Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

XL Extra Legem - Giustizia su misura


Lo spettacolo teatrale di Bruno Tinti

Anteprima nazionale al Teatro Due di Parma - 12 maggio 2009 - ore 21

Pigliamola da lontano. In qualsiasi Paese, se due persone non vanno d’accordo possono risolvere il loro problema solo in due modi: applicano una legge che dà ragione ad uno e torto a un altro; oppure fanno a botte e vince il più forte.

Non c’è un’alternativa. O c’è una legge e la si rispetta; o la legge che si applica è quella del più forte.

Ora, questa cosa la sappiamo tutti; solo che la capiamo di solito in un modo un po’ restrittivo: il più “forte” è quello più forte muscolarmente o più forte perché è armato. Tendiamo a credere insomma - perché in questo senso c’è una forte e maliziosa pressione dei padroni dell’informazione - che la “forza” sia solo quella delle armi. Così, quando qualcuno dice che la forza ha prevalso, noi pensiamo alla forza della mafia, alla violenza del terrorismo, allo strapotere dell’esercito e roba simile.

Ma la “forza” non è solo quella.
In una società complessa, come sono tutte quelle nelle quali viviamo, la “forza” ha tante facce.
C’è la forza del denaro, naturalmente. Chi ha più soldi si può procurare gli strumenti più adatti, le autorizzazioni necessarie, le opportune garanzie, gli avvocati più preparati.

E c’è anche la forza del ceto sociale cui si appartiene. Un modesto artigiano non ha mai lo stesso “potere” del funzionario dello Stato o dell’avvocato di affari.

E c’è la forza del gruppo religioso di appartenenza, del partito politico in cui si milita personalmente o cui appartiene l’amico o il parente, della loggia massonica, del branco di ragazzi del quale si fa parte, della tifoseria con la quale si va alla partita, dell’associazione culturale o para-culturale etc..

Questa “forza” viene impiegata ogni giorno, in ogni occasione, da un numero sterminato di cittadini che si servono della “forza” per violare le regole.

Allora. I giudici servono a questo: a fare rispettare le regole...
Leggi tutto

XL Extra Legem - Giustizia su misura
di e con BRUNO TINTI
Musiche originali: Valentino Corvino
Violino & live electronics: C_project
Creazioni & live video: Tommaso Arosio
Scene e costumi: Rosanna Monti
Disegno luci: Angelo Generali
Datore luci: Giulio Camporesi
Regia: Franco Travaglio
INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA 0521-230242
Scarica il volantino

Vai al blog di Bruno Tinti

Pubblicato il 11/5/2009 alle 11.4 nella rubrica La questione immorale.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web