Commenti

commenti su chiarelettere

post: Le intercettazioni telefoniche – 2

TOGHE ROTTE: LA RUBRICA SULLA GIUSTIZIA DI BRUNO TINTI Mi ero ripromesso di scrivere sul rapporto tra democrazia e informazione . E adesso mi rendo conto che rischio di mettere in fila una serie di luoghi comuni. Così ho pensato di utilizzare un esempio. Ai tempi di Mani Pulite , tranne uno zoccolo duro di politici inquisiti o inquisendi, amici e amici degli amici di questi politici, anche loro in odore di inquisizione; tranne questa gente, tutti erano contentissimi della ventata di aria fresca che faceva volare il putridume della politica. Poi, piano piano e però sempre più in fretta, il vento è cambiato . Non è difficile capire perché. Partiamo da lontano, dai Tre Moschettieri. In Il Visconte di Bragelonne (come tutti sanno, si tratta dell’ultimo volume della serie) Dumas ... continua



commenti



E’ IL MOMENTO DI IMPEGNARCI, DI ATTIVARCI PERSONALMENTE!!!

Se non siete soddisfatti di partiti che continuano a perpetuare i soliti interessi, prendete coraggio e fatevi avanti.
Sto creando un GRUPPO per ragionare seriamente sui problemi del nostro paese e avanzare proposte concrete e non ideologiche.

Il fine ultimo è ORGANIZZARCI PER AGIRE CONCRETAMENTE ED INCIDERE SULLA REALTA' CHE CI CIRCONDA!!!
Internet è un mezzo estremamente utile,
ma DAL WEB BISOGNA PASSARE ALLA REALTA'.

*************************************************
Ho aperto un blog (www.varvitalia.ilcannocchiale.it) e delle pagine di testo collaborative sulla piattaforma pbwiki (www.varvitalia.pbwiki.com) dove il gruppo potrà lavorare per stilare documenti sui principali temi di nostro interesse.

La mia iniziativa ha un carattere marcatamente democratico. A TUTTI sarà consentito collaborare, ampliando e integrando i testi.

Potete contattarmi via mail o aggiungermi su MSN Messenger ( varvitalia@hotmail.it )

http://www.varvitalia.ilcannocchiale.it


Dottore quand'è che ci parla di una legge già emanata e non di probabili secenari costruiti su ipotesi e ilazioni?
grazie.

Ha visto la relazione delle camere penali sui ritardi della giustizia?.
Potrebbe commentarli in un futuro post?
grazie.

Secondo Lei le parole di certi commentatori (e non parlo di Lei ovviamente, questo detto in estrema sincerità) non rischiano di indurre le persone a pensare che il sistema giudiziario italiano sia troppo garantista?
Tento di illustrare il mio pensiero: non si corre il rischio che i cittadini (legittimamente) arrabbiati con la classe politica appoggino iniziative che diminuiscono talune garanzie credendo che poi questa diminuizione di garanzie colpisca i "potenti" senza pensare che in un futuro (avvenimento futuro ed incerto ma possibile quello di finire sotto processo) iniziative di questo tipo potrebbero ritorcersi contro di loro?.
Con un banale esempio ricordo che durante la rivoluzione francese (io non c'ero l'ho letto ovviamente) il popolo invocava la ghigliottina pensando che la scure si sarebbe abbattuta sulle teste dei nobili, salvo poi accorgersi la ghigliottina se la sono trovati sulla loro testa.
grazie



# 3    commento di   Watty - utente certificato  lasciato il 26/9/2008 alle 19:48

Dottor Tinti io la stimo moltissimo e la ringrazio per questa puntuale delucidazione su questo argomento così spinoso e sempre molto attuale, e mi chiedo sempre "perchè la gente non riesce a capire? erchè non si informa? Non ci tiene al proprio futuro?"
Non riesco a trovarmi una risposta se non che almeno io ho deciso di informarmi autonomamente e forse di portare l' argomento nell' aula magna della mi università, un giorno forse.

un saluto

www.lostudiodiwatty.ilcannocchiale.it


forte coi deboli e debole coi forti: proprio il tipo di "giustizia" che piace alla casta infame.


Grazie dei suoi post, a me piacciono moltissimo, soprattutto i suoi esempi!


Ma che succederebbe se...
Stanno distruggendo il sistema giustizia, stanno distruggendo la vostra autonomia, la nostra democrazia. Dovremmo attendere il voto? Nelle ultime elezioni la scelta ci e' stata limitata, potremmo averla ancora piu' limitata. Voi magistrati per difendervi, per difenderci, non potreste disobbedire a queste leggi delinquenziali?
Una buona notizia di questa sera, il lodo Alfano verra' sottoposto al vaglio della Corte Costituzionale. Ma perche' non si e' richiesto prima? Cordiali saluti.



andate all'estero se potete... qui ormai siamo in pieno regime neofascista, e chissà quando finirà...


Mah, la mia modesta opinione in merito ai magistrati e' che ovviamente ce ne sono di tutti i tipi: ci sono i Caselli, i Davigo, i Borrelli, i De Magistris, le Forleo, i Tinti, ma ci sono anche i Carnevale, gli Squillante, i Cirami, i Nitto Palma.

Se i gangster della cosca di Berluscone hanno dato mandato ai loro azzeccagarbugli pali mafiosi, genere Ghedini, Pecorella, Longo e il resto del ciarpame schifoso senza vergogna di preparargli leggi per mettere la mordacchia ai magistrati, significa che il gruppo Squillante e Co. ancora non prevale.

Intendo dire che la magistratura non e' ancora ridotta al livello della fogna parlamentare e della discarica di rifiuti tossici dell'avvocatura che niente ha da dire sulle pecorellate e le ghedinate.

Quanto poi alla manfrina delle garanzie, dietro alla quale si nascondono questi canaglioni pendagli da forca mentre sistemano i loro affari sporchi, i ceffi luridi potrebbero cominciare evitando di invocare manette a ogni pie' sospinto per i poveracci morti di fame, potrebbero evitare di fomentare il razzismo della canaglia che li elegge, provocando persino la reazione di una Chiesa addormentata dalle regalie del governo del mafioso bandanato.

Potrebbero almeno non mettersi la camicia nera per segnalare ai topi di fogna fascisti che ormai non devono piu' nascondersi, sono andati al governo, e vai col manganello e l'olio di ricino.

Adesso 'sti mafiosi fanno pure il Lodo Consolo...

Ma gli venisse... con quel che segue.



la verita' e' che non abbiamno nessuna possibilita' di cambiare le cose grillo con le sue firme travaglio e tutti gli altri con le loro testimonianze non possono nulla contro le liste bloccate e i tg che ti dicono quello che vogliono. quindi la domanda e':
comprare libri ed informarsi su come stanno realmente le cose a che serve?
deve succedere qualcosa che scateni la rabbia del popolo piu' che con tangentopoli...ricordate le monetine lanciate contro quel ladro di craxi? dov'e' adesso quel popolo? davanti alla tv a guardare veline?



secondo me se ci fosse una trasmissione TV come annozero che (ri)parlasse del problema giustizia non solo intervistando persone competenti come può essere il sig.Tinti ma anche e direi soprattutto, persone normali che non hanno potuto ricevere giustizia forse qualcosa comincerebbe a muoversi nel ventre degli spettatori/sudditi

Intendo dire che quando un procuratore aggiunto ti dice: ehi guarda che la giustizia non va e non va perché i politici non vanno, uno può sempre difendersi dicendo: bah toga rossa del piffero.

Ma se in TV qualcuno cominciasse a mostrare una dietro l'altra le testimonianze di persone che hanno ricevuto percosse, o subito altre violenze o che sono state derubate ecc. e che non hanno mai ricevuto giustizia per via di questa o quella norma ad hoc messa lì da questo o quel ministro della giustizia (con nome, cognome e appartenenza politica) forse qualcosa cambierebbe, forse qualche altra trasmissione imiterebbe la cosa e magari tutti comincerebbero a parlare di questo...



e se parlassero della nascita di forza italia e se parlassero dei capitali di berlusconi e se parlassero dei processi di berlusconi e se parlassero del fatto che fino all'80 andreotti era contiguo ai mafiosi e se parlassero di dell'utri e se parlassero di mangano previti e se parlassero della p2....ma non lo fanno....


PER MARCO

Ieri, venerdì 26 Settembre, sul quotidiano dell'Isola d'Ischia "Il Golfo" è uscito un virgolettato attribuito a Sabina Guzzanti "SABINA GUZZANTI: "
In relazione ad una parte del libro mani sporche in cui si faceva riferimento a Scaramella come un millantatore "Storia di un millantatore" (sul mio blog all'indirizzo http://dambra.wordpress.com/2008/09/15/storia-di-un-millantatore/ )
Il quotidiano "Il Golfo" ha prima pubblicato lo scorso 19 Settembre, (forse interessato dal fatto che Scaramella aveva svolto la funzione di Giudice al Tribunale di Ischia) lo stralcio del libro e poi dopo qualche giorno ha pubblicato il titolo: "SABINA GUZZANTI: " dove Sabina e Travaglio vengono entrambi definiti "cattocomunisti" e attaccati all'interno dell'articolo, farcito di colorite espressioni.
Tutto ciò per prendere le distanze da quella parte di Mani Sporche pubblicata qualche giorno prima dallo stesso "Golfo" (e che evidentemente a qualcuno non è piaciuta...)
Caro Marco, potresti confermarmi se quella frase su di te Sabina l'ha detta/scritta veramente? (Non sono riuscito a trovarla altrove su internet).
Potresti dirmi inoltre se è vero quanto scritto da "Il Golfo" in merito ad una querela di Scaramella nei tuoi confronti e/o di Mani Sporche?
Grazie di una gentile risposta
Cordiali Saluti
Andrea D'Ambra

http://dambra.wordpress.com


Mi ricordo bene di mani pulite e di quelle enormi mazzette, bustarelle,tangenti e cotangenti che si scroprirono. Erano somme enormi.Riflettei un attimo e dissi fra me e me..ABBIAMO UNA MAGISTRATURA PULITA...infatti mi dicevo con simili somme che girano sono sicuro che ne avanza e tanta, per corrompere i giudici ma se i giudici vanno avanti e perchè sono puliti.
Ma giudico la magistratura di oggi pulita ed onesta.C'è un certo signore, ricco,molto ricco, con un corposa rete di finanziarie a scatole cinesi e mi chiedo quanto potrebbe sborsare in cambio del silenzio di un pm....Faccio un esempio pratico.

Un capo del governo viene a conscenza,necessariamente, di manovre economiche varate dal governatore della banca nazionale con un certo anticipo.Questo signore ha tanti soldi. tante banche e tante finanziarie gestite da persone di assoluta fiducia.Quanto gli può rendere l'informazione riservata conosciuta in anticipo. Sicuramente moltissimo.Un forte guadagno.
Può, se vuole, senza sborsare una lira ma attingendo dall'indebito guadagno corrompere eserciti di giudici. Non tutti in una volta ma piano piano....praticamente con i nostri soldi.
Ma se ci sono giudici che perserevano beh....allora mi sà che qualche magistrato pulito ancora esiste.




Letto sul giornale di stamani. Il ministro Alfano si pone pubblicamnete una domanda retorica. L'ho letta sul giornale. Poco importa a cosa si riferisse. Forse al lodo Alfano.

"Contano di più i no dei magistrati o il voto di 20.000.000 di cittadini".

Sig. ministro i 20.000.000 da lei citati non sono cittadini ma elettori che hanno appoggiato un determinato partito. I cittadini sono coloro che hanno la cittadinanza, circa 60.000.000
Quindi la maggioranza degli elettori non è assolutamente il popolo tutto ne consegue che vale di più la parola degli arbitri di gioco.








Il blog di Bruno Tinti è semplicemente FONDAMENTALE per capire l ' Italia di oggi.


...lo sono anche i post di Massanzana...


A Fulvia J. #6
Non hanno chiesto prima il vaglio della Consulta sul lodo Alfano, semplicemente perchè non si può sollevare una questione di legittimità sempre e comunque. E non può farlo chiunque. Viceversa occorre che un'autorità giudiziaria si trovi, durante un procedimento giudiziario, a dover NECESSARIAMENTE applicare una norma che ritenga incostituzionale. E a non poter continuare il procedimento senza l'applicazione di quella norma. Ecco, in tal caso è possibile sollevare la questione alla Corte, stante la sussistenza di taluni requisiti.

Riguardo quel che possiamo fare per cambiare la situazione, beh..ci resta poco da fare, ma facciamolo. Non possiamo pensare di arrivare al voto nel 2013 per poi cambiare, perchè il voto non è libero oramai. Ma abbiamo ancora lo strumento referendario. E' difficile, ma riuscissimo a far passare quello sul sistema delle telecomunicazioni promosso da Grillo e con le firme già depositate, allora avremo scoperchiato il vaso di Pandora. Sarebbe la loro fine e il nostro inizio.
Per il resto, parlare parlare parlare con tutti quelli che la rete non sanno nemmeno cosa sia.

deepsix.splinder.com


ho già perso troppo tempo in questo paese maledetto. spero di andare via entro poche settimane.


Salve dott Tinti
Vero il nostro strumento è il voto, ma ormai il voto è una presa in giro dato che non possiamo più scegliere i candidati che preferiamo. Io per esempio alle scorse votazioni ho votato per un piccolo partito ("per il bene comune") appena nato che sapevo essere capeggiato da una persona seria, questo partito ha preso lo 0.4% perchè non aveva spazi in tv. Quindi cosa dobbiamo fare? continuare con manifestazioni e proteste?

Cordiali saluti



Lo strumento ultimo rimane il voto, almeno fino ad oggi,preceduto da, per quanto possibile una campagna di ragionamento rivolto ai concittadini che hanno votato un governo-regime.
C'è ancora speranza e molta.Non ha vinto questo governo ma ha perso l'opposizione. E' diverso. Non poche volte l'intercolutore di centrodx si arrocca dicendo "Perchè a sx cosa c'è?".
Dovranno pur aprire gli occhi.Il principe ha promesso tagli alle tasse nascondendo che l'avrebbe fatto tagliando i servizi. Intanto sappiamo che ha tagliato i servizi ma che le tasse diminueranno a fine legislatura, e non si capisce bene dove finisce questo surplus di entrate.Ci dovremo pur accorgere che ci vuole sicurezza reale e non percezione della sicurezza, ci dovremo pur accorgere che un parlamento che approva una legge in minuti due e secondi trenta non è un parlamento...forse tutte queste porcherie finiscono quando il principe sale sul colle più alto di Roma.Forse, nel frattempo teniamo presente che il voto democratico può essere smontato legalmente e costituzionalmente in almeno due modi. Un metodo, difficle che passi, è quello che prevede l'abolizione del segreto di voto sostenendo che un cittadino libero e responsabile non ha motivo di paura,qualche bel discorso lo si può ben infinocchiare,ma appunto è difficle a farsi perchè prevede una riforma costituzionale e non passa inosservato, un altro metodo spiccio e sicuro è quello di modificare una certa legge ordinaria, una inezia sotto gli occhi di tutti.














L'informazione ci fà vedere Napoli sporca prima e pulita dopo.
Risultato : 3.000.000 di elettori contenti.

Ma la spazzatura è stata spostata alla periferia di una cittadina di 30.000 abitanti. Risultato: 30.000 voti persi.

TOTALE : 2.700.000 voti guadagnati che vanno ad aggiungersi ai teleelettori che hanno visto Napoli pulita ma non hanno nè visto la cittadina inzozzata e neppure il cittadino di questa cittadina con i denti rotti da una manganellata!.

Domanda: E' giusto salvaguradre i diritti di 3.000.000 di abitanti fottendosene anche diun solo cittadino?

Alitalia? Sono passati 4 mesi chi si ricorda più del piano Prodi e delle sceneggiate del cavaliere? Il teleelettore ha la memoria corta per natura.Ed il giornalista che fà le domande comode e non quelle scomode?
L'informazione televisiva è il manganello moderno e funziona in maniera semplice:
1) Si combina la porcheria
2) Con tono suadente si illustrano i lati positivi.
3) Si lascia passare qualche mese
4) si ritorna sull'argomento con toni, parole ed attegiamenti giusti.
Come si suol dire " Odora di Channel n.5 ma resta sempre merda!"













Grazie a Marco Macauda #17 per la spiegazione che avevo intuito quando M.Travaglio dichiaro' la sua disobbedienza civile alla legge bavaglio sull'informazione. E che in un eventuale processo avrebbe chiesto di eccepire davanti alla Corte Costituzionale la illegittimita' della legge in contrasto con l'art.21.
Tutto cio' conferma lo squilibrio fra il potere esecutivo, che puo' far eseguire subito la sua legge e quello giudiziario che invece deve aspettare specifiche circostanze per sollevare la questione di incostituzionalita'. E questo non e' giusto, visto come questo esecutivo abbia abusato negli anni di questo privilegio.



Sono tutte considerazioni molto utili, aiutano a ragionare bene.
C'è molto da riconsiderare.
Dott. Tinti continui così!



# 26    commento di   Eleonora81 - utente certificato  lasciato il 28/9/2008 alle 13:21

Purtroppo molta gente,forse troppa,si informa solo attraverso la televisione,uno dei mezzi di comunicazione più controllati e meno liberi.
Io sono ormai perfettamente consapevole che come ha sottolineato il dottor Tinti siamo in piena rivoluzione-involuzione!
La classe politica stà ignorando coscientemente tutte quelle regole che dovrebbero guidare la propria condotta.
Il giudizio degli esperti,dei "veri"tecnici,non è più preso in considerazione.I giuristi mi sembrano diventati dei semplici teorici di quel che era il nostro sistema,non di quel che è nella realtà concreta!Questo mi fa molta rabbia.
La politica è un calderone in cui si concentrano e a cui aspirano quelli che non hanno altro interesse al di fuori del proprio.Potere,ambizione e necessità di trarre personale giovamento da un mestiere che dovrebbe essere il più nobile del mondo!





A proposito di informazione e diritto/dovere di informare ed essere informati, è di questi giorni la notizia del ritrovamento di tracce di melamina nelle scatolette di cibo per cani e gatti.
Causa indagini in corso e conseguente segreto istruttorio, non è dato sapere quali marche sarebbero - almeno preventivamente - da evitare al momento dell'acquisto.
Mi si dirà: va be', dagli qualcos'altro da mangiare a quelle creature! In verità, le mie bestiole - come quelle di molti altri - riconoscono irriducibilmente come 'cibo' solo e soltanto le famigerate scatolette. Forza e vizio dell'abitudine.
Al di là della vicenda personale - che poi tanto personale non è, dato che i proprietari di piccoli animali sono milioni in Italia e oltre -, come ci si orienta di fronte ad un evidente rischio per la salute, da un lato, e l'impossibilità di conoscerne i responsabili, dall'altro?
Qual è il confine tra diritto di cronaca e segreto istruttorio?
E fino a che punto questo confine è insuperabile?



# 29    commento di   Matrix_To - utente certificato  lasciato il 29/9/2008 alle 9:26

Tssshhh ! Non disturbate il manovratore..

Viviamo una realtà virtuale incasellata da chi detiene gran parte dei mezzi di informazione.. ma è ora anche di smettere di giustificare l'ignavi elettori. Chi è vittima del proprio mal...

Grazie Dott. Tinti per l'enequivocabile delucidazione.



x matrix e non solo per lui

forse sbaglio io ma sinceramente sono un po' stanca di sentire parlare di italiani come italioti vittime della propria ignoranza e fatti sempre piu a immagine e somiglianza di un certo tipo di potere deviato eticamente ,se non fuorilegge e vicino ai fuorilegge
sono d'accordo con chi la pensava già prima come ben racchiuso nell'ultimo intervento lucidissimo di paolo flores d'arcais di presentazione al notevole libro di un altro giudice coraggioso come Tinti..non è vero cioè che gli italiani hanno i politici / uomini di (non)stato che si meritano
sarebbe bello che almeno fra "i sensibili alle foglie" degli alberi che danno ossigeno ,consapevoli della genesi del male morale,politico,economico,istituzionale quali vogliamo essere "noi", si leggesse bene il fenomeno del potere mediatico che deformante e deformato plasma geneticamente la capcità di interesse e critica delle coscienze..e se "noi" siamo veramente sensibili ai temi di democrazia e socirtà, dobbiamo fare un "salto" culturale,che solo noi possiamo fare per raggiungere chi è stato cosi "bombardato" dal potere mediatico governato e controllato da chi aveva tutto l'intersse perche andassero le cose cosi come sono andate..dopo letture come ad esempio la fabbrica del consenso Chomsky Noam; Herman Edward,si dovrebbe passare ad altre azioni per fare vero dis"senso" .Se non ci "pensano" quelli che "conoscono" x impegno emotivo intellettivo(prima che accademico) quelli che ne sanno di più della massa ridotta ad acritica,possono pensarci attivamente quelli ridotti appunto a impotenza o indifferenza?
Sono/siamo in milioni e nn posso pensare che in quella maggioranza (sempre rivendicata dal potere in nome della quale possono comandare/governare ) siano|siamo ridotti a fuorilegge o ebeti catatonici catodici senza possibilità di raggiungerli raggiungerci.Troppo facile dare la colpa sempre a qualcun'altro,se uno ne sa di più e questo "più" è cio che fa la democrazia vera,pulita,cos



Troppo facile dare la colpa sempre a qualcun'altro,se uno ne sa di più e questo "più" è cio che fa la democrazia vera,pulita,costituzionale,nel pieno rispetto dei poteri, della loro separazione ecc ecc deve trovare la via d'uscita per tutti gli altri,che sempre "più" numerosi lo seguiranno-Dopo un po' di storia italia,x me la responsabilità maggiore!! non è di corrotti e corruttori dalla "dc" ad ora,ma di quelli che dovevano essere dalla parte opposta e che per irresponsabilità diverse se non anche interessi,complicità indirette,cazzate ideologiche,non hanno con_dotto il gioco pulito e avevano il "cervello"! avrebbero dovuto avere qualità e virtù sopra la media dell'italiano medio di cui dovevano aver grande cura mentre il nemico si spacciava loro come amico.Non è mai troppo tardi perche quei cervelli rimasti puliti ed altri insieme UNITI CON UNICO OBIETTIVO(mai piu frantumati!!!) ,si inventino qualcosa di "fattivo" per uscirne tutti. In caso contrario personalmente non darò la colpa agli "italiani" o "italioti",piangerò e punto come sempre da sempre e dalla radice di tutti i mali..palma sciascia docet


PS
"- E' indubbio che tali certezze e tali elevate probabilità obbedissero ad un unico, quanto inequivoco , disegno strategico.
- Con la ovvia conseguenza della intrinseca debolezza di un quadro democratico, che mentre apparentemente andava consolidandosi, continuava a posare su fragili basi, perché a livello occulto costantemente posto in discussione, sì da apparire sostanzialmente a rischio di tenuta."
(dalle Conclusioni della Commissione Pellegrino - Il quadro storico-politico del dopoguerra - nodo siciliano.)



E' come se ad un tratto ben oltre la metà degli italiani fossero diventati tante macchiette del repertorio di Alberto Sordi.
Anzi peggio. Le macchiette di Alberto Sordi non avrebbero mai votato berlusconi se non in cambio di qualcosa di concreto, tangibile come il posto di lavoro,un pacco di pasta, una scarpa prima ed una dopo le elezioni.Sembriamo istupiditi.Tanti, molti mi dicono che i politici sono tutti ladri. Ed a nulla valgono i miei ragionamenti che qui ripropongo vestita da geometria euclidea:
si accetta come verità rivelata il fatto che TUTTI I POLITICI SONO LADRI.

In campo poitico puoi far soldia pprofittando di informazioni economiche riservate che ti giungono in anticipo rispetto alla stampa. ma un'altra verità rivelata ed assoluta recita che: PER FARE I SOLDI CI VOGLIONO I SOLDI, per comprare in anticipo, giocare al rialzo.....ebbene COME CAPO DEL GOVERNO fà più danno un semplice professore universitario oppure uno degli uomini più ricchi del mondo?
Un altro modo per fare soldi è quello di autofavorirsi. Fà più danno un professore universitario oppure un soggetto che detiene aziende,finanziarie,assicurazioni?
Ebbene se tutti i politici sono ladri la differenza la fà la quantità.







già il blog era poco interessante e troppo fazioso (tanto è vero che non ci viene più nessuno, a parte quelli che devono sponsorizzare link ai loro siti) ci si mette pure la crisi economica mondiale...........mannaggia che sfortuna.
In ogni caso, forse, una lezione l'ho avuta da questa iniziativa sgangherata: in tempi di vacche grasse i vari grillotravagliotintidipietro possono avere un seguito nelle loro elucubrazioni faziose, sono senz'altro bravi a intercettare i mal di pancia della gente, quando invece ci sono problemi più grossi queste persone sono un lusso e nessuno li bada più.
Se magari in uno dei prossimi post si parlasse un po di dove erano le autorità preposte al controllo dell'economia negli ultimi anni, forse l'argomento sarebbe più attuale ed interessante.
Ci parli della Consob (parcheggio per trombati), ci parli dei mancati controlli sulle società quotate, ci parli del perchè c'è un concreto rischio che le banche europee vadano in tilt e tutti noi rischiamo di finire col sedere per terra.
Può cosi parlare della legge del 2002 sul falso in bilancio (mi pare che lei abbia detto che ciò che interessa è parlare del presidente del consiglio) e illustrare come il falso in bilancio non sia stato depenalizzato come i vari grillotravagliodipietro
volgiono farci credere



egregio signor Massanzana dottor avvocato Gianni,
passo dalla rete per alcuni siti, vengo di qua ,leggo e mi chiedo se trattenere cio' che provato dentro me o se provare a esprimerglielo.In ogni luogo si vada , qui o fuori poco conta, qualcuno che crea distonie e conflitti si incontrerà purtroppo sempre ma mai come in questi anni sono venuti meno ,forse in particolar modo in italia, rispetto e delicatezza d'animo..
non c'è bisogno che le ricordi io ma preferisco esprimere a questo punto cosa ho provato poco fa leggendola
Potrei dire che lei ha "vomitato" le sue rabbie ignorante del fatto che in rete , ma anche fuori, ognuno prende e apprende le cose che lo arricchiscono dentro, senza far questione ogni volta se cio che legge sia valido per se stesso o meno..sarebbe come se leggendo un libro, vedoche non mi è piaciuto,piglio i lettori di quel libro e gia che ci sono pure l'autore e urlo:coglioni!!
sarei proprio una fuori di testa, giusto?
veda avvocato,lei non ha avuto rispetto evuole parlare di regole..era minimalissima questa regola! cosicome pure lo è la bellezza dell'amore sulla rabbia e l'odio..leiè gia passato all'onore delle cronache diquesto piccolo spazio,a cuiqualcunaltro dedica tempo rubandolo alla propria vita privata credo gia un bel po incasinata,nn mi riferisco solo all'autore..lei ha gia detto che questo posto non le piace..scriva sui suoi argomenti come e quanto vuole;blocchi tutti quelli che non le garbano,anche quelli che passano x dare il proprio blog(credo in tema ..nn credo fosse di caccia e pesca o gastronomia o psichiatria come quelloche anche leiha ed ha potuto!!!promuovere democraticamente)..nn si affanni piu per cose che non le piacciono..la rete è bella per questo,si può scegliere!!!!..lei ama la libertà? per ora non credo ancora,visto che se la prende pure coi grillini e fa di tutta un erba un fascio..se lo lasci dire da una che la pensa come e forse di più dell'antistar per eccelenza,paolo barnard..mentre lei da brava st



.mentre lei da brava star ma frustrata, proietta le sue ombre in giro e tondo maleducate, nn dovrebbe le fa male assai
ami di piu signor Massanzana ,la libertà vera ..quella vera vera ..è di una bellezza accecante
buona guarigione e saluti
saluti
rosanna





http://video.google.it/videoplay?docid=3411955424718458190&ei=mZDiSJ3CDoT22gK7h-TGBw&q=gherardo+colombo&vt=lf&hl=it


http://video.google.it/videosearch?hl=it&vt=lf&q=sciascia+la+costituzione#


Sig. Massanzana, se il falso in bilancio non è stato depenalizzato, come mai il sig. Berlusconi Silvio è stato assolto, in un processo per falso in bilancio, perché "il fatto non costituisce più reato"?

Magari il mostro mitologico "grillotravagliodipietro" ci sta anche facendo credere che esiste uno scudo spaziale che impedisce di processare il premier....e invece non è vero niente?

E si rilassi, qui nessuno soffre di mal di pancia. Semmai ci girano lievemente gli attributi, nel vedere che certi politici impuniti e recidivi sono addirittura sostenuti e difesi da gente, come lei, che riesce a dire quel che dice restando seria.



Nebo mi fa venire in mente un posto di mosaici bellissimi dentro un monte frequentato da un signore che era già noto alle cronache di allora per tavole legg endarie delle leggi..una incastrata all'altra come i colori vivi di quei pezzettini colorati,intramontabili,immortali..un po' come le leggi della partita doppia,quando i ragionieri avevano poco da truccare i bilanci..ne tantomeno si poteva aver bisogno di sanzionare chi avesse truccato ..
arrivarono tempi però in cui i vecchi incastri del mosaico si forzarono,i vecchi pezzettini preziosissimi,vennero pian piano sostituiti e messi in un depo..sito,insomma messi in altri piani o piani di conto e i controllati divvennero i controll..ori..e un po' fecero cosi con tutto,(consob compresa ma anche vari garanti );
legiferarono per evitare che quei trucchi dessero troppo all'occhio e infatti la massa instupidita e frastornata non aveva piu memoria di essere in esilio e confinata,errante cioè in piaghe d'egitto ma..non eravamo in egitto,
ma il faraone e i suoi sacerdoti c'erano,vedevano di nascosto i loro mosaici costruiti contro ogni legge e quando si ritrovavano fra i loro mattoni,dicevano:"ah ah ah gli abbiamo sfilato anche l'ultima pietra e non se ne sono manco accorti,tranne quei pochi grilli parlanti che non se li fila nessuno,li abbiamo proprio gabbati tutti ah ah ah ah "





Ho scoperto il Blog di Tinti e l'ho inserito tra i miei preferiti; é poca cosa in aggiunta allanotizia che ne darò il 5 c.m. sul mio Blog, ma é pur sempre informazione per gli Uomini Liberi.
Luigi

P.S.:
Perché non togliete il codice di verifica?



" ..puo' tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali,porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro..In effetti,nella vita di ogni popolo democratico,vi è un passaggio assai pericoloso.Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell'abitudine alla libertà,arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare.
Preoccupati solo di fare fortuna ,non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti.
In casi del genere ,non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono:saranno loro stessi a privarsene volentieri…Se un individuo abile e ambizioso,riesce ad impadronirsi del potere in un simile momento critico,torverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso.Basterà che si preoccupi per un po' di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto.Che garantisca l'ordine anzitutto!..una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell'ordine è già schiava in fondo al cuore,schiava del suo benessere e da un momento all'altro può presentarsi l'uomo destinato ad asservirla
Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei propri affari privati,i più piccoli partiti possono impadronirsi del potere.

Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta (!!!), che agiscono in mezzo all'universale immobilità disponendo a capriccio di ogni cosa:cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi(!!!): tanto non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo "

De la democratie en amerique -Alex De Tocqueville 1840



io francamente mi vergogno di essere italiano. auguro agli elettori della casta infame maledetta tutto il male possibile, perchè se lo meritano pienamente.


No comment su odio 45 mi fa quasi più paura di altri strani piu noti frequentatori questo spazio o il suolo italiano..i famosi "italioti" e mi ricorda un canzone di gaber in cui cantava di aver paura del berlusconi che c'era in lui o dentro ognuno di noi..di quelli che dopo anni di sventure,in piena sindrome di stoccolma senza mai una norimberga italiana, da vittime odiano peggio di quanto ha fatto il carnefice,ripetendo in eterno lo schema che vuole il carnefice stesso..quindi Buongiorno a tutti,in attesa del nuovo articolo del dottor Tinti,segnalo uno interessante appena letto,di un italiano di cui non vergognarsi per nulla:
"Ciò premesso, oggi l'urgenza è di stabilire e ristabilire senza paraocchi ideologici la realtà dei fatti, la realtà della «forza delle cose». E il fatto è che il mondo nel quale stiamo vivendo è il mondo più pericoloso nel quale l'uomo sia mai vissuto." Giovanni Sartori
DALL'ALITALIA A PUTIN
La scomparsa del buon senso
di Giovanni Sartori Corriere della Sera 3 ottobre 2008

http://www.corriere.it/editoriali/08_ottobre_03/buon_senso_2d8a2b82-9111-11dd-9f28-00144f02aabc.shtml



semmai bisogna aver paura della casta criminale e dei suoi scellerati elettori, non certo di coloro che giustamente odiano quella gente infame maledetta.


x 47
senti se vuou rimanere un essere poco evoluto, sentiti tutto dio oh..dio

se vuoi fare migliori alchimie delle diverse componenti intellettive ed emotive, proprio per contraddistinguerti meglio dalla razza criminale come vuoi e sei, allora trasforma i singoli pezzettini della tua storia ( individuale e poi collettiva) da odio ad amore e rabbia

se sei un adoloscente ci sta tutto il tuo modo di esprimerti,

cmq sei e siamo fuori argomento, non posso dirti io come ti confondi e non concentri facendo il gioco del nemico dentro e fuori te stesso..per giunta appunto distraendoti dalla causa prioritaria
ciao buon studio :-)



l'essere poco evoluto non sono certo io! poco evoluti sono gli elettori della casta criminale, altrimenti non la voterebbero! non sono adolescente, ma sono molto incazzato, e ho studiato abbastanza... saluti


#49
lei continui ad odiare, non c'è nessun problema.
però non si aspetti di cambiare le cose con l'odio.
io non sono d'accordo su niente di quello che scrivono o dicono i nuovi profeti della verità, tuttavia non li odio e nemmeno li ignoro: leggo quello che scrivono e, quando ho due minuti da buttar via, provo a scrivere il mio pensiero.
non provi odio per chi non la pensa come lei (o se preferisce, per i suoi nemici), alla fine vittima dell'odio è chi lo prova.



odio i criminali e i loro amici, servi e complici. per fortuna non sono l'unico, è la sola, magra consolazione in questo paese marcio.


Dott. Massanzana lei sembra uno pagato per denigrare Travaglio, Di Pietro o Tinti. Scrivo sembra.
Proco a riassumere la politica:

Destra: stante le indicazioni di Mussolini per la Costituzione della Repubblica Sociale Italiana lo stato è affidato ad una persona sola che si assume la responsabilità del governo. Non c'è il parlamento. Il Dux dura in carica sette anni e non dve dare conto anessuno. Non mi piace. Non mi và di fare il pecorone buono solo a lavorare.Pecorone con la pancia piena, magari benstante ma pur sempre pecorone.

Centrodestra:come sopra ma c'è il parlamento che alza le mani senza discutere le leggi, ma sulla fiducia al premier.Non mi piace. Idem come sopra.
E' l'attuale assetto politico italiano. Solo che il duz ha una credibilità politca uguale ad una banconota da un euro ed una credibilità in campo economico (soldi nostri) della volpe che si offre per far la guardia ad un pollaio.

Liberlismo, ovvero lo stato poco presente in cambio di una forte iniziativa privata.
Stranamente sono stati più liberali gli ex comunisti del nostro amato dux. E comunque è una formazione politica inesistente.

Socialdemocrazia:aspettiamo che il PD decida che ruolo prendere.

Centro: Di Pietro che alla scelta della area po9litica antepone alcuni principi di legalità ed onestà.perlomeno non pregiudicati nelle sue liste. Speriamo che duri.

Centrosinista: Di fatto il nulla. Probabilmente lotte intestine che impedisocno una configurazione politica. Ci si aspetta che gli ex comunisti ed ex socialisti ed ex socialistidemocratici non confluiti in Forza Italia si assestino su posizioni socialdemocratiche.

Pdl? Non è un partito. E' un qualche cosa fondato da berlusconi con i soldi di berlusconi in cui si fà quel che dice berlusconi.
Il vero collante di questo partito sono i soldi di berlusconi.

naufraghi dovedno scegliere ma una traballante tavola ed uno squalo ci siamo aggrappati allo squalo.











commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti