Blog: http://chiarelettere.ilcannocchiale.it

A proposito di Fazio (Fabio), Travaglio, Schifani. E i libri


Marco Travaglio non è solo. Con lui ci sono centinaia di migliaia di lettori che lo seguono e lo appoggiano. E credono in un’informazione non addomesticata. Al di là dei protagonisti di questa polemica che ora vede coinvolta anche la Repubblica con velenosi attacchi di D’Avanzo a Travaglio, rimane la preoccupazione di chi crede, come noi, che la verità dei fatti non può essere patteggiata, aggiustata o negata. Vorremmo sapere perché tv e giornali italiani si sono dimenticati di raccontare la biografia di Schifani. Mentre El Pais per esempio no.

Sapere e nello stesso tempo decidere di non sapere è un atto scorretto. E’ censura. Qualcuno ha deciso che il lettore non doveva sapere fatti accertati e già riconosciuti dagli stessi interessati. E raccontati in due libri (I complici e Se li conosci li eviti). Fiumi di parole su Schifani, ma nessun riferimento ai suoi trascorsi. Perché? Le verità in tv e sui giornali fanno fatica a farsi largo perché mediate da interessi, convenienze, opportunità. Le verità sono pericolose e vanno “trattate”.
Nei libri no, possono circolare, intanto solo una ristretta parte di italiani legge libri.
Difendiamo Travaglio e con lui i giornalisti che tutti i giorni si battono per un’informazione libera. Non lasciamoli soli.

Lorenzo Fazio

Pubblicato il 14/5/2008 alle 20.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web