Commenti

commenti su chiarelettere

post: Le immunità bizzarre: non ti posso raccomandare ma ti posso violentare

TOGHE ROTTE: LA RUBRICA SULLA GIUSTIZIA DI BRUNO TINTI Dunque le Alte Cariche dello Stato, Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio dei Ministri, Presidente del Senato, Presidente della Camera, dovrebbero essere immuni dalla legge penale ; fino a quando restano in carica, ma comunque, per questo periodo di tempo, immuni. Così è previsto che succeda secondo un disegno di legge che il ministro Alfano ha accettato di battezzare con il suo nome (si chiama, nella vulgata corrente, lodo Alfano ) e che dice che “salvi i casi previsti dagli articoli 90 e 96 della Costituzione, i processi penali nei confronti dei soggetti che rivestono la qualità di Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio dei Ministri, Presidente del Senato, Presidente della Camera sono sospesi…. ... continua



commenti



Dobbiamo chiedere tutti l'abrogazione di tutte queste leggi vergogna e le dimissioni di mister B e tutto il suo governo.Ma è proprio contento Alfano del suo lodo ? Gli sembra che la storia lo ricorderà per il "bene" che ci ha fatto? Ma a queste persone la discesa in strada della gente non dice nulla?
Ma proprio non si rendono conto che la gente è stufa sia della dx che della sx per tutto quello che NON hanno fatto per il popolo ma anche per tutto quello che hanno fatto solo per loro e contro di noi? Non si rendono conto che il paese è al collasso?
Fuori dalle cariche istituzionali le persone condannate, moralmente indegne, tutti quelli che per troppi anni ci hanno mentito e hanno sperperato i nostri soldi!!!Via mister B stra miliardario che possiede troppi giornali troppe Tv, troppe banche,troppo di troppo e troppa potere!!!.Non vogliamo questo governo!Divieto di ricandidarsi agli indegni! Facciamo un referendum e mandiamo tutti a casa!!!Governo provvisorio poi subito nuova legge elettorale.A parte Di Pietro tutta la classe politica degli ultimi vent'anni non ha saputo governarci,non ha saputo difenderci dai delinquenti: li ha rimessi in libertà, li ha tirati fuori dalle prigioni, bloccano la giustizia, non vogliono farsi processare.Non desideriamo altre prove di sperpero e di rovina e annientamento mediatico, giornalistico.Non sanno gestire la cosa pubblica come buoni padri di famiglia.BASTA!!!



Caro Dott. Tinti,
speriamo che questo suo intervento venga letto anche da qualche legislatore, perché c'è chi non ha ancora compreso quello che sta per votare in Parlamento. La riprova: le dichiarazioni del Sen. Quagliarello (PDL) nell'intervista rilasciata ieri ad Antonella Coppari di QN e leggibile al seguente link.
http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search¤tArticle=IN9Z6
Cordialità
fernando orsini



gentile dott. tinti,

anzitutto la ringrazio per i suoi post su questo blog, aiutano a capire molto meglio temi di grande importanza.

volevo chiederle questo a proposito del lodo alfano: visto che sembra ci si un largo consenso tra i costituzionalisti che il lodo viola uno o piu' punti della costituzione, non e' ragionevole prevedere che il lodo stesso - anche se approvata da camera e senato - sia destinato, come il suo predecessore, alla quasi certa bocciatura da parte della corte costituzionale? visto che il lodo al suo cuore viola in modo chiaro l'articolo 3 della costituzione, indipendentemente da oggi emendamento che vi si apporta nel iter parlamentare non rimane comunque alla radice una norma incostituzionale soggetta a certa bocciatura da parte della corte?

grazie mille e un cordiale saluto,

ferdinando





Dunque, vi spiego una cosa in tutta libertà di pensiero e opinione.
Non so per quanto ancora si potrà fare sta' cosa, boh....
A mio parere, c'è purtroppo, un aspetto molto importante sul quale in, maniera subdola ed occulta, il Caimano sta' facendo leva nei confronti della maggioranza degli italiani. E' la stanchezza.
E' questo lo stato mentale che mi sembra di percepire nella gente comune. Quella che lavora, quella che non legge i giornali, se non distrattamente. Quella che vede solo la televisione e si aggiorna lì. Beh, ecco, credo che queste persone siano stanche di assistere a conflitti, finti o veri che siano, tra la classe dirigente. Sono stanche di vedere che, per loro, non cambia nulla e che quindi se un lodo alfano in più puo' contribuire a far fare a Berlusconi quello che ha promesso di fare, beh, si (dice) "lasciatelo lavorare...del resto quello che hai votato tu prima che ha combinato?". Ecco una altra cosa che non mi va' giù: se sei contro il Caimano, sei per forza della fazione opposta. E chi lo dice? C'è una legge che obbliga a stare per forza nel recinto politico che hanno costruito ad arte?
Insomma sono stanchi e "vogliono" essere fermamente che convinti che lui risolverà tutto.
La colpa, cari miei, è dei magistrati politicizzati, che non lo lasciano lavorare, che lo distolgono dal suo...impegno sociale.
Perchè non ci ho pensato prima! Già. E' colpa dei magistrati che fanno il loro dovere, invece di starsene lì indifferenti a tutto.
E quindi è giusto limitarne i poteri, cosi', anche loro non ci rompono più i coglioni e lo fanno finalmente lavorare.
Ecco, credo sia questo il pensiero di una buona parte della gente.





Dopo la scelta degli italiani circa la responsabilità civile dei giudici, il Parlamento approvava la cosiddetta «legge Vassalli» (votata da Pci, Psi, Dc), che, secondo i Radicali, si allontanava decisamente dalla decisione presa dagli italiani nel referendum, facendo ricadere la responsabilità di eventuali errori non sul magistrato ma sullo Stato, che successivamente poteva rivalersi sullo stesso, ma solo entro il limite di un terzo di annualità dello stipendio.

Così, se pur si dice chiaramente che non sarebbe possibile una esclusione totale della responsabilità civile, perché essa condurrebbe alla violazione dell’art. 28 cost., e anche dell’art. 3 cost., in rapporto alla posizione degli altri pubblici impiegati (sentenza n. 1 del 1962), si è attenti a sottolineare, tuttavia, che la natura dei provvedimenti giudiziali, la stessa posizione di autonomia e di indipendenza dei magistrati possono suggerire condizioni e limiti alla loro responsabilità (sentenza n. 2 del 1968), condizioni e limiti sui quali si esercita l’ampia discrezionalità del legislatore ordinario.

Ancora, se indipendenza non può equivalere a immunità, ovvero se “gli artt. 101, 102, 104 e 108 cost. non valgono ad assicurare al giudice uno statusdi assoluta irresponsabilità pur quando si tratti di esercizio delle sue funzioni, riconducibile alla più rigorosa e stretta nozione di giurisdizione” (sentenza n. 385 del 1996), il legislatore ordinario è però autorizzato a prevedere meccanismi di tutela dell’indipendenza del giudice nella stessa normativa che ne afferma la responsabilità.

Quando analizza la legge sulla responsabilità civile dei magistrati, la Corte si rallegra del fatto che la disciplina da questa posta sia “caratterizzata dalla costante cura di predisporre misure e cautele idonee a salvaguardare l’indipendenza dei magistrati nonché l’autonomia e la pienezza dell’esercizio della funzione giudiziaria” (sentenza n. 18 del 1989). Perciò, se tale legge prevede (art. 4) che la



Perciò, se tale legge prevede (art. 4) che la domanda di risarcimento dei danni subìti - proponibile direttamente solo nei confronti dello Stato (e non del singolo magistrato, con scelta che è apparsa a molti in contrasto con gli esiti del referendum abrogativo del 1987) - sia soggetta a un controllo preliminare di ammissibilità, di tale meccanismo (sentenza n. 468 del 1990) la Corte riconosce il fondamentale rilievo costituzionale. Si tratta, essa afferma, di un importante filtro della domanda giudiziale diretta a far valere la responsabilità civile del giudice, “perché un controllo preliminare della non manifesta infondatezza della domanda, portando ad escludere azioni temerarie e intimidatorie, garantisce la protezione dei valori di indipendenza e di autonomia della funzione giurisdizionale, sanciti negli artt. da 101 a 113 cost., nel più ampio quadro di quelle condizioni e limiti alla responsabilità dei magistrati che la peculiarità delle funzioni giudiziarie e la natura dei relativi provvedimenti suggeriscono”.

Qui si potrebbe peraltro subito ricordare quel che a tutti è noto, cioè che il filtro preliminare, questa sorta di autorizzazione a procedere (non più ministeriale!), di fatto, ha contribuito finora a garantire la sostanziale esenzione dei magistrati dalla responsabilità civile.

Ancora, la stessa scelta fondamentale della legge n. 117 del 1988 di proteggere la responsabilità del magistrato “dietro” a quella dello Stato, impedendo alla parte del processo di agire direttamente nei confronti del magistrato, si giustifica fondamentalmente, per la Corte, con la necessità di proteggerne l’indipendenza e la serenità nell’esercizio della funzione, che potrebbe altrimenti essere “turbata” dalla “minaccia” di un’azione di responsabilità (anche se è presente anche l’altra giustificazione: la diretta responsabilità dello Stato garantisce maggiormente la riparazione risarcitoria del cittadino che ha subito un danno ingiusto a causa dell’esercizio delle



dott.Tinti dopo aver letto cn vivo interesse il suo libro "Toghe rotte" sono rimasto piacevolmente colpito da questa nuova rubrica che avvicina le persone che nn si occupano di materia di giustizia ad un mondo ke che spesso nn ci viene spiegato ma interpretato(male oserei dire)...volevo chiederle se il Lodo Alfano venisse firmato dal NOSTRO PRESIDENTISSIMO DELLA REPUBBLICA e poi "inspiegabilmente" venisse dichiarato incostituzionale cosa succederebbe ai processi bloccati da questa(se posso permettermi)porcheria?????grazie




@Orlando
credo che l'interdizione perpetua dai pubblici uffici si riferisca soltanto alle cariche amministrative (comune, provincia e regione). per camera e senato invece non vale... sempre perché si presume che nel nostro parlamento sieda il fior fiore della comunità...



# 11    commento di   Marzia Ottaviani - utente certificato  lasciato il 10/7/2008 alle 12:27

E' incredibile ... fatico a leggere queste assurdità che a breve saranno legge ... spero solo di svegliarmi presto da questo maledetto incubo!!!
http://www.murodemocratico.ilcannocchiale.it


grazie averla riletta dr Tinti..kiarissime lettere! e xtutto il vs impegno,veramente "democratiche" e "uguale per tutti"(qst'ultimo è anche sito dove ho letto prima di venir poi di qua e rileggerla rileggervi nel suo blog).Mi fa “sentire” nonostante tante nefandezze(+ ke mai attuali il giudice profeta Borsellino di urgenza sulla separazione di affari e politica) in un luogo ove esiste filo di speranza x una media cittadina come me,senza particolari "lodi" ,forse una sola, nn ho mai voluto essere l'italiano medio individualista..ora ridotto a tanta indifferenza e ignoranza anke sui temi della giustizia.Cosi stupido e piccolo nel considerare con rabbia su ogni cosa e se non siano immuni i tribunali da privilegi o presunti privilegi(vedi ad es.ferie)xke fa comodo svuotare ancor + di quanto nn abbia fatto lo stesso Stato e altri poteri?il paese di alfa_nate ne ha avute cosi tante,anke nella scuola,ke ormai tutto o quasi,deve essere ritenuto dall’italiano medio da non credere,rito compreso dei templi delle leggi e della giustizia e tanta ignoranza e rabbia non canalizzata da qualsiasi parte.Mentre la gente cd perbene , colta e preparata ke è rimasta,x giunta immune d tanto libertinaggio in qualsiasi luogo, nn solo in politica,ha in lei e altri , dai tribunali ai giornali agli intellettuali , accademici politici e imprenditori rimasti immuni,l'unica possibilità di darsi e darci un paese civile.Le condizioni precarissime anke descritte nel suo post me le fanno sentire ma al contempo sperare possanno e possiamo cambiare grazie a persone come lei compreso il suo "assistente":-)che ho notato con piacere(il giudice Messina).In un blog a tutta direzione verso una speranza..un vero sogno..di cui hanno perso le tracce per ignoranza costituzionale e generata ad hoc , le varie maggioranze di ogni parte.Bello le piaccia quella frase di gandhi..e nn vedo l'ora di leggere altri commenti e ..l'altra sua "puntata"! come in un romanzo.Grazie! rosanna


# 13    commento di   Tetsuo1980 - utente certificato  lasciato il 10/7/2008 alle 12:37

Per la serie "sogno o son desto?"


beh, guarda cosa stà succedendo nei Tg: Il Lodo Alfano e la legge Blocca Processi sono acclamate E vengono Demonizzati i Relatori del No Cav Day (o per lo meno alcuni)


x 14 si sapeva gia prima!!piangevo e piango!!..ripeto anche se fuori contesto, occorre uscire fuori dallo schema e schermo ( truman show alla fine scopre il meccanismo,è stravolto ma strappa il telo..questo telo da tela nodosiciliano, commissione pellegrino ecc , noi la sappiamo, giusto?ogni volta che ne abbiamo lanciato il messaggio,ognuno nel suo piccolo o grande modo, che fine ha fatto?..bisogna lavorare sugli ignoranti!!!sono quelli che ci possono salvare a far uscire dallo schema, e qulli li bombarderanno sempre con tutti i mezzi ke hanno, ahivoglia se ce la fanno(con o senza guzzanti o pinco pallo dell'altro giorno).Se tentiamo di uscirne noi piccoli, sparsi qui e la , o anche riuniti in grande occiasioni di forte fatica come l'ultima dell'ootto luglio, il regista di truman show metterà come fatto ogni volta, tanti ma tanti di quegli schermi e teli o fogli in più(fai tu le metafora di fogli giornali e monitor ecc)..da annullare qualsiasi fuorischema nello schema...ergo se lo conosci,lo eviti!!!! e a maggior lo eviti,contenendo chi tende a ripetere schemi fallimentari,pur se lodevolissimi e puri e che nnula hanno a che fare con le zozzure incarnate nei poteri forti..e cosi provi ad andare sturtturalemnte istituzionalemenete economicamente e progettualisticamente verso un fuorischema DEFINITIVO..occorre un laboratorio e di teste ne abbiamo ancora pulite e pronte a sognare e far sognare ma non come finti tinti da dialogo e neppure però come quelli intellettuali ma ignoranti degli ignoranti e dei potenti, da rimanere arroccati e chiusi dentro una torre che però è sempre dentro quel pallone da truman prima del risveglio,in più senza progetto SOLIDO e speranza?


# 16    commento di   lauraorlini - utente certificato  lasciato il 10/7/2008 alle 14:30

Ben fatto dottor Tinti, intervento chiarissimo. Tutti quelli che, come me, non hanno alle spalle studi giuridici, avranno d'ora in poi la possibilità di capire veramente cosa si cela dietro certe porcate. E se il popol bue avesse veramente la voglia e la volontà di guardare alle cose senza pregiudizi e senza ignoranza, saremmo in un mondo veramente libero.



gianni - lasciato il 10/7/2008 alle 10:44

La legge Vassalli è una schifezza.

Per me di dovrebbe fare così:

Si cita in giudizio il magistrato e, come obbligato in solido, lo Stato, così come è previsto per tutti i lavoratori pubblici e privati.

Se il giudice accerta il danno ingiusto subito dall'attore condannerà lo Stato al risarcimento e, se accerta anche il dolo o la colpa grave del magistrato, condannerà in solido anche il magistrato.

Poi c'è un'altra "perla" della legge Vassalli: l'accertamento della responsabilità del magistrato non fa stato nel giudizio disciplinare davanti al CSM.



ma se Mr B uccidesse Napolitano, cosa succederebbe?


Ancora a discutere con queste bazzeccole? Ma insomma! Le vere lesioni alle Istituzioni arrivano da Grillo (che accusa Napolitano nientemeno che di sonnecchiare) e da Travaglio (Che accusa Mapolitano di aver firmato tutto)!



Lascio al dottor Tinti e a voi,una lettera appena ricevuta da una mia cara amica ke da anni quasi si sta scannando col marito( destinatario della lettera in 2/2 appunto il marito ke invia pieno di sè alla mia amica.Me ne porta almeno una a settimana, xke lei nn sa più come rispondergli nè a voce nè x scritto.I miei supporti?per ora inutili) secondo me rispetto ad altre,ben rappresenta rabbia indifferenza ignoranza e ferocia dell'italiano medio di cui siamo circondati abbastanza ovunque?occorre in parte ricostruire etica e fiducia nelle istituzioni di "giustizia" un po' più capillarmente poikè con i tempi subìti se questi hanno avuto una causa,aggiunti ai bombardamenti mediatici,la miscela è esplosiva?gli ignoranti che ne sanno dello stato contradditorio di norme e contronorme,locali insufficienti e fatiscenti, cancellerie sepolte di dox,mancati investimenti,tempi biblici di costruzione delle patrie galere ecc ecc?è un po' come la sicurezza..chi ne parla,spesso ha la scorta e ha costruito lo stesso cemento senza molta vita, scuola,cultura e vera ri-creazione delle periferie da sud a nord?Quartieri costruiti quasi per nn poterci entrare neppure le forze dell'ordine,tante Scampie eppure gli stessi che vi abitano,nn sanno far distinzione che in ogni ambiente,italia o no,tribunali o altre istituzioni,c'è chi lavora e chi fa finta e che c'è diffrenza fra chi lavora sudando pulito e chi delinque..ergo:possono saperlo distinguere in chi fa le leggi e i tribunali o in chi dovendoci legiferare e ammnistrare, ne è incompetente o più grave,gli rema contro?e prima di cause civili o penali subite o attivate..prima di tv e giornali bombardanti,nella scuola italiana anke della gente per bene come viene promossa la base di ogni senso di costituzione naturale ,etica,giuridica? e forse, vista la lettera, anche un filo di italiano, altri modelli di riferimento e buone letture..eh eh eh


Caro Dott. Tinti,
ma se io facessi fuori berlusconi e poi mi candidassi come premier (sicuro di vincere dopo questa grandiosa impresa) sarei lo stesso perseguibile dopo l'approvazione di questa legge? Perchè se non rischio più di tanto inizio subito a darmi da fare.
Dopodichè, ad elezione avvenuta, smonterò tutte le leggi porcata del Cavaliere, lasciando solo quella che impedisce ad un eroe della partria (come me) di essere perseguibile. Naturalmente mi dimetterei prima che qualcuno mi faccia fuori.
.mmm......mi sa che è meglio fare un referendum abrogativo va....



" Caro D.., essendo che mi sono proprio rotta le palle di leggere sui giornali certe stronz.te vorrei dire la mia su un paio di cosette: DI PIETRO: è un finto moralista insieme con la stampa di sx, da quando questo nuovo Governo ha un'ampia maggioranza lui cerca di colpire Berlusconi senza ritegno, usando toni che per quanto si dica non si possono utilizzare verso la seconda carica dello Stato (e nemmeno verso la prima viste le parole di Grillo e della Guzzanti), bisognerebbe avere maggior rispetto per le Istituzioni.. quest'uomo prova un odio personale verso Berlusconi che certo non aiuta l'Ialia, lui la sua possibilità l'ha avuta ma il problema vero è che non ha fatto un cavolaccio per la gente che l'ha votato motivo percui lui e la sx han perso le elezioni, è inutile che stiam qui a raccontarcela.. lui continua con ste prese di posizione sui processi e sul Cav. perchè non sa dove colpire visto che strano ma vero l'attuale Gov. sta facendo ciò che ha promesso.

PROCESSI: il problema in Italia è che la magistratura e il sistema giudiziario fanno schifo, la ns. fiducia in loro ormai è meno di zero.. io son due anni che ho in piedi una causa civile e ho un'udienza all'anno, ma vi pare possibile?? Ho avuto la prima a giugno 2007, la seconda a giugno 2008 e la prox l'avrò a giugno 2009.. altro che blocca processi!! Senza contare che Carabinieri e Polizia si fanno il mazzo per arrestare i delinquenti e oltre ad essere sottopagati se li vedono uscire perchè la corruzione e la mafia non stan certamente solo ad Arcore (visto le allusioni di Di Pietro).. che cosa mi frega se i politici sia di dx che di sx (xk qui la cosa è unanime) si fanno le attricette per mandarle in Rai!? Noi vogliamo sicurezza, giustizia e la possibilità di sfamare i ns. figli o nel mio caso di poter pensare di averne (riuscendo a mantenerli), le altre son cose secondarie che dovranno essere risolte ma ora l'Italia ha altre priorità percui smettetela di rompere le palle e fate lavorare la gente c



..ma ora l'Italia ha altre priorità percui smettetela di rompere le palle e fate lavorare la gente che abbiam votato!
F..."



ma io mi chiedo, con tutti i problemi che ha la giustizia in Italia, ai magistrati interessa solo il lodo Alfano?

io noto l'atteggiamento dei testimoni che vengono in tribunale a deporre. Fino a qualche anno fa avevano timore reverenziale del Giudice, adesso invece lo trattano allo stesso modo con cui si tratta l'impiegato del comune (con tutto il rispetto).

Dottor Tinti che il suo primo intervento sia sul lodo alfano non mi piace, fremevo per vedere quale sarebbe stato il suo primo post, e sono rimasto molto deluso nel vedere che l'argomento scelto è il lodo alfano.
non si poteva ad esempio cominciare con il buttar giù qualche idea per velocizzare la giustizia?

A me francamante fa più paura la riforma della 180 (quella che aboliva i manicomi) o quella sulla legge gozzini sui detenuti che verranno ulteriormente privati di diritti e possibilità di reinserimento.
a lei interessa il lodo alfano, ne prendo atto.





il lodo alfano è una cosa gravissima che va contro la costituzione!
negli altri paesi non esiste una roba del genere! un lodo fatto apposta per salvare berlusca dai processi! vergogna a chi vuole e difende questo infame lodo!



x 24-Nn sono il giudice Tinti e nn sono astrologa,quindi interessante seguire come poi verrà risposto da ki di dovere,competenza e libertà di seguire un suo ordine di priorità.Come cittadina,sensibile a tanti danni fatti al paese,senza bisogno di arrivare a vedere dai danni tutte le mancanze,sò ke è venuto meno cio' che dovrebbe "costituire" gia x default una predisposizione d'animo e di mente di ogni cittadino,di qualsiasi paese ke si definiva o definisce democratico(come il nostro)visto che siamo nel 2008 dc..è su questa base in cui il buonfunzionamento e "rispetto" di chi amministra la Giustizia mi sta a cuore da sempre,mi rendo conto di quanto sia offesa da tempo ad opera di leggi sempre piu confuse ma anche di ki prima indirettamente(modelli di riferimento nn culturali..ad opera della distribuz bombardante di media,svuotamento di altre istituzioni,disegni come da copione in cui cio' che vale è consumo e danaro,senza farne peraltro solidità economica come in altri paesi) e poi diretta degli stessi di prima(da quando l'impresa fa affari con la politica e la sostiene meglio con i suoi media ma anche senza)ke però non si lamentano come lei del famoso"popolo",insultano da una vita+semplicemnte i giudici(ergo il popolo bombardato dai media ke fà?copia!).Svuotamento di sntmento e ragione operato nella testa delle persone..ke vede poi anke lei nelle aule dei tribunali..privi o quasi di ogni costituzione di senso da uomo a uomo e quindi da uomo a suo giudice(ke peraltro trovarvisi nn è mai stato piacevole x nessuno )Quindi le offese alla costituzione,legge gerarchica principale(come lo stato di salute del corpo),sono ancora nostro malgrado,nel mio piccolo o nel vostro grande,a prenderci priorità e energia..causa quegli stessi signori,di dx o di sx nn conta +,ke mai vi hanno compreso ,tranne alcuni..di cui alcuni e tanti morti,altri isolati e pochi che resistono coraggiosamente(indimenticabile per me è stato leggere il trib di salerno su de magistris,l'orrore delle conni


l'orrore delle connivenze documentate una ad una)dovete stare uniti compatti+di noi cittadini;pensi sempre a cittadini semplici come me che amano il vostro mestiere e il farlo con passione lontani dalle strumentalizzaz e acquisti ad opera di altri lontani dalla verità che la parte sana di voi cerca di ricostruire..sapesse anke in altri ambienti,la scuola o l'impresa o altri ..ke imbarbarimento decadente,in cui anche i muri piangono.Io sogno che rifaremo tutto anche con persone che faticano come voi e altri,attendo con gioia la sua risposta,del dr Tinti o del dr. Messina.un saluto :-)

ps ma prima della 180..mi scusi non faccio il suo mestiere ..ma cosa ne pensa del 41bis? lei nn ha a cuore la commissione pellegrino?..o mi vuol dire che la maggioranza degli "utenti" del tribunali( che rappresenterà forse anche un campione da studiare) soffre di gravi patologie psichiche?
beh in effetti ci starebbe con lo svuotamento /spersonalizzazione "disanimante" disarmante avvenuta in italia.





Grazie per la semplicità dell'esposizione così anche una persona semplice come me può capire gli argomenti!
Io mi chiedo forse ingenuamente ma se in Italia è possibile approvare un disegno di legge anticostituzionale può la corte europea vietare in qualche modo questo scandalo,senza però farlo pagare nuovamente alle nostre tasche. Oppure è possibile una bella class-action contro il governo da parte dei cittadini continuamente offesi (gli esempi non mancano:dalla legge non uguale per tutti al nucleare bocciato in un referendum o all'immondizia di Napoli che non sta certo lì perché i napoletani sono sporchi,...)? Grazie



Ringrazio tutti per l’interesse dimostrato.
Il signor Pertusio si chiede se il lodo Alfano verrà dichiarato incostituzionale come già avvenne del lodo Schifani.
Il mio parere è che, si, dovrebbe essere dichiarato incostituzionale.
Poi c’è un altro problema: l’incostituzionalità di una legge deve essere eccepita da un giudice nel corso di un processo in cui questa legge è rilevante per la decisione. Al momento, gli unici processi in cui si potrebbe sollevare questa eccezione di incostituzionalità sono quelli a carico di Berlusconi, unica Alta Carica inquisita: quello per la corruzione del teste Mills, quello per le corruzioni di senatori dell’opposizione e quello per le frodi fiscali concernenti i diritti televisivi.
Sicché bisogna vedere se ci sarà qualche legge blocca processi che impedisca di celebrare proprio questi tre processi, un po’ come il vecchio emendamento Mills (adesso sembra tramontato)che doveva bloccare i processi per i reati commessi fino al 30 giugno 2002. Naturalmente, se i processi sono bloccati, l’eccezione di incostituzionalità del lodo Alfano diventa impossibile. A meno che prima non si sollevi un’eccezione di incostituzionalità sull’eventuale legge blocca processi (le ragioni non mancherebbero), accolta la quale questi tre processi finalmente si farebbero e si potrebbe sollevare l’ulteriore eccezione di incostituzionalità sul lodo Alfano.
E’ ovvio che prima di aver finito questo percorso ad ostacoli le leggi di natura avrebbero preso il sopravvento su molti di noi ….
Comunque, per rispondere a people, se il lodo Alfano venisse dichiarato incostituzionale, i processi alle Alte Cariche riprenderebbero normalmente. Ciò perché la legge dichiarata incostituzionale viene espunta all’ordinamento.
Infine, signor Giulio, che vuole che le dica? Il Presidente della Repubblica ha tanti problemi… Detto ciò, lei sa che il Presidente della Repubblica può rimandare indietro una legge solo una volta; la seconda firmare la deve.



Il signor Remo ha ragione: anche a me pare che ci sia una diffusa sottovalutazione delle leggi che attentano all’uguaglianza della legge per tutti i cittadini. In effetti il signor Gianni, che è deluso perché ho scritto un post sul lodo Alfano, mi pare che rappresenti proprio questa corrente di pensiero.
Ho intenzione di parlare dell’importanza fondamentale del principio di legalità e di spiegare perché, senza questo principio, non può esserci efficienza e razionalità nell’amministrazione giudiziaria; al momento posso solo dire che il problema è assai più grave di quello che sembra; proprio per le ragioni esposte dal signor Remo: fossero solo Berlusconi e i suoi amici a pensarla così, non sarebbe un problema: sempre ci sono stati personaggi … eccentrici, diciamo così. Il problema è che nel nostro Paese hanno avuto un bel seguito.
Il prolifico signor Gianni ci tiene a parlare della responsabilità dei giudici per gli errori che commettono; è un bel tema e ne parlerò certamente. Al momento lo invito a riflettere su quanto mi ha raccontato un amico ortopedico che è andato a fare corsi di aggiornamento negli Stati Uniti. Lì succede che gli ortopedici non riescono più a trovare compagnie di assicurazione che li assicurino per le operazioni alla schiena; perché sono tanto difficili e spesso il paziente non è contento del risultato e gli fa causa e le compagnie debbono risarcire un sacco di soldi. Così sembra che negli Stati Uniti gli ortopedici le operazioni alla schiena non le fanno più.
Ma, come ho detto, ne parlerò più approfonditamente.
Al signor Orlando dico che la sentenza contro Cuffaro non è ancora definitiva; e quindi, fino a quando non ci sarà la sentenza di Cassazione, Cuffaro è innocente. Pensi comunque che l’apposito ufficio parlamentare che doveva dichiarare Previti decaduto dalla sua carica di senatore dopo più di un anno stava ancora a carissimo amico, come si dice, e finalmente il problema glielo ha risolto Previti stesso che si è dimesso. Se a



@Lupo

Caro lupo, i toni utilizzati da Berlusconie dalla sua stampa contro Prodi e il suo governo in due anni non sono stati proprio di "buon lavoro".
Io non accetto prediche da chi ha votato un delinquente che non ha fatto altro che demonizzare i suoi avversari politici con il solo intento di far cader un governo...altro che Di Pietro!
Di Pietro attacca su cose che sono sotto gli occhi di tutti ma, come si dice, non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.
Anche Prodi era stato scelto dai propri elettori, ma gli è stato impedito di lavorare e, la cosa a cui si sono attaccati di più i suoi oppositori ma anche i suoi sostenitori era l'indulto!
Voi Berlusconiani da 4 soldi, come fate a criticare l'indulto e ad avallare questa serie di leggi contro la giustizia che questo delinquente sta attuando spacciando tutto per un pacchetto sicurezza?
La verità è che siete più ipocriti del vostro signore e padrone che vi dice cosa pensare.
Siete disposti a mettere in ginocchio la giustizia e l'informazione pur di vederlo prenderci tutti per i fondelli.
Alla fine lo prenderemo tutti a quel servizio.
Mi vergogno di avere dei connazionali così masochisti.



spiace esser ricompreso nella categoria di quelli che sottovalutano il principio di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge.
tuttavia se appartengo a quella specie è perchè vedo come funziona la Giustizia in Italia.
vedo che chi ha i soldi per pagare profutamente periti o consulenti di parte ha più possibilità di essere assolto rispetto a chi non ha denari e non può far valere appieno le proprie ragioni.
vedo che a Venezia la corte d'appello fissa le udienza al 2015 e, essendo le sentenze civili, provvisoriamente esecutive, chi ha i soldi per pagare commercialisti e prestanome può nascondere il proprio patrimonio, chi non ne ha si vede pignorato il quinto dello stipendio.
vedo che le assicurazioni e le banche non transano più in via stragiudiziale perchè a loro se un processo dura 8 anni non cambia nulla, al povero cristo si.
vedo che chi si affida ad un difensore d'ufficio (che non beccherà una lira) nella speranza di poter pagare meno l'avvocato non ha la tutela che merita. in america ci sono dei veri e propri uffici di legali per chi non ha soldi (oltre alle attività pro bono prestate anche dai più grossi studi).
vedo tante cose dottor Tinti che se anche bloccano il processo a Berlusconi il mio giudizio sulla giustizia non cambia, e nemmeno quello sul rapporto giustizia-politica.
se vuole Ler faccio altri esempi raccolti sul campo di battaglia, ma Lei già li conosce e non mi dilungo.



x daniele giancola e gli altri :-)

quella lettera che vi ho riportato , non è la mia o la mia opinione , anzi diciamo la mia coscienza

l'ho riportata perchè volevo dimostrarvi quale impotenza mi suscita certa ignoranza di cui ho prova tutti i giorni poiche ne sono circondata..mi spiace di non esser stata cosi chiara da addirittura essere scambiata per tutte quelle persone che augurano buon lavoro al governo, ma fa nulla , visto che credo alle parole di gandhi e di altri grandi pensatori, mi accolo la responsabilità di nn essermi saputa spiegare..puo' e potete vedere cdi quali pensieri sono "fatta" fin dalla mia nascita (credo) in altri piccoli scritti, lasciati qui o limitrofo a qui :-)



Gentile dottor Tinti, dopo aver cercato ogni suo singolo intervento qua e là per la rete internet, sono contento di sapere di poterla trovare con cadenza spero sempre più regolare e quotidiana su questo blog. Grazie per l'attività di informazione sulla materia che ha scelto di svolgere. Saluti.


@ Lupo

Cara Lupo, sono contento di averti frainteso. Ci tengo molto a quello che ha rappresentato la manifestazione dell'8 Luglio contro berlusconi perchè stiamo commentando su un blog che parla di giustizia.
Oggi come mai la giustizia non è uguale per tutti.




devo confessare che anche io avevo frainteso quanto detto da lupo.......
penso che da qualche parte si debba pur cominciare!!!!il lodo alfano e la legge blocca processi, due "priorità" che il nostro primo ministro aveva omesso di elencare in campagna elettorale, sono una vergogna!!!!!!!!!!
uno stato democratico non può restar fermo a guardare il paradosso a cui si sta arrivando: ormai è la costituzione ad essere oggi incostituzionale!!!!!!!!!!!!!!!!!!



X teresa 38 e forse anche per daniele giancola?
scusate ma mi sono riletta, e mi sono chiesta se forse nn avevate potuto leggere il mio commento n 12, in cui ringraziando il dottor Tinti esprimevo le cause, in modelli culturali del tutto errati bombardati tramite media e consumi, di tanto disinteresse ignoranza indifferenza verso i temi di costituzione ,sacralità dei luoghi ove si amministra "giustizia" ecc ecc

in commento successivo 20 e 22 per la precisione ,mi sono poi espressa sicuramente poco chiara, nel riportare una lettera appena letta ieri ma non mia, chiaro esempio di come è ferita da ignoranza direi "la cittadinanza italiana" diciamo, da nord a sud ( ma che poi pretende di far legiferare sui rom, dando la licenza di.."polpastrello")..che sia o non sia mai entrata in un tribunale, subendone o meno i tempi in cui sono costretti i giudici a lavorare,causa lo svuotamento di strutture,finanziamenti e soprattutto "chiareleggi"



ottimo ottimo, bella spiegazione dettagliata comprensibile e spero esauriente. miraccomando di non tralasciare il gergo tecnico e le dovute puntualizzazioni. sono uno studente a cui interessano certi temi di fondamentale importanza..


Buongiorno Dott. Tinti,
in primo luogo volevo farle sapere che la stimo e seguo con molto interesse ciò che lei scrive o dice che è, pur non avendo alcuna formazione giuridica ed a mio modesto parere, frutto di serietà ed esperienza professionale. Oggi più che mai abbiamo necessità, in un panorama di media in cui è quantomai palese l'appartenenza alle varie correnti "partitiche", di interpreti leali che si elevino al di sopra delle parti, per aiutarci a comprendere e chiarire quanto sta avvenendo in questo nostro Paese.
Di cose da chiedere ne avrei un'infinità ma vorrei iniziare con questo estratto dalla sentenza della Corte Costituzionale del 13 gennaio 2004, che bocciava per vari profili di incostituzionalità il Lodo Maccanico-Schifani del 2003:
"... Alle origini della formazione dello Stato di diritto sta il principio della parità di trattamento rispetto alla giurisdizione, il cui esercizio, nel nostro ordinamento, sotto più profili è regolato da precetti costituzionali. L'automatismo generalizzato della sospensione incide, menomandolo, sul diritto di difesa dell'imputato, al quale è posta l'alternativa tra continuare a svolgere l'alto incarico sotto il peso di un'imputazione che, in ipotesi, può concernere anche reati gravi e particolarmente infamanti, oppure dimettersi dalla carica ricoperta al fine di ottenere, con la continuazione del processo, l'accertamento giudiziale che egli può ritenere a sé favorevole, rinunciando al godimento di un diritto costituzionalmente garantito (art. 51 Cost.). Ed è appena il caso di osservare che, in considerazione dell'interesse generale sotteso alle questioni di legittimità costituzionale, è ininfluente l'atteggiamento difensivo assunto dall'imputato nella concretezza del giudizio. Sacrificato è altresì il diritto della parte civile la quale, anche ammessa la possibilità di trasferimento dell'azione in sede civile, deve soggiacere alla sospensione prevista dal comma 3 dell'art. 75 del codice di procedura penale". <



segue n. 41

Quindi in particolare, è vero che la Corte Costituzionale non sancì espressamente che la norma di sospensione di quei processi dovesse essere adottata con legge costituzionale?
E ancora, il nostro ordinamento giuridico consente ad una legge ordinaria di derogare ad una legge costituzionale?
La ringrazio per l'attenzione che vorrà dedicarmi e le auguro buon lavoro.



" 2008
L'anno di quando,come se non bastassero gli altri,nacque lo stato del Kosovo,di quello quando a Milano aprì i battenti il centesimo ristorante giapponese e l'Ordine professionale dei tutor superò in fama e numero di addetti il settore metalmeccanico, di quando diventò impossibile comperare un paio di scarpe da passeggio senza ricorrere a un consulente,di qunado fra i tanti revival ci fu anche quello dell'elettrochoc,perchè le radici del passato riemergono (ndr in questi casi) sempre.
Di quando Harry Potter [(ndr ma anche il business dei libri ke nn è verò che gli italiani nn leggono e li elevano sommamente con la solitudine dei numeri (che) primi( non sono)]
continuò a esercitare il suo domicilio sul mondo e il gruppo del Mulino( ndr ke nn è quello della solitudine ricca di certi numeri anke di lettori su cui peraltro quelli sani del paese nn vogliono lavorare) invece perse per sempre il governo dell'Italia;e DI QUANDO TRA GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA' SI DECISE DI CONCENTRARE LE RESIDUE SPERANZE SULLA FINE DEI PANTALONI A VITA BASSA E DELLE SCARPE A PUNTA(ndr M/M).......SIATE FELICI,E SE NON CE LA FATE CERCATE ALMENO DI ESSERE ALLEGRI.MI PERMETTO DI DISSENTIRE DAL MAESTRO FO:NON E' VERO CHE "il nostro piangere fa male al re".E'IL NOSTRO RIDERE CHE GLI FA DAVVERO MALE(ndr 1 M/M..2 quando si riuniscono tutti i comici,intellettuali,giornalisti,giudici,medici,insegnanti..e politici rimasti di buona volonta' serrati in una serra,coltivando x metterla in atto una volta per tutte x sfondare dentro la vita bassa oltre lo schermo del truman show dove siamo tutti prigionieri?è possibile dimostrare legge e risate alla mano,ke certe leggi sono state promulgate in questo e in quel momento,x favorire una parte mentre questi o quelli hanno giurato fedeltà ogni volta nell'interesse della nazione?buon lavoro a tutti quelli che si vergognano al posto di chi nn si vergogna..per ora)"
breviario comico a perpetua memoria -michele serra



Gentile Dott. Tinti
Perchè c'è ancora così estrema cautela intorno al responso della Corte Costituzionale? Si continua a parlarne al condizionale, per ipotesi, tenendo in conto l'eventualità che la Corte si pronunci (malauguratamente) favorevole alla legge salva-premier...Quasi a dire 'Sì, è palesemente incostituzionale, ma non si sa mai...potrebbero esserci dei risvolti, che chissà come e perchè, che salverebbero l'insalvabile...'.
Grazie e a presto



abbiamo il governo peggiore d'europa e la colpa è ovviamente di chi lo ha voluto con il voto. in altri paesi uno come berlusca non esiste nemmeno, per fortuna. qui invece è al governo! questo è un paese folle, e chi fugge all'estero fa decisamente bene.


mario, premetto che non ho votato alle ultime elezioni perchè nessuno dei due schieramenti mi scaldava il cuore, tuttavia il responso delle urne va sempre rispettato.
quello che lei dice, ovvero che la colpa di avere berlusconi è di chi lo ha votato, è un attentato agli elementari principi di democrazia.
eppoi in questo blog si parla di giustizia e non di politica; se lei odia berlusconi ci sono altri 1000 blog dove esprimere questo sentimento.
se lei poi sosstiene che sia corretto parlare in questo blog giuridico di berlusconi poichè quest'ultimo è in perenne conflitto con la magistratura, le ricordo incidentalmente i casi di de magistris e della forleo che furono vittime di uno schieramento politico diverso da quello capeggiato da berlusconi.
si guardi anche la riforma del 96 (governo di sx) sui reati contro la p.a. e si chieda come mai sia stato di fatto swvuotato di contenuto il reato di abuso di ufficio e chi ne beneficiò non poco di quella operazione giuridica (è uno che mangia turtlen per capirci).
guardi anche che nel 1999, probabilmente per un errore, si tolse l'ergastolo anche per i reati di mafia (per tutti i reati) in quanto si stabilì che, per coloro i quali optavano per il rito abbreviato, la pena dell'ergastolo veniva ridotta a 30 ani.
ci vollero numerosi interventi legislativi per porre rimedio all'errore.
tutto questo per dirle che il rapporto politica magistratura è un rapporto ontologicamente conflittuale e berlusconi è la punta di un iceberg, certo molto ingombrante e scomodo, tuttavia non guardiamo al dito che indica alla luna........



non mi piaceva il governo prodi e non mi piace questo. e ribadisco che un popolo serio non avrebbe certo un governo come questo! e il pd non è molto diverso. la giustizia è allo sfascio per colpa della casta politica, ergo io detesto la casta malefica e chi la vota.


Eg. dott. Tinti,
sembra quasi di sentirle lE grida disperate dei commentatori che vogliono mandar via Berlusconi. Farebbe bene a spiegare loro che non è possibile per vari motivi, il primo dei quali è che: "Berlusconi è un MAFIOSO, lo dichiaro ufficialmente...BERLUSCOSANOSTRA (16/6/1998)". Forse nessuno ricorda che lo disse bossi una diecina di anni or sono; nessuno ricorda Bossi che disse: "Io posso dire che Berlusconi fa i soldi con la COCAINA e l'EROINA (corriere della sera, 19/9/1955)...QUEL DELINQUENTE...QUEL CORNUTO...(corriere della sera 19 aprile e 12 giugno 55)..."BERLUSCONI è PEGGIO DI MUSSOLINI...(la repubblica 16/6/998) ecc. ecc.
e quando Bossi diceva queste cose diceva LA VERITA'. Ora, dato per scontato che tutto sia vero, il compito di Berlusconi è quello di infiltrare MAFIOSI in colletto bianco, in numero tale da poter legiferare con una maggioranza schiacciante, e ciò potrebbe essere avvalorato dal gran numero di avvocati e giuristi SICILIANI di PALERMO in odore di mafia che ha collocato nei principali ministeri. Questo potrebbe essere il motivo per cui il Cavaliere non ha mai querelato Bossi per queste gravi e infamanti accuse che sono: VERE. Abbiamo constatato che Bossi non è asservito a Berlusconi tanto è vero che, ultimamente, lo ha rimbrottato per la legge salvapremier al punto da chiamarlo COGLIONE; E ciòfa credere che Bossi si stia servendo delle sue accuse DOCUMENTATE per ricattare il Premier e per ottenere IL FEDERALISMO, suo solo ed ultimo scopo. Pertanto Berlusconi potrà essere spodestato solo quando il NORD sarà della LEGA e il CENTRO SUD in mano alla mafia. Forse allora sarà passato a miglior vita per cause naturali o sarà fatto saltare in aria per distruggere la possibilità di un PENTIMENTO dell'ultima ora.
Può sembrare un romanzo di fantascienza zeppo di maldicenze; ma come dice il GOBBO DEMOCRISTIANO (che se ne intende) "A PARLAR MALE SI FA' PECCATO, MA QUASI SEMPRE SI INDOVINA".



ma questo non era un sito su temi giuridici?
possibile che tutti gli spazi di approfondimento libero sulla rete debbano diventare terra di conquista di chi odia o non stima berlusconi?



parlare di giustizia senza parlare di politica è assurdo, visto che le leggi sono fatte proprio dai politici. e purtroppo i nostri politici non fanno buone leggi...


Gentile Dott. Tinti,
Ho appena letto sul sito de l'Unità che è stato aperta un'inchiesta dalla Procura di Roma per le frasi dette da Beppe Grillo nei confronti del Presidente Napolitano e da Sabina Guzzanti nei riguardi del Papa. (Della Carfagna nessuna traccia, a quanto pare).
Il diritto di satira è sancito dall'ordinamento. Grillo e Guzzanti sappiamo chi sono e cosa fanno: l'uno è un comico, l'altra fa satira. Satira e comicità dovrebbero essere il banco di prova di una democrazia. E invece? E invece no. Democrazia significa, art.21 significa: bavaglio ai giornalisti liberi, bavaglio a comici e satirici, bavaglio a diritti e libertà fondamentali. No, non è così, non dovrebbe essere così. Perchè altrimenti questo Paese non è più degno di definirsi Repubblica democratica, non è più degno della Costituzione nata dalla Resistenza. Ma l'etichetta basta a farci credere che lo sia.




scusa elisabetta mi dici l'articolo che sancisce il diritto di satira? libertà di pensiero e di manifestare le proprie opinioni, forse intendevi questo?

e poi, ci si lamenta dell'immunità per i politici, perchè dovremmo creare una immunità per chi dice cose pesanti nascondendosi dietro la satira?

ma qui non si doveva parlare di dritto?



grillo e la guzzanti hanno detto le loro opinioni e secondo me non hanno commesso alcun reato. inoltre nei paesi normali la satira è giustamente libera. ma siamo in italia, ergo staremo a vedere...


Il diritto di satira, parimenti a quello di critica, rientrano nell'ordine di applicazione dell'art. 21 della Costituzione. Inoltre, ed in particolare, il diritto di satira viene riconosciuto dall'art. 33 della Costituzione, quello che sancisce la libertà dell'arte. Ce ne sarebbe da dire e da approfondire in merito, ma vorrei solo accennare ad un paio di considerazioni.
Esaltando i difetti del potente di turno, la satira lo mette sullo stesso piano dell'uomo della strada, dell'uomo medio, onorando in questo modo - e addirittura? - il principio di uguaglianza. Siamo tutti uguali, con i nostri difetti e i nostri errori, le nostre ipocrisie e le nostre gaffes. E se non sentiremo più nessuno che ci dirà 'Il re è nudo!', allora sì che la democrazia sarà molto più che in pericolo. Perchè non sarà più.
D'accordo, il diritto alla critica (che in quanto tale è interpretazione soggettiva di fatti) e il diritto alla satira potrebbero cozzare con il diritto all'onore, al buon nome, alla reputazione,...Tutto dipende dalla rilevanza pubblica del personaggio in questione e dalle informazioni che circolano sul suo conto. La satira agisce proprio su questo bacino di informazioni, indipendentemente dalla loro veridicità o falsità. Non si basa su fatti (di quelli dovrebbero occuparsi i giornalisti). Ciò che prende di mira è la dimensione pubblica conquistata dal personaggio, dimensione che potrebbe non combaciare (totalmente/parzialmente)con quella reale.
Se ci si 'lamenta' dell'immunità dei politici è proprio perchè si 'lamenta' la violazione di almeno un diritto fondamentale sancito all'art. 3 della Carta Costituzionale, quello sull'uguaglianza di tutti i cittadini, senza distinzione alcuna, "nemmeno" di opinioni politica e di posizione sociale.
E' un lamento che vale la pena di fare, perchè in difesa di almeno un diritto fondamentale.
L'immunità per la alte cariche dello stato su quale diritto si fonda? Quello dei maiali di Orwell, per analogia? E' esso stesso un 'd



L'immunità per la alte cariche dello stato su quale diritto si fonda? Su quello dei maiali di Orwell, per analogia? E' esso stesso un 'diritto' creato ad hoc. Come si fa a paragonare la satira (che non abbisogna di immunità, è satira) con l'immunità dei quattro Presidenti, sapendo che grazie ad essa potranno compiere qualsiasi reato penale e civile impunemente, godendo addirittura di un effetto retroattivo della legge?!
E dovrei scandalizzarmi se qualcuno dice 'Il re è nudo'?
Mi scandalizza lo scandalo, mi scandalizza chi non si 'lamenta', mi scandalizza lo scempio della Costituzione e mi scandalizza chi non lo vede o fa finta di non vedere.



Gentile Dottor Tinti e gentili frequentatori del forum, finchè discutiamo, manco a dirlo, vengono presentati già gli emendamenti...difficile star dietro ai vari "bis" e "ter" degli articoli (anche per le riviste specializzate è impossibile presentare commenti "freschi"). così mi permetto di chiedere al Dottor Tinti, se lo ritiene opportuno, un commento sugli emendamenti del 12 luglio al decreto sicurezza, che verranno votati lunedì 14, sulla discrezionalità dei magistrati di sospendere i processi "ad udienza fissa" (con rinvio dell'udienza al massimo di 18 mesi), ricomprendendovi anche i reati coperti da indulto e rovesciando (se ho ben capito) il criterio di applicazione del rinvio: da scelta dell'imputato, a discrezionalità del Giudice (salva l'opposizione dell'imputato). La ringrazio per le delucidazioni, ennesima modifica del codice,ennesima necessità di edizione aggiornata (e ulteriori spese). da noi in Veneto si dice "il tacòn xe pexo del sbrego" (il rattoppo è peggiore dello strappo). cordiali saluti a tutti ed un ringraziamento al Dottor Tinti. eva


elisabetta, condivido tutto quello che hai detto e faccio mio il tuo pensiero (che poi è un pensiero che si fonda su precisi articoli di legge).

credimi sono anch'io scandalizzato (ma per tutto, non solo per i politici, mi sconvolgono anche altre caste) tuttavia non vorrei che una opposizione alla di pietro portasse allo sfascio il paese.

chiudo gli occhi mi turo il naso mi tappo le orecchie mi prendo un plasil e vedo se, dopo aver sistemato i suoi (ma non solo suoi) problemi con la giustizia, si passa a parlare di redditi, di inflazione di sostegni alle famiglie di ripresa economica.

se casca anche questo governo siamo allo sfascio, stiamo entrando in uno dei periodi economicamente più difficili dal 29 ad oggi, abbiamo bisogno di stabilità.

faccia le sue porcate, ma faccia qualcosa anche per chi in questo prossimo futuro perderà il posto di lavoro; è un becero baratto, ma non vedo altra via.

sinceramente, gianni



mi dispiace devo dissentire da Gianni..so che siamo al 61 governo dal primo della prima repubblica ..è tutto dire..e sono consapevole della ragionevolezza della mancata solidità costituzionalemnte in utile su tutti i fronti ( giustizia e sanità compresa) che nn ci hanno dato anche causa la mancata stabilità degli eletti o governanti ma...
occorre a mio avviso prorpio da un profeta dei vostri nostri , morto per questo , separare definitivamente priuma possibile malapolitica da buona politica , altrimenti la solidità la metteranno sempre e comqunue solo in certi bilanci e nn altri che sono quelli della maggioranza dei CITTADINI di qualcunque opinione siano e debbano essere in una buona destra o conservatori e in una buona sinistra o progressisti che nn abbimao mai avuto

un caro saluto a tutti



nn oso pensare e far pensare, con un elenco non da profeta, a tutti gli altri danni che potranno anocra fare proprio per la situazione contingente economica energetica


veramente allo sfascio ci siamo già, e con questo governo le cose non possono certo migliorare, anzi...


grazie Mario..spiega tu a chi ancora nn si è accorto dopo tutti queste pugnalate alla costituzione naturale e poi di legge di ogni uomo SANO, quali e quanti altri danni a questo punto MORTALI! dello sfascio finale..la fame totale e l'azzanarsi l'un con l'altro della parola fine





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti