Commenti

commenti su chiarelettere

post: Vaticano S.p.A. - La gente vuole sapere

La gente vuole sapere. La gente vuole conoscere. A quattro giorni dall’arrivo in libreria, “Vaticano SpA” è già in ristampa. L’occasione è davvero troppo ghiotta: conoscere gli affari finanziari più riservati proprio tramite i documenti della Santa Sede . Una circostanza senza precedenti. Per questo abbiamo deciso con l’editore, settimana dopo settimana, di metterli tutti in rete. Così chiunque, leggendo il libro, può consultarli e farsi un’idea più precisa. Da oggi trovate tutti gli accrediti, bonifico dopo bonifico, che arrivavano sul conto “ Fondazione cardinale Francis Spellman ” ovvero il deposito sul quale aveva la firma anche Giulio Andreotti. PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI ED EFFETTUARE IL LOGIN Documenti inediti (25 maggio 2009) Tra ... continua



commenti





Rettifico: i link ai documenti funzionano (il problema era il mio browser). Non funziona il link "Documenti pubblicati il 15 maggio".


# 3    commento di   Gianluigi Nuzzi - utente certificato  lasciato il 26/5/2009 alle 20:50

Grazie per la segnalazione.
Abbiamo corretto il link ora denominato "Indice dei documenti"
g.n.




Utilissimo libro per la crescita della coscienza nazionale, in una Italia tuttora divorata dai burocrati del potere, e, dall'altra parte, afflitta da un popolo fatto di gente immatura ed credulona, irriducibilmente sconsiderata, che non vuole vedere, che vota, sostiene, giustifica, promuove, esalta e manda al potere i propri aguzzini. Una Italia - Pasolini aveva ben descritto questa situazione nel Salò o le 120 Giornate di Sodoma - che 4 poteri divorano, asserviscono. Una mai troppo nota storia - sconosciuta storia ai suoi stessi cittadini.

Se l'Italia, invece di bere e mangiare 'rubbish', materia escrementizia, iniziasse a prendersi l'impegno di leggere più opere inchiesta come questa - che denuncia, come Sex crimes and the Vatican, le vergogne, ovvero i crimini dello Santa Sede - avrebbe qualche speranza di salvezza, che al momento vedo lontana.

A me sembra che i sacramenti siano il modo in cui la Chiesa ci impone un regime di connivenza, ci chiede e inculca il silenzio, il terrore di rivelare il marcio, pena la della scomunica. Non si finisce mai di rimettere i propri peccati veniali alla grata del confessionale dietro cui non c'è anima migliore di quella del povero peccatore che si confessa.




Utilissimo libro per la crescita della coscienza nazionale, in una Italia tuttora divorata dai burocrati del potere, e, dall'altra parte, afflitta da un popolo fatto di gente immatura ed credulona, irriducibilmente sconsiderata, che non vuole vedere, che vota, sostiene, giustifica, promuove, esalta e manda al potere i propri aguzzini. Una Italia - Pasolini aveva ben descritto questa situazione nel Salò o le 120 Giornate di Sodoma - che 4 poteri divorano, asserviscono. Una mai troppo nota storia - sconosciuta storia ai suoi stessi cittadini.

Se l'Italia, invece di bere e mangiare 'rubbish', materia escrementizia, iniziasse a prendersi l'impegno di leggere più opere inchiesta come questa - che denuncia, come Sex crimes and the Vatican, le vergogne, ovvero i crimini della Santa Sede - avrebbe qualche speranza di salvezza, che al momento vedo lontana.

A me sembra che i sacramenti siano il modo in cui la Chiesa ci impone un regime di connivenza, ci chiede e inculca il silenzio, il terrore di rivelare il marcio, pena la scomunica. Non si finisce mai di rimettere i propri peccati veniali alla grata del confessionale, dietro cui non c'è anima migliore di quella del povero peccatore che si confessa.

(mi scuso se riposto il commento ma era partito prima delle correzioni)



Consiglio a tutti la lettura di Vaticano Spa. Prima di tutto per la mole di informazioni contenute e per le verità che vengono portate alla luce, in secondo luogo per la capacità dell'autore di presentarle in modo chiaro evitando che il lettore si perda nel turbinio di nomi e cifre. Un lavoro eccellente e la conferma che il giornalismo d'inchiesta non è ancora morto, per fortuna.

PS: ringrazio l'autore per la bellissima dedica scritta autografando la mia copia alla fiera del libro di Torino



Ho letto i documenti dell'archivio che avete messo sul sito. Nella mia inesperienza ho saputo trovare il nome di Andreotti solo nel cartellino telematico, mentre l'apertura del conto con la firma è a nome del de bonis. La firma di Andreotti compare in qualche documento?


# 8    commento di   tepare - utente certificato  lasciato il 10/6/2009 alle 9:53

Non ho dubbi ma certezze che l'acquasantiera del Vaticano sia stato lo IOR, sarebbe interessante poter accedere ai documenti riservati di altre banche non solo della BCI ma del Banco di S. Spirito, del Banco di Roma e non finisce qui. Interessante libro da leggere con attenzione e riflettere ponendosi una domanda personale [siamo certi che nel ns. piccolo non siamo i portatori in minima parte di quel'acqua benedetta che confluisce nel mare-magnum vaticano?]Un grazie all'AUTORE del libro per la mole di documenti portati alla luce del Sole.
tp



Ho anch'io problemi a leggere i documenti. Mi sono iscritta, ma le pagine dei documenti restano bianche. Che fare?
Grazie, Paola






commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti