Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

La Finanziaria siamo noi


In libreria dal 4 dicembre 2008

Questo libro spiega perché i governi italiani non riusciranno mai a ridurre le tasse. Spiega come mai la spesa pubblica si disperde in mille rivoli e in parte va sprecata. In questo autunno del 2008 sembra scomparso il tradizionale suq del Parlamento, in cui deputati e senatori mercanteggiavano per infilare nella legge finanziaria emendamenti a loro graditi. Ma con le lobby si è patteggiato lo stesso, altrove.
Ancora una volta, chi governa preferisce distribuire favori e sussidi frammentati a questa o quell’altra categoria, per catturarne il consenso, mentre i benefici per la generalità dei cittadini sono scarsi. E’ il meccanismo della politica clientelare, più radicato in Italia che in altri paesi: per difendersene, occorre capire come funziona, e perché la spinta ad aumentare le spese risulta quasi sempre irresistibile.
La storia degli ultimi trent’anni dimostra che è più facile vincere le elezioni facendo promesse irrealizzabili piuttosto che mettere a posto i conti dello Stato.

Presentazioni del libro
22 gennaio 2009 - ore 18
Libreria Feltrinelli, Galleria Alberto Sordi - Roma

La Finanziaria siamo noi
di Stefano Lepri
Pagine: 240
Euro: 13,60
Collana: principioattivo
Acquista il libro
Leggi la rassegna

L'autore
Stefano Lepri è giornalista de La Stampa. Si occupa principalmente di economia e ha seguito tutte le Leggi finanziarie dal 1978 a oggi. Dal 2004 tiene corsi di giornalismo economico all'Università Roma I.

Pubblicato il 4/12/2008 alle 9.17 nella rubrica La Finanziaria siamo noi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web