea che prevale è che ai magistrati di Milano bisogna far sapere il meno possibile.

Così in Vaticano si fanno conteggi su conteggi per far collimare le somme conosciute dal Pool della procura di Milano con quanto si può dire e far sapere. Senza “indurre in tentazione” gli investigatori…

PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI ED EFFETTUARE IL LOGIN

Ecco i principali documenti contabili del Fondo San Serafino, ovvero il conto corrente utilizzato dai Ferruzzi per elargire la maxitangente Enimont.
Prima parte
Seconda parte

Quando emerge la maxi tangente Enimont, in Vaticano impazzano i conteggi per decidere cosa e quanto dire ai magistrati.
Prima parte
Seconda parte


Indice dei documenti

Foto di 7 (Miguel Angel) da flickr.com

Pubblicato il 26/6/2009 alle 10.12 nella rubrica Vaticano SPA rubrica a cura di Gianluigi Nuzzi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web