.
Annunci online

abbonamento
commenti

di Giorgio Meletti, autore di "Nel Paese dei Moratti"
(da Il Fatto Quotidiano, 29 ottobre 2010)

Omicidio colposo: i pm chiedono il processo per i vertici della raffineria dei Moratti 
Cagliari - Omicidio colposo plurimo, per essersi resi responsabili, con i proprio comportamenti omissivi, della morte di tre operai, Daniele Melis di 29 anni, Bruno Muntoni di 58, Gigi Solinas di 27. Con questa accusa la Procura della Repubblica di Cagliari ha chiesto il rinvio a giudizio dei vertici della Saras, la società quotata in Borsa controllata da Gian Marco Moratti (marito del sindaco di Milano) e da suo fratello Massimo, più noto come munifico presidente dell’Inter. L’incidente è accaduto il 26 maggio 2009 a Sarroch, in provincia di Cagliari, all’interno della più grande raffineria del Mediterraneo. 
  
Dal direttore alla ditta in appalto
In particolare, i pubblici ministeri Emanuele Secci e Maria Chiara Manganiello chiedono il processo per il il direttore generale della Saras, Dario Scaffardi, per il direttore delle operazioni industriali Antioco Mario Gregu, per il direttore della raffineria Guido Grosso e per il dirigente responsabile dell’area dove sono morti gli operai, Antonello Atzori. I magistrati, guidati dal procuratore della Repubblica di Cagliari, Mauro Mura, chiedono il processo anche per Francesco Ledda, legale rappresentante della Comesa, la ditta appaltatrice delle manutenzioni per la quale lavoravano i tre operai morti, due dei quali (Melis e Solinas, i più giovani) erano precari. 
In più è chiamato all’udienza preliminare per il rinvio a giudizio anche Gian Marco Moratti,   presidente e legale rappresentante della Saras, in quanto anche la società in quanto tale è coinvolta nel processo, per la legge 231 sulla responsabilità delle persone giuridiche nei fatti penali. La lista delle richieste di rinvio a giudizio sintetizza il percorso dell’inchiesta, che ha visto spostarsi verso l’alto, con il passare dei mesi, le responsabilità.Giannino Melis, il caposquadra della Comesa cui faceva capo Solinas, è stato indagato per un anno ed è uscito dall’inchiesta alla fine dello scorso giugno. Alla stretta finale è stata archiviata anche la posizione del capo cantiere della Comesa Vincenzo Meloni.   

Per capire le ragioni che hanno indotto la procura di Cagliari a chiedere il processo per due dei massimi dirigenti Saras, che lavorano negli uffici di Milano, a un migliaio di chilometri dalla raffineria, bisogna ripercorrere la dinamica dell’incidente. Il 26 maggio 2009, alle 13,50, Gigi Solinas, che era stato incaricato di entrare dentro la cisterna D-106 (ferma per manutenzione) per pulirla, si è affacciato alla via d’accesso senza potersi rendere conto che la cisterna stessa era satura di azoto: non c’era neppure un cartello. Respirando azoto puro, Solinas è morto in pochi secondi. Muntoni prima e Melis poi sono morti entrando nella cisterna per soccorrere il compagno. Non c’era nessun avviso di nessun genere per avvertire che quella cisterna era satura di azoto, un gas inodore e incolore. Secondo i risultati dell’inchiesta, i tre non erano dotati neppure del rilevatore di ossigeno (decisivo nei lavori di questo tipo) perché non era previsto nel capitolato dell’appalto dato alla Comesa dagli uffici milanesi della Saras.   

I pubblici ministeri hanno scritto nell’avviso di conclusione delle indagini che i vertici dell’azienda hanno omesso “di esplicare i doverosi compiti di pianificazione, di presidio e di accurata vigilanza resi necessari dalla natura non ordinaria dell’operazione di bonifica dell’accumulatore”, e hanno anche trascurato le “adeguate azioni di cooperazione, di informazione e di coordinamento”. 

Le misure non adottate
Dalla puntigliosa, dettagliatissima relazione del consulente della procura di Cagliari, Salvatore Gianino, i magistrati dell’accusa hanno tratta la convinzione che proprio i massimi vertici della società petrolifera “non adottavano tutte le misure idonee a prevenire gli incidenti rilevanti e a limitarne le conseguenze”. La relazione di Gianino fa risalire la morte dei tre operai, tutti originari del piccolo comune di Villa San Pietro, a pochi chilometri dalla raffineria, a ben dieci violazioni contemporanee della legge 81 del 2008 sulla sicurezza del lavoro. Secondo i pubblici ministeri è inevitabile il sospetto, o comunque l’ipotesi, che una condotta così disinvolta sia stata seguita dai vertici della Saras perché “così procedendo, riducevano i tempi – e conseguentemente i costi – della fermata dell’impianto”. L’udienza preliminare si terrà nei primi mesi del 2011. 

Nel frattempo i fratelli Gian Marco e Massimo Moratti, azionisti di controllo della Saras, dopo aver assegnato alle tre famiglie colpite una rendita di 2.500 euro al mese per vent’anni, hanno chiesto alle stesse famiglie di avanzare una richiesta di risarcimento.   


Nel paese dei Moratti
Sarroch - Italia. Una storia ordinaria di capitalismo coloniale
di Giorgio Meletti
Collana Principio attivo
Pagine 256 - euro 14,60

La scheda del libro
Acquista on line
Il gruppo su Facebook


commenti


di Stefania Limiti

autrice del libro "L'Anello della Repubblica"
 
Un uomo dell’Anello mi disse che Salvatore Giuliano non era stato ammazzato nel cortile dell’avvocato De Maria, che il bandito era morto molto tempo dopo e che l’operazione era stata gestita dalle spie di questo servizio segreto clandestino.

La rivelazione mi lasciò di stucco: se fosse vera – pensai – la storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi va riscritta. Da allora ho continuato a cercare evidenze, nuove prove a conforto di quel racconto. E molte cose sono emerse dall’ombra, come capita sempre quando si scava. Se avessi scritto allora quella rivelazione, mi avrebbero preso tutti per pazza.
Ma le cose si muovono sempre in questo nostro strano paese: e gli ultimi fatti confortano l’ipotesi più incredibile. La magistratura di Palermo ha avuto coraggio, affrontando un tema non ‘caldo’ma certamente non slegato anche dalla cronaca più attuale.

Quello che certo, per ora, è che nel cimitero di Montelepre all’interno della tomba con la foto di Turiddo, c'e' un cadavere, uno scheletro di una persona di sesso maschile, ben conservato.
Gli esami degli esperti diranno il resto. Vedremo se la storia del banditismo nero e dei suoi legami con le alte sfere della mafia italo-americana è stata chiusa con una soluzione a metà, con un grande compromesso, come quello che lo Stato in Italia ha continuato praticare, proprio dal dopoguerra fino ad oggi.   


L'Anello della Repubblica
La scoperta di un nuovo servizio segreto. Dal fascismo alle brigate rosse.
di Stefania Limiti

La scheda del libro
Acquista on line








 
La Sardegna come simbolo di una nazione da colonizzare. L’immagine che esce è quella di un’oligarchia asserragliata a difendere i privilegi acquisiti, di un paese vecchio. A pagare sono sempre gli ultimi. I lavoratori e i cittadini prigionieri nella loro terra.

Giorgio Meletti presenta "Nel paese dei Moratti":
Sarroch, 26 ottobre, ore 17.30
c/o Biblioteca Comunale
Porto Torres, 27 ottobre, 18.00
con l'autore intervengono Beniamino Scarpa, Sindaco di Sarroch, Sandro Ruju e Sante Maurizi.
c/o Centro culturale Filippo Canu, Corso Vittorio Emanuele 93
Cagliari, 28 ottobre, ore 17.30
con l'autore intervengono Renato Chiesa, Presidente Ass.ne Articolo2 e gli Avvocati Mario Maffei e Carlo Monaldi.
c/o Aula Magna Istituto Eleonora D'Arborea


Nel paese dei Moratti
Sarroch - Italia. Una storia ordinaria di capitalismo coloniale
di Giorgio Meletti
Collana Principio attivo
Pagine 256 - euro 14,60

La scheda del libro
Acquista on line
Il gruppo su Facebook


commenti

 1994
In libreria dal 22 ottobre 2010

1994
L'anno che ha cambiato l'Italia. Dal Caso Moby Prince agli omicidi di Mauro Rostagno e Ilaria Alpi. Una storia mai raccontata.
di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari
Collana Principio attivo
pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro

"Tanta roba io ce l'ho ancora in mano. Abbiamo in mano della roba che... Salta il ministero degli Esteri, salta la cooperazione italiana, salta tutta la Madonna". Da un'intercettazione telefonica a Giancarlo Marocchino, uomo d'affari attivo in Somalia dagli anni Ottanta.

Sei anni, dal 1988 al 1994. Quattro storie. Quattro misteri tra la Prima e la Seconda Repubblica. Il delitto Rostagno (1988), la tragedia del traghetto Moby Prince (1991), gli omicidi dell’ufficiale del Sismi Vincenzo Li Causi (1993) e dei reporter Ilaria Alpi e Miran Hrovatin (1994). Un filo lega fatti e date che preparano la grande svolta del 1994, l’anno della discesa in campo di Berlusconi e del suo trionfo.

Questa è una controinchiesta che impiega i risultati di diverse indagini della magistratura (da “Sistemi criminali” della Procura di Palermo a “Cheque to cheque” della Procura di Torre Annunziata, e molte altre). Testimonianze e documenti inediti, in un coacervo di omissioni, depistaggi, prove inquinate. Negli anni emergono brandelli di verità sulla tragedia del Moby Prince, nella rada di Livorno, dove erano in corso manovre illecite di trasbordo di armi e materiale bellico. E sul progetto Urano, una delle più colossali operazioni di smaltimento di rifiuti tossici. Il puzzle non è completo, ma ce n’è abbastanza per cogliere il disegno finale.

Mogadiscio, Livorno, Trapani, Palermo, Roma, Milano: tappe di un unico percorso che porta alle stragi di mafia del 1992-1993 e pone sotto una nuova luce la svolta elettorale del 28 marzo 1994, una settimana dopo l’uccisione in Somalia di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, i due giornalisti del Tg3 pronti a mandare in onda un servizio annunciato e clamoroso.

Un percorso che parla di traffici internazionali di armi, del coinvolgimento di personaggi della comunità per tossicodipendenti di Mauro Rostagno e del suo socio Francesco Cardella. E degli affari sporchi dei socialisti e della mafia, soprattutto trapanese, non quella delle coppole storte ma dei colletti bianchi e della massoneria. In prima linea anche uomini importanti nel progetto Dell’Utri per la nascita di Forza Italia. Ecco la faccia nascosta della Seconda Repubblica.

In appendice, le interviste ai magistrati Antonio Ingroia e Luca Tescaroli. Postfazione di Salvatore Borsellino.

Luigi Grimaldi, giornalista freelance, ha collaborato con “Il Gazzettino” di Venezia, “Liberazione”,“Avvenimenti”,“Famiglia Cristiana” e con la trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?" Ha scritto "Traffico d’armi. Il crocevia jugoslavo", con Michele Gambino (Editori Riuniti).
Luciano Scalettari, inviato speciale di “Famiglia Cristiana”, è stato consulente della Commissione parlamentared’inchiesta sul delitto Alpi-Hrovatin dal marzo 2004 all’8 febbraio 2005, quando si è dimesso dall’incarico. Sul caso Ilaria Alpi ha scritto "Ilaria Alpi. Un omicidio al crocevia dei traffici", con Alberto Chiara e Barbara Carazzolo (Baldini & Castoldi).

Presentazioni con gli autori
Livorno, 27 ottobre, ore 18.00
Intervengono Angelo Chessa e Carlo Palermo
c/o Libreria Gaia Scienza via Di Franco.
Bologna, 28 ottobre, ore 18.00
Intervengono Francesco Cavalli e Ippolito Negri
c/o Libreria Coop Ambasciatore, via degli Orefici 19
Lucca, 29 ottobre, ore 18.00
c/o LuccaLibri, corso Garibaldi 54
Pisa, 30 ottobre, ore 18.30
c/o E.S.P.A.C.E. Rebeldia, via Battisti 51/633
Milano, 3 novembre, ore 18.00
Intervengono Salvatore Borsellino e Gianni Barbacetto
c/o Libreria Coop via Festa del Perdono 12
Udine, 20 novembre, ore 18.00
 c/o Libreria Feltrinelli via Canciani

Rassegna stampa

 


commenti


In occasione della presentazione di Vaticano S.p.A. alla libreria Coop di Milano il 20 ottobre 2010, l'autore Gianluigi Nuzzi commenta a c6.tv gli ultimi sviluppi della vicenda IOR. (servizio ed intervista di Federica Giordani).


 


Vaticano S.p.A
Da un archivio segreto la verità sugli scandali finanziari e politici della Chiesa.
di Gianluigi Nuzzi

La scheda del libro
Acquista on line

L'archivio on line dei documenti segreti







commenti


(AGI) - Roma, 20 ott. - Non ci sono soltanto i 23 mln di euro, posti sotto sequestro nelle settimane scorse dal gip con tanto di conferma del tribunale del riesame, a muovere la procura di Roma nei confronti dell'Istituto per le Opere di religione.

A PROCURATORE E PM ANCHE CARTE SU ALTRE OPERAZIONI
Tra le carte che il procuratore aggiunto Nello Rossi e il pm Stefano Rocco Fava avevano messo a disposizione del collegio del riesame (e quindi anche della difesa), in vista della discussione del ricorso, ci sono anche documenti relativi ad altre operazioni compiute dallo Ior lo scorso anno e segnalate come sospette all'Uif (Unita' di informazione finanziaria) della Banca d'Italia. Tutto cio' per dimostrare - secondo l'ottica accusatoria - che l'istituto di credito vaticano ha un 'modus operandi' che viola da tempo la normativa vigente in materia di antiriciclaggio e che il quadro probatorio a carico del presidente Ettore Gotti Tedeschi e del direttore generale Paolo Cipriani e' piu' complicato di quello che si pensava in un primo momento.

LO STUPORE DELLA SANTA SEDE
"La notizia della conferma, da parte del Tribunale del Riesame, del sequestor in via preventiva di un deposito dello Ior su un conto del Credito Artigiano e' stata appresa con stupore". Lo afferma il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, "Si ritiene - aggiunge - che si tratti di un problema interpretativo e formale". Tanto che, conclude il gesuita, "i responsabili dello Ior ritengono di poter chiarire tutta la questione al piu' presto nelle sedi competenti".

NOVEMBRE 2009: ASSEGNI DA 300 MILA EURO
Tra le altre vicende su cui si indaga c'e', ad esempio, un'operazione del novembre del 2009, finita all'attenzione dei giudici del riesame, che fa riferimento ad assegni per complessivi 300mila euro incassati su un conto Ior presso Unicredit e negoziati da tale Maria Rossi (indicata dalla banca come la mamma di un reverendo, titolare del conto stesso). Dalle indagini, pero', e' emerso che quei soldi provengono da fondi di una banca di San Marino e che quello di Maria Rossi e' un nome di pura fantasia.

OTTOBRE 2009: UN PRELIEVO DA 600 MILA EURO
Un mese prima, ottobre 2009, presso una filiale di Intesa San Paolo sarebbe avvenuto un prelievo di 600mila euro in contanti senza che lo Ior avesse indicato la destinazione. Su sollecitazione della banca, l'istituto vaticano avrebbe parlato di soldi per missioni religiose senza fare riferimento a natura e scopo dell'operazione.

MOVIMENTATI 140 MILIONI IN CONTANTI IN UN ANNO
Cosi' Intesa San Paolo ha fatto la segnalazione all'Uif, avvertendo anche che nell'arco di un anno sono stati movimentati ben 140 milioni di euro in contanti. Tra i tanti destinatari indicati dallo Ior come beneficiari di assegni c'e' anche un nominativo, finito all'attenzione dei magistrati della procura di Perugia che indagano sulle irregolarita' negli appalti sui Grandi Eventi: si tratta di quello di don Evaldo Biasini, economo della Congrega del Preziosissimo Sangue, indicato dalla stampa come il custode dei 'fondi neri' del costruttore Diego Anemone.

IN VISTA LA REGOLARIZZAZIONE CON LA BANCA D'ITALIA
Al di la' del probabile ricorso in Cassazione, non e' escluso che lo Ior decida di regolarizzare una volta per tutte i rapporti con la Banca d'Italia (la cui circolare del 9 settembre scorso ai vari istituto di credito italiani impone obblighi di verifiche rafforzati e non semplificati), visto che la banca vaticana e' considerata extracomunitaria. I 23 milioni, dal canto loro, rischiano di rimanere congelati ancora per tanto tempo se il Credito Artigiano non dovesse ottenere risposta su natura e scopo del trasferimento di quei soldi.

E SI VA VERSO IL RICORSO IN CASSAZIONE
Il Tribunale del Riesame di Roma ha respinto il ricorso presentato dall'avvocato Vincenzo Scardamaglia, che assiste il presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi e il direttore generale Paolo Cipriani, confermando il provvedimento di sequestro preventivo disposto dal gip Maria Teresa Covatta su richiesta del procuratore aggiunto Nello Rossi e del pm Stefano Rocco Fava. Gotti Tedeschi e Cipriani sono indagati per violazione della normativa antiriciclaggio perche' nel disporre il trasferimento di 20 mln di euro alla Jp Morgan di Francoforte e di altri 3 alla Banca del Fucino non hanno indicato natura e scopo dell'operazione. Il tribunale non ha ancora depositato le motivazioni del provvedimento. Una volta note le ragioni, e' molto probabile che i legali dello Ior facciano ricorso in Cassazione. 

Vaticano S.p.A
Da un archivio segreto la verità sugli scandali finanziari e politici della Chiesa.
di Gianluigi Nuzzi

La scheda del libro
Acquista on line

L'archivio on line dei documenti segreti






commenti

1994In libreria dal 21 ottobre

(AGI) - Roma, 18 ott. - Da caso Moby Prince agli omicidi di Mauro Rostagno e Ilaria Alpi, un libro racconta un anno che ha "cambiato l'Italia". E' "1994" (editore Chiarelettere, pp. 480, euro 16,60), nel quale il giornalista freelance Luigi Grimaldi e l'inviato di famiglia Cristiana, Luciano Scalettari, che della commissione parlamentare ul casi Alpi-Hrovatin e' stato a lungo consulente. Si tratta di quattro storie, in una cornice di tempo dal 1988 al 1994. Quattro misteri tra la Prima e la Seconda repubblica: il delitto Rostagno (1988), la tragedia del traghetto Moby Prince (1991), gli omicidi dell'ufficiale del Sismi Vincenzo Li Causi (1993) e dei reporter Ilaria Alpi e Miran Hrovatin (1994). Un filo, afferma il volume, lega fatti e date che preparano la grande svolta del 1994, l'anno della discesa in campo di Berlusconi e del suo trionfo.
 "1994" e', sottolinea l'editore, una controinchiesta che impiega i risultati di diverse indagini della magistratura (da "Sistemi criminali" della Procura di Palermo a "Cheque to cheque" della Procura di Torre Annunziata, e molte altre). Testimonianze e documenti inediti, in un coacervo di omissioni, depistaggi, prove inquinate. Negli anni emergono brandelli di verita' sulla tragedia del Moby Prince, nella rada di Livorno, dove erano in corso manovre illecite di trasbordo di armi e materiale bellico. E sul progetto Urano, una delle piu' colossali operazioni di smaltimento di rifiuti tossici. "Il puzzle non e' completo, ma ce n'e' abbastanza per cogliere il disegno finale", sostengono gli autori..
Mogadiscio, Livorno, Trapani, Palermo, Roma, Milano sono, nella lettura di Grimaldi e Scalettari, tappe di un unico percorso che porta alle stragi di mafia del 1992-1993 e pone sotto una nuova luce la svolta elettorale del 28 marzo 1994, una settimana dopo l'uccisione in Somalia di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, i due giornalisti del Tg3 pronti a mandare in onda un servizio annunciato e clamoroso. Il libro contiene anche interviste ai magistrati Antonio Ingroia e Luca Tescaroli. La postfazione e' di Salvatore Borsellino.


commenti

L'appello di Michele Santoro

Cari amici, vi ringrazio per le adesioni al mio appello che sono già migliaia, ma dobbiamo ottenere il massimo del risultato. Quindi vi chiedo di raccogliere anche le firme di chi non usa internet inviandole contemporaneamente a questi indirizzi:
annozerodevecontinuare@yahoo.it
segreteriapresidenza@rai.it

Il primo indirizzo è molto importante per avere il quadro completo delle adesioni raccolte. Potete utilizzare la formula seguente o un'altra con le stesse caratteristiche:
"Gentile presidente Paolo Garimberti, i sottoscritti abbonati Rai chiedono di non essere puniti al posto di Santoro e che Annozero continui ad andare in onda regolarmente."
Vi prego di seguire queste semplici raccomandazioni e di far girare la nostra sottoscrizione usando la rete perché è l'unica opportunità che possiamo gestire con le nostre forze.

Un abbraccio
Michele Santoro


Annozero: arbitrato blocca la sanzione (Ansa, 15/10/2010)
L'iniziativa -
Non vedrò mai più i canali Mediaset fino a quando non potrò vedere Annozero



commenti


Giorgio Meletti presenta il suo ultimo libro "Il paese dei Moratti" alla libreria Melbookstore di Roma, 12 ottobre 2010. All'incontro hanno partecipato Massimo Bordin, ex direttore di Radio Radicale e Corradino Mineo, direttore di Rainews24.



(video da  www.ilfattoquotidiano.it)


Nel paese dei Moratti
Sarroch - Italia. Una storia ordinaria di capitalismo coloniale
di Giorgio Meletti
Collana Principio attivo
Pagine 256 - euro 14,60

La scheda del libro
Acquista on line
Il gruppo su Facebook






sfoglia settembre   <<  1 | 2 | 3  >>   novembre

 

VIDEO

Sottoscrivi via email gli aggiornamenti di questo blog

Feed RSS di questo blog  RSS 2.0

CONTATTI
info@chiarelettere.it
Tel. +39.02.00649632
Via Melzi d'Eril 44
20145 Milano


Chiarelettere è promossa da
Pro Libro Service s.r.l. info@prolibroservice.it
e distribuita da Messaggerie



I LIBRI DI CHIARELETTERE

Metastasi
Sangue, soldi e politica tra Nord e Sud.
La nuova 'ndrangheta nella confessione di un pentito
di Gianluigi Nuzzi con Claudio Antonelli
Collana: Principio attivo
Pp 208 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Gaber. L'illogica utopia
Autobiografia per parole e immagini
a cura di Guido Harari
con la collaborazione della Fondazione Giorgio Gaber
Pp 320 - euro 59
La scheda
Vai alla rubrica


Ai confini del mondo
Il viaggio, le inchieste, la vita di un reporter non comune.
Un libro di Giorgio Fornoni.
Un film di Gianandrea Tintori
Collana Dvd+libro
Pp 176, durata film: 60 minuti
euro 18,60 €
La scheda
Vai alla rubrica


La lobby di Dio
Fede, affari e politica. La prima inchiesta su Comunione e Liberazione e la Compagnia delle Opere
di Ferruccio Pinotti
con la collaborazione di Giovanni Viafora
Collana Principio attivo
Pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


1994
L'anno che ha cambiato l'Italia. Dal Caso Moby Prince agli omicidi di Mauro Rostagno e Ilaria Alpi.
Una storia mai raccontata.
di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari
Collana Principio attivo
pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Nel paese dei Moratti
Sarroch-Italia: una storia ordinaria di capitalismo coloniale
di Giorgio Meletti
Collana Principio attivo 
pp. 256 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'Italia in Presadiretta
Viaggio nel paese abbandonato dalla politica
di Riccardo Iacona
Collana Reverse
pp. 192 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Di testa nostra
di Andrea Camilleri e Saverio Lodato
Collana Reverse
pp. 224 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'agenda nera
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza.
Collana Reverse
pp.464 - euro 15
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La colata
di Ferruccio Sansa, Andrea Garibaldi, Antonio Massari,
Marco Preve, Giuseppe Salvaggiulo
Collana: Principio Attivo
Pp. 544 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Intrigo internazionale
di Giovanni Fasanella e Rosario Priore
Collana Principio Attivo
Pagine 208 - euro 14,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica

assaltoalpm
Assalto al Pm
di Luigi de Magistris
Collana Reverse
Pagine 336 - euro 14
La scheda del libro
Vai alla rubrica

dopod il ui il diluvio
Dopo di Lui il diluvio
di Oliviero Beha
Collana Reverse
Pagine 256 - euro 14,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica

senz'anima
Senz'anima
di Massimo Fini
Collana Reverse
Pagine 496 - euro 15
La scheda del libro
Vai alla rubrica

pane e bugie
Pane e bugie
di Dario Bressanini
Collana Reverse
Pagine 320 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Controcanto
di Marco Revelli
Collana Reverse
euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Grazie

di Riccardo Staglianò
Collana Principio Attivo
Pagine 240 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il partito dell'amore
di Mario Portanova
Collana: Reverse
Pagine 256 - euro 12
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Ad personam
di Marco Travaglio
Collana Reverse
Pagine 608 - euro 16,90
La scheda del libro
Vai alla rubrica


I dieci giorni che sconvolgeranno il mondo
di Alain Minc
Traduzione di Valentina Abaterusso
Collana Reverse
Pagine 128 - euro 12
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il patto
di Nicola Biondo e Sigfrido Ranucci
Collana Principio Attivo
Pagine: 338 - euro 16,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La strada di Levi
di Davide Ferrario, Marco Belpoliti, Andrea Cortellessa
Collana DVD + libro
Euro 24
La scheda
Vai alla rubrica


Giorgio Perlasca
di Dalbert Hallenstein e Carlotta Zavattiero
Pagine: 220 - euro 14
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Tourbook - Fabrizio De André 1975/98
di Fondazione Fabrizio De André onlus
a cura di Elena Valdini
Pagine: 484 - euro 59,00
La scheda del libro


Dentro l'Opus Dei
di Emanuela Provera
Collana: reverse
Pagine: 216 - euro 4,00
La scheda del libro


Fuori orario
di Claudio Gatti
Collana: principioattivo
Pagine: 241 - euro 15,00
La scheda del libro


Adesso basta
di Simone Perotti
Collana: reverse
Pagine: 195 - euro 14,00
La scheda del libro


La cura
di Michele Ainis
Collana: reverse
Pagine: 183 - euro 14,00
La scheda del libro


Agenda voglioscendere 2010
dal blog di Corrias, Gomez e Travaglio
a cura di Roberto Corradi
Prezzo: euro 12,90
La scheda


Il regalo di Berlusconi
di Peter Gomez e Antonella Mascali
Collana: principioattivo
Pagine: 339 - 15,00 euro
La scheda del libro


Presunto colpevole
di Luca Steffenoni
Collana: reverse
Pagine: 272 - 14,00 euro
La scheda del libro


Papi
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Collana: reverse
Pagine: 331 - 15,00 euro
La scheda del libro


Un inverno italiano
di Andrea Camilleri e Saverio Lodato
Collana: reverse
Pagine: 336 - euro 14,60
La scheda del libro


Miss Little China
di Riccardo Cremona e Vincenzo De Cecco (DVD)
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò (libro)
Collana: libro+DVD
Pagine: 77 - euro 19,60
La scheda del libro


Processo agli economisti
di Roberto Petrini
Collana: reverse
Pagine: 170 - euro 13,60
La scheda del libro


Vaticano S.p.A.
di Gianluigi Nuzzi
Collana: principioattivo
La scheda del libro
La rubrica dell'autore


Italia Anno Zero
di Beatrice Borromeo, Marco Travaglio e Vauro
Collana: reverse
La scheda del libro


I nuovi mostri
di Oliviero Beha
Collana: reverse
Pagine: 281 - 13,60 euro
La scheda del libro


La morsa
di Loretta Napoleoni
Collana: reverse
Pagine 186 - 13,60 euro
La scheda del libro


L'Anello della Repubblica
di Stefania Limiti
Collana: principioattivo
Pagine 337 - 16 euro
La scheda del libro


Giovani e belli
di Concetto Vecchio
Collana: principioattivo
Pagine 193 - 14 euro
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il Sol dell'Avvenire
di Giovanni Fasanella e Gianfranco Pannone
Pagine: 127
Durata DVD: 77 minuti
Prezzo: euro 19,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica
Il gruppo su facebook


Passione reporter
di Daniele Biacchessi
Prefazione di Ferruccio De Bortoli
Collana: reverse
Pagine: 230 - euro 12,60
La scheda del libro
Il Teatro Narrativo Civile


Lotta civile
di Antonella Mascali
Collana: reverse
Pagine: 305 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Profondo nero
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza
Collana: principioattivo
Pagine: 295 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La questione immorale
di Bruno Tinti
Collana: reverse
Pagine: 205 - euro 13,60
La scheda del libro
Il blog di Bruno Tinti


Io sono il mercato
di Luca Rastello
Collana: reverse
Pagine: 176 - 12,00 euro
La scheda del libro


Un paese di baroni
di Davide Carlucci e Antonio Castaldo
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il suono e l'inchiostro
A cura del Centro Studi Fabrizio De André
Prezzo: euro 15,00
Collana: reverse
La scheda del libro


La Finanziaria siamo noi
di Stefano Lepri
Prezzo: euro 13,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro


Strage continua
di Elena Valdini
Prefazione di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: euro 12,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


ALZA LA TESTA!
di Piero Ricca
con Franz Baraggino, Diego Fabricio, Elia Mariano
Prefazione di Marco Travaglio
Prezzo libro + DVD: euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Un nuovo contratto per tutti
di Tito Boeri e Pietro Garibaldi
Prezzo: euro 10,00
Collana: reverse
La scheda del libro


Evaporati in una nuvola rock
a cura di Guido Harari e Franz Di Cioccio
Prezzo: euro 37,00
La scheda del libro


La paga dei padroni
di Gianni Dragoni e Giorgio Meletti
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Bavaglio
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Introduzione di Pino Corrias
Prezzo: euro 12,00
Collana: principioattivo
La scheda del libro


I cinesi non muoiono mai
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il partito del cemento
di Marco Preve e Ferruccio Sansa
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il ritorno del principe
di Saverio Lodato e Roberto Scarpinato
Prezzo: euro 15,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Non chiamarmi zingaro
di Pino Petruzzelli
Prezzo: euro 12,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'attentato
di Andrea Casalegno
Prezzo: euro 12
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Voglia di cambiare
di Salvatore Giannella
Prezzo: euro 13,40
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Se li conosci li eviti
di Peter Gomez e Maco Travaglio
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Viaggio nel silenzio
di Vania Gaito
Collana: reverse
La scheda del libro
Il blog dell'autrice

Doveva morire
di Ferdinando Imposimato e Sandro Provvisionato
Prezzo: 15,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Nostra eccellenza
di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: 12,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica
La giornata del risparmio energetico

 
Sparlamento. Vita e opere dei politici italiani
di Carmelo Lopapa
Prefazione di Dario Fo e Franca Rame
Prezzo: 14,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



La Repubblica del ricatto

di Sandro Orlando
Prefazione di Furio Colombo
Prezzo: 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica









Mani sporche
di Gianni Barbacetto, Peter Gomez, Marco Travaglio
Prezzo: 19,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica
Ascolta l'incipit
 
 


 



Sante ragioni
Autori: Carla Castellacci, Telmo Pievani
Prezzo: 13,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



A piedi
Autori: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro
Prezzo: euro 13,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



Il giorno in cui la Francia è fallita
Autori: Philippe Jaffré, Philippe Ries
Prefazione di Francesco Giavazzi
La scheda del libro
Vai alla rubrica

Capitalismo di rapina
Autori: Paolo Biondani, Mario Gerevini, Vittorio Malagutti
Collana principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica



Toghe rotte
A cura di Bruno Tinti
Prefazione di Marco Travaglio
La scheda del libro

Vai alla rubrica

Ascolta l'incipit

Il blog dell'autore



Siamo Italiani
A cura di David Bidussa
Collana: reverse
Prezzo: 10 euro
La scheda del libro

Vai alla rubrica



L'Agenda Rossa di Paolo Borsellino
Autori Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza
Prezzo: 12 euro
Prefazione di Marco Travaglio
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il Paese della Vergogna
di Daniele Biacchessi
Prezzo 9,50
Prefazione di Franco Giustolisi
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Italiopoli
di Oliviero Beha
Prezzo: 13,60
Prefazione di Beppe Grillo
La scheda del libro
Il blog dell'autore