.
Annunci online

abbonamento


Intervista a Gianluigi Nuzzi a cura di Antonio Prudenzano
da Affaritaliani.it
19 ottobre 2009

"Il 40% dei proventi di 'Vaticano Spa' andrà in beneficenza, alla fondazione di monsignor Dardozzi". Gianluigi Nuzzi sceglie Affaritaliani.it per annunciarlo e per commentare il successo alla Fiera del Libro di Francoforte del suo saggio-inchiesta: "Per la prima volta, venerdì scorso (16 ottobre, ndr), il Financial Times ha dedicato una pagina a un saggio italiano ('Vaticano Spa', ndr). Una bella soddisfazione"

"Sono orgoglioso di guadagnare con un libro come 'Vaticano Spa' (Chiarelettere). Lo sarei stato molto di meno se lo avessi fatto con la biografia di Ronaldinho, tanto per fare un esempio".
Gianluigi Nuzzi, autore del bestseller sullo Ior (il saggio più letto finora in Italia nel 2009 e, come anticipato da Affaritaliani.it, già venduto all'estero in sette Paesi alla Fiera del Libro di Francoforte), annuncia ad Affari: "Il 40% dei proventi del libro andrà in beneficenza, alla fondazione di monsignor Dardozzi (del quale Nuzzi ha consultato lo sterminato archivio, ndr), che si occupa di sostenere le famiglie bisognose che vanno incontro a operazioni chirurgiche complesse".

L'autore di Vaticano Spa poi aggiunge: "Per la prima volta, venerdì scorso (16 ottobre, ndr), il Financial Times ha dedicato pagina 2 a un saggio italiano (Vaticano Spa, ndr). Una bella soddisfazione, che testimonia l'interesse per le inchieste di autori italiani che si è registrato alla Fiera del libro di Francoforte. Sono presuntuoso: il giornalismo d'inchiesta sopravviverà a tutto. Il futuro è la qualità".

La scheda del libro

La rubrica di Gianluigi Nuzzi

L'archivio dei documenti segreti

Il booktrailer

PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI SEGUIRE LA PROCEDURA ED EFFETTUARE IL LOGIN








commenti


(Ansa) - Città del Vaticano, 23 settembre 2009

Con la nomina di Ettore Gotti Tedeschi a nuovo presidente dello Ior, la Santa Sede ha dato «una lezione di vita, specialmente in Italia dove non si dimette nessuno» dimostrando di essere molto determinata «quando scandali o vicende poco chiare mettono interrogativi sulla credibilità delle proprie istituzioni, facendo ordine al proprio interno». È il parere del giornalista Gianluigi Nuzzi autore del libro-inchiesta Vaticano Spa, best-seller da 170 mila copie, in cui ricostruisce gli scandali finanziari che hanno coinvolto la Chiesa nell'era post Marcinkus. Secondo Nuzzi il suo libro, in cui Angelo Caloia sostituito oggi alla presidenza dello Ior da Gotti Tedeschi è uno dei personaggi chiave, «ha accelerato un processo di cambiamento» già nell'aria con la pubblicazione dell'enciclica Caritas in Veritate. «Credo che l'enciclica - spiega - vada letta ad ogni latitudine, anche quella di San Pietro». Si è messo così in atto «un gesto partito dalla segreteria di Stato che rappresenta una lezione di vita soprattutto in Italia dove non si dimette mai nessuno e come dimostra pur nella sua diversità anche il caso Boffo». A Caloia, Nuzzi non attribuisce «nessuna responsabilità soggettiva» per le operazioni poco trasparenti messe in atto dall'ex segretario generale dello Ior mons. Donato de Bonis a partire dai primi anni '90 e gli riconosce di essere stato «un uomo non opaco che ha cercato di fare pulizia». Ricorda infine che Caloia lascia la presidenza dopo venti anni.


commenti


Si raduna la dirigenza dello Ior: pronte le misure per evitare passaggi dubbi di denaro

Fonte: Il Giornale, 11 settembre 2009

Allo Ior prende il via "l'operazione trasparenza". E prevista per la fine della prossima settimana, probabilmente venerdì, la riunione del direttivo dell'Istituto per le Opere di Religione, chiamato a decidere in che modo applicare le indicazioni della commissione cardinalizia che prima dell'estate aveva chiesto di rendere più trasparenti le modalità operative della banca vaticana.

La crisi ha avuto conseguenze consistenti anche sulle finanze della Santa Sede, che hanno sofferto per alcuni importanti investimenti nei gruppi finanziari americani più colpiti dal tracollo. E' necessario un maggiore coordinamento e soprattutto serve una regia unitaria.

Proprio lo Ior, nei mesi scorsi, è stato bersaglio di non poche critiche in seguito alla pubblicazione del libro di Gianluigi Nuzzi "Vaticano Spa", nel quale, grazie all'archivio dello scomparso monsignor Dardozzi, si documentavano operazioni dubbie e passaggi di denaro poco chiari avvenuti anche dopo l'uscita di scena del vescovo Paul Marcinkus e dunque continuati nella prima metà degli anni '90. Già l'attuale presidente della banca vaticana, il "finanziere bianco" Angelo Caloia, ha cercato di rendere più trasparenti le attività dell'Istituto, scontrandosi con l'operato della vecchia guardia dei collaboratori di Marcinkus. Ma ora, su richiesta di molti cardinali e sotto la guida del Segretario di Stato Tarcisio Bertone, si è deciso di accentuare questa tendenza per evitare nel modo più assoluto che casi come quelli descritti nel libro di Nuzzi possano ripetersi.

Tra qualche giorno si ritroverà dunque attorno a un tavolo tutta la dirigenza dello Ior: oltre a Bertone e ai cardinali Jean-Luis Tauran e Odilo Pedro Scherer ci saranno Caloia insieme al vicepresidente del Consiglio di sovrintendenza Virgil Dechant e a Manuel Sotò Serrano, Robert Studer e Ronaldo Hermann Schmitz. Oltre a loro, ci sarà la direzione della banca vaticana, guidata da Paolo Cipriani. Una delle questioni aperte riguarda la successione dello stesso Caloia, il cui mandato scade nel 2011. La scelta del nuovo presidente dello Ior sarà decisiva nell'applicazione dell'"operazione trasparenza".


commenti


Prima di uscire in libreria con “Vaticano Spa” avevo una profonda amarezza. L’archivio di monsignor Renato Dardozzi, infatti, contiene decine, decine di indizi di reato se non addirittura prove evidenti di come si sia tentato di manomettere le inchieste milanesi sulla maxi tangente Enimont, ma nessuna di queste evidenti tracce poteva essere raccolta dai magistrati, approfondita da chi deve far rispettare la legge. La prescrizione, infatti, copre i reati di corruzione e ormai tutto quanto accaduto in quegli anni non è più perseguibile. Mi sbagliavo ad assere amareggiato. Mi sbagliavo per due motivi. Il primo, evidente, è emerso solo qualche giorno fa quando a Roma il sostituto procuratore Luca Tescaroli ha deciso di interrogare Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito, proprio sui segreti svelati in Vaticano Spa, il mio libro…. Tescaroli indaga ancora sulle trame che portarono all’omicidio del banchiere Roberto Calvi, ricordate il crac dell’Ambrosiano…. E quindi considera le rivelazioni di Massimo sui conti che il padre aveva allo Ior un succoso spunto da approfondire…

Il secondo motivo è forse più “filosofico” e magari mi procurerà tra voi delle antipatie… ma, per dirla con una provocazione, io sono a favore della prescrizione. Non sono impazzito, penso solo che l’orologio della prescrizione siano le lancette più precise di un paese giuridicamente avanzato: la pena va inflitta quando ha senso infliggerla, quando cioè assolve a quello scopo rieducativo sancito dalle nostre carte del Diritto. Che senso ha punire qualcuno a vent’anni di distanza? Nessuno, se non coagulare su quella sentenza la rabbia di taluni. Ma non è questo il compito del diritto. Diverso è invece il “far sapere” e “conoscere” consentendo a tutti di esprimere il proprio giudizio. O no?

Calvi: Pm interroga Ciancimino su contatti con Banca Ior
(Ansa) - Palermo, 9 giugno - Il pm di Roma, Luca Tescaroli, ha interrogato per oltre quattro ore il dichiarante Massimo Ciancimino, figlio di Vito, il sindaco mafioso di Palermo, nell'ambito dell'inchiesta sulla morte di Roberto Calvi. La citazione è stata determinata dall'intervista che Ciancimino jr ha fatto nel libro 'Vaticano spa' di Gianluigi Nuzzi, in cui parla dei rapporti fra il padre ed esponenti dello Ior. Si tratta di una nuova inchiesta che Tescaroli sta coordinando sull'omicidio Calvi. Da quanto si apprende, l'indagine punta anche sulla massoneria deviata che avrebbe avuto un ruolo in questo delitto. Massimo Ciancimino avrebbe approfondito rapporti tra suo padre e alcuni prelati e funzionari della banca dello Ior, dove l'ex sindaco aveva alcune cassette di sicurezza e conti correnti intestati a prestanome. E proprio da questi conti, secondo quanto sarebbe stato ricostruito dal dichiarante, sarebbero state dirottate somme di denaro a beneficio di Provenzano e Riina. Il dato era già emerso nell'intervista di Nuzzi e pubblicata sul libro "Vaticano spa". La procura di Roma starebbe ricostruendo i rapporti che Vito Ciancimino aveva con esponenti della massoneria, come Licio Gelli, e con lo stesso Roberto Calvi.

Mafia: Massimo Ciancimino interrogato a Roma
(Adnkronos) - Roma, 9 giugno - Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino, è stato interrogato lunedì pomeriggio dal sostituto procuratore di Roma Luca Tescaroli che indaga sull'omicidio del banchiere dell'Ambrosiano Roberto Calvi. Da quanto apprende l'Adnkronos, la deposizione di Massimo Ciancimino è incentrata sull'intervista pubblicata nel libro "Vaticano SpA" di Gianluigi Nuzzi sui rapporti finanziari che il padre avrebbe intrattenuto allo Ior, l'Istituto opere di religione, la banca del Vaticano.
Per oltre quattro ore Tescaroli avrebbe chiesto a Ciancimino di sviluppare quanto raccontato e sostenuto nel libro, ovvero i presunti rapporti tra Vito Ciancimino, prelati e funzionari dello Ior. Secondo quanto afferma il figlio, Vito Ciancimino aveva intestato a prestanomi conti e cassette di deposito allo Ior per occultare le tangenti che riceveva sugli appalti di Palermo e per mandare una parte delle somme a Toto' Riina e a Bernardo Provenzano. Tescaroli ha cercato di ricostruire anche i rapporti di Vito Ciancimino con personaggi che si ritrovano negli atti dell'inchiesta come Paul Casimir Marcinkus, Licio Gelli e lo stesso Calvi.




Foto di 7 (Miguel Angel)Agli inizi degli anni ’90 per convincere i politici della Prima Repubblica a sancire il divorzio della chimica italiana tra Eni e Montedison, ovvero tra Stato e i Ferruzzi, vengono pagati quasi tutti i partiti e i loro leader.

Contabile dopo contabile, appunto dopo appunto, oggi emerge che i soldi transitati nel caveau dello Ior erano molti di più di quegli 88,9 miliardi individuati dal pool di Mani Pulite nell’estate del 1993. Insomma, la storia andrebbe tutta riscritta visto che nella Santa Sede in quei mesi di manette e timori la linea che prevale è che ai magistrati di Milano bisogna far sapere il meno possibile.

Così in Vaticano si fanno conteggi su conteggi per far collimare le somme conosciute dal Pool della procura di Milano con quanto si può dire e far sapere. Senza “indurre in tentazione” gli investigatori…

PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI ED EFFETTUARE IL LOGIN

Ecco i principali documenti contabili del Fondo San Serafino, ovvero il conto corrente utilizzato dai Ferruzzi per elargire la maxitangente Enimont.
Prima parte
Seconda parte

Quando emerge la maxi tangente Enimont, in Vaticano impazzano i conteggi per decidere cosa e quanto dire ai magistrati.
Prima parte
Seconda parte


Indice dei documenti

Foto di 7 (Miguel Angel) da flickr.com


commenti




La gente vuole sapere. La gente vuole conoscere. A quattro giorni dall’arrivo in libreria, “Vaticano SpA” è già in ristampa. L’occasione è davvero troppo ghiotta: conoscere gli affari finanziari più riservati proprio tramite i documenti della Santa Sede. Una circostanza senza precedenti. Per questo abbiamo deciso con l’editore, settimana dopo settimana, di metterli tutti in rete. Così chiunque, leggendo il libro, può consultarli e farsi un’idea più precisa.

Da oggi trovate tutti gli accrediti, bonifico dopo bonifico, che arrivavano sul conto “Fondazione cardinale Francis Spellman” ovvero il deposito sul quale aveva la firma anche Giulio Andreotti.

PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI ED EFFETTUARE IL LOGIN

Documenti inediti (25 maggio 2009)

Tra le varie entrate sul Conto Spellman spicca l’accredito da 2,4 miliardi del barone siciliano Bruno di Belmonte

Bonifici, assegni, versamenti in contanti: agli inizi degli anni ’90 l’attività finanziaria sul Conto Spellman, “firma autorizzata Giulio Andreotti”, era frenetica

A volte, allegandole alle distinte dei versamenti su carta intestata “Palazzo Montecitorio”, qualcuno dava disposizioni per le operazioni bancarie...


Sul Conto Spellman affluivano anche cospicui bonifici dall’estero da parte di anonimi, tramite conti cifrati

Sul Conto Spellman, “firma autorizzata Giulio Andreotti”, risulta un vorticoso giro di denaro in lire italiane ma anche in franchi e dollari per miliardi, con depositi/ritiri in contanti


Indice dei documenti


commenti


Si apre per la prima volta sul web e nella storia del Vaticano l’archivio di un monsignore. Dalle mura leonine filtrano migliaia e migliaia di documenti sugli affari finanziari dell’Istituto opere di religione, la banca della Santa Sede, l’impenetrabile Ior che ogni anno offre i suoi utili alla gestione diretta del Santo Padre. Lettere, relazioni, bilanci, verbali, note contabili, bonifici, missive tra le più alte autorità d’Oltretevere su come il denaro, “sterco del demonio”, sia talvolta gestito in modo spregiudicato da prelati, presuli e cardinali. Ovvero, oltre 4 mila documenti che costituiscono l’archivio di un testimone privilegiato: monsignor Renato Dardozzi, parmense nato nel 1922, cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e, soprattutto, per vent’anni uno dei pochi, pochissimi consiglieri dei cardinali che si sono succeduti alla Segreteria di Stato, da Agostino Casaroli ad Angelo Sodano. Dardozzi ha voluto che dopo la morte, avvenuta nel 2003, il suo sterminato archivio diventasse pubblico. Così dopo anni di ricerche, è ora in libreria il libro-inchiesta (Vaticano Spa, Chiarelettere, 15 euro) che rilegge dalle carte del Vaticano alcuni passaggi cruciali di quegli anni: le tangenti della Prima Repubblica, i soldi a Bernardo Provenzano e Totò Riina, somme passate dai caveau dello Ior inquietando non solo la Segreteria di Stato, ma anche Giovanni Paolo II, e determinando intrighi e congiure tra stucchi, velluti e soprattutto nei silenzi dei palazzi apostolici.

Dall’Ambrosiano a Enimont, quindi, dai ricatti alle truffe, dalle tangenti alle minacce: per ogni questione Dardozzi raccoglieva documentazione e appunti, li custodiva in apposite cartelline gialle classificate nell’archivio. Si è così costituita un’incredibile memoria storica che ora svela come un ufficio “affari riservati” all’interno del Vaticano, un’unità di crisi, abbia operato per raddrizzare o mettere a tacere le vicende finanziarie più imbarazzanti e tormentate negli anni di Wojtyla, appena sopite le trame dell’arcivescovo Paul Casimir Marcinkus e dell’Ambrosiano di Roberto Calvi.

Dall’archivio Dardozzi emerge che un fiume di denaro, tra contanti e titoli di stato, veniva veicolato in una specie di Ior parallelo, una ragnatela off shore di depositi paravento intestati a fondazioni benefiche inesistenti e dai nomi assai cinici (“fondazione per i bambini poveri”, “Lotta alla leucemia”), una ragnatela costruita in segreto per anni da monsignor Donato De Bonis, ex segretario e successore di Marcinkus, nominato da Casaroli prelato dello Ior. Il sistema viene avviato nel 1987 per assicurare un discreto passaggio del testimone da un Marcinkus, ormai sulla via del tramonto, a chi, proprio come De Bonis, doveva mutuare le esperienze passate con le esigenze più riservate della clientela degli anni ’90. E così lo Ior occulto ha continuato a prosperare per anni sfuggendo anche all’attuale presidente dello Ior, Angelo Caloia, espressione della finanza bianca del nord.

Sono 17 i conti principali sui quali De Bonis “opera sia per formale delega – si legge nel report inviato da Caloia a Wojtyla nell’agosto del 1992 quando la banca parallela inizia ad emergere – sia per prassi inveterata”. Tra l’89 e il ’93 vengono compiute operazioni su questi depositi per oltre 310 miliardi, circa 275,2 milioni di euro di oggi. Ma sono i  movimenti in contanti a sorprendere: secondo una stima prudenziale, superano i 110 miliardi (97,6 milioni di euro di oggi). Bisogna poi aggiungere l’intensissima compravendita di titoli di Stato: in appena un biennio su questi conti riservati transitano tra i 135 e i 200 miliardi di cct. Dai documenti emerge che su uno di questi conti aveva la firma l’ex presidente Giulio Andreotti. Il deposito era intestato alla “Fondazione cardinale Francis Spellman”.
Ecco i primi documenti.
Gianluigi Nuzzi

Seguite la rubrica e avrete accesso a tutti gli altri documenti segreti che man mano pubblicheremo.

PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI ED EFFETTUARE IL LOGIN

Documenti inediti

Chi è monsignor Renato Dardozzi (curriculum, foto e necrologio)

Apertura conto Fondazione Cardinale Francis Spellman

Cartellino Conto Fondazione Spellman con la seconda firma autorizzata cancellata

Cartellino telematico Conto Fondazione Spellman con le due firme autorizzate: De Bonis e Andreotti

Volontà testamentarie di Monsignor Donato De Bonis che hanno come unico beneficiario del conto Spellman Giulio Andreotti

Saldi Conto Fondazione Spellman dal 1987 al 1993

Cardinali & monsignori tra i beneficiari in tutto il mondo del Conto Fondazione Spellman

Tra i beneficiari, anche l’avvocato Ascari, difensore storico di Giulio Andreotti

Preventivi e bonifici per le spese del convegno “Centro di studi ciceroniani” tenuto a New York, addebitate sul Conto Spellman con riferimento “Andreotti”

---------------------

21 maggio, Milano - presentazione di Vaticano SpA

Per conoscere le date delle presentazioni del libro si può consultare l'agenda




Pubblico di seguito i documenti nell'ordine cronologico in cui sono comparsi nella mia rubrica

PER ACCEDERE AL MATERIALE E' NECESSARIO ISCRIVERSI QUI ED EFFETTUARE IL LOGIN







15 maggio 2009

Chi è monsignor Renato Dardozzi (curriculum, foto e necrologio)

Apertura conto Fondazione Cardinale Francis Spellman

Cartellino Conto Fondazione Spellman con la seconda firma autorizzata cancellata

Cartellino telematico Conto Fondazione Spellman con le due firme autorizzate: De Bonis e Andreotti

Volontà testamentarie di Monsignor Donato De Bonis che hanno come unico beneficiario del conto Spellman Giulio Andreotti

Saldi Conto Fondazione Spellman dal 1987 al 1993

Cardinali & monsignori tra i beneficiari in tutto il mondo del Conto Fondazione Spellman

Tra i beneficiari, anche l’avvocato Ascari, difensore storico di Giulio Andreotti

Preventivi e bonifici per le spese del convegno “Centro di studi ciceroniani” tenuto a New York, addebitate sul Conto Spellman con riferimento “Andreotti”

25 maggio 2009

Tra le varie entrate sul Conto Spellman spicca l’accredito da 2,4 miliardi del barone siciliano Bruno di Belmonte

Bonifici, assegni, versamenti in contanti: agli inizi degli anni ’90 l’attività finanziaria sul Conto Spellman, “firma autorizzata Giulio Andreotti”, era frenetica

A volte, allegandole alle distinte dei versamenti su carta intestata “Palazzo Montecitorio”, qualcuno dava disposizioni per le operazioni bancarie...


Sul Conto Spellman affluivano anche cospicui bonifici dall’estero da parte di anonimi, tramite conti cifrati

Sul Conto Spellman, “firma autorizzata Giulio Andreotti”, risulta un vorticoso giro di denaro in lire italiane ma anche in franchi e dollari per miliardi, con depositi/ritiri in contanti

26 giugno 2009

I principali documenti contabili del Fondo San Serafino, ovvero il conto corrente utilizzato dai Ferruzzi per elargire la maxitangente Enimont.
Prima parte
Seconda parte

Quando emerge la maxi tangente Enimont, in Vaticano impazzano i conteggi per decidere cosa e quanto dire ai magistrati.
Prima parte
Seconda parte



sfoglia settembre       

 

VIDEO

Sottoscrivi via email gli aggiornamenti di questo blog

Feed RSS di questo blog  RSS 2.0

CONTATTI
info@chiarelettere.it
Tel. +39.02.00649632
Via Melzi d'Eril 44
20145 Milano


Chiarelettere è promossa da
Pro Libro Service s.r.l. info@prolibroservice.it
e distribuita da Messaggerie



I LIBRI DI CHIARELETTERE

Metastasi
Sangue, soldi e politica tra Nord e Sud.
La nuova 'ndrangheta nella confessione di un pentito
di Gianluigi Nuzzi con Claudio Antonelli
Collana: Principio attivo
Pp 208 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Gaber. L'illogica utopia
Autobiografia per parole e immagini
a cura di Guido Harari
con la collaborazione della Fondazione Giorgio Gaber
Pp 320 - euro 59
La scheda
Vai alla rubrica


Ai confini del mondo
Il viaggio, le inchieste, la vita di un reporter non comune.
Un libro di Giorgio Fornoni.
Un film di Gianandrea Tintori
Collana Dvd+libro
Pp 176, durata film: 60 minuti
euro 18,60 €
La scheda
Vai alla rubrica


La lobby di Dio
Fede, affari e politica. La prima inchiesta su Comunione e Liberazione e la Compagnia delle Opere
di Ferruccio Pinotti
con la collaborazione di Giovanni Viafora
Collana Principio attivo
Pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


1994
L'anno che ha cambiato l'Italia. Dal Caso Moby Prince agli omicidi di Mauro Rostagno e Ilaria Alpi.
Una storia mai raccontata.
di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari
Collana Principio attivo
pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Nel paese dei Moratti
Sarroch-Italia: una storia ordinaria di capitalismo coloniale
di Giorgio Meletti
Collana Principio attivo 
pp. 256 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'Italia in Presadiretta
Viaggio nel paese abbandonato dalla politica
di Riccardo Iacona
Collana Reverse
pp. 192 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Di testa nostra
di Andrea Camilleri e Saverio Lodato
Collana Reverse
pp. 224 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'agenda nera
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza.
Collana Reverse
pp.464 - euro 15
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La colata
di Ferruccio Sansa, Andrea Garibaldi, Antonio Massari,
Marco Preve, Giuseppe Salvaggiulo
Collana: Principio Attivo
Pp. 544 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Intrigo internazionale
di Giovanni Fasanella e Rosario Priore
Collana Principio Attivo
Pagine 208 - euro 14,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica

assaltoalpm
Assalto al Pm
di Luigi de Magistris
Collana Reverse
Pagine 336 - euro 14
La scheda del libro
Vai alla rubrica

dopod il ui il diluvio
Dopo di Lui il diluvio
di Oliviero Beha
Collana Reverse
Pagine 256 - euro 14,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica

senz'anima
Senz'anima
di Massimo Fini
Collana Reverse
Pagine 496 - euro 15
La scheda del libro
Vai alla rubrica

pane e bugie
Pane e bugie
di Dario Bressanini
Collana Reverse
Pagine 320 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Controcanto
di Marco Revelli
Collana Reverse
euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Grazie

di Riccardo Staglianò
Collana Principio Attivo
Pagine 240 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il partito dell'amore
di Mario Portanova
Collana: Reverse
Pagine 256 - euro 12
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Ad personam
di Marco Travaglio
Collana Reverse
Pagine 608 - euro 16,90
La scheda del libro
Vai alla rubrica


I dieci giorni che sconvolgeranno il mondo
di Alain Minc
Traduzione di Valentina Abaterusso
Collana Reverse
Pagine 128 - euro 12
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il patto
di Nicola Biondo e Sigfrido Ranucci
Collana Principio Attivo
Pagine: 338 - euro 16,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La strada di Levi
di Davide Ferrario, Marco Belpoliti, Andrea Cortellessa
Collana DVD + libro
Euro 24
La scheda
Vai alla rubrica


Giorgio Perlasca
di Dalbert Hallenstein e Carlotta Zavattiero
Pagine: 220 - euro 14
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Tourbook - Fabrizio De André 1975/98
di Fondazione Fabrizio De André onlus
a cura di Elena Valdini
Pagine: 484 - euro 59,00
La scheda del libro


Dentro l'Opus Dei
di Emanuela Provera
Collana: reverse
Pagine: 216 - euro 4,00
La scheda del libro


Fuori orario
di Claudio Gatti
Collana: principioattivo
Pagine: 241 - euro 15,00
La scheda del libro


Adesso basta
di Simone Perotti
Collana: reverse
Pagine: 195 - euro 14,00
La scheda del libro


La cura
di Michele Ainis
Collana: reverse
Pagine: 183 - euro 14,00
La scheda del libro


Agenda voglioscendere 2010
dal blog di Corrias, Gomez e Travaglio
a cura di Roberto Corradi
Prezzo: euro 12,90
La scheda


Il regalo di Berlusconi
di Peter Gomez e Antonella Mascali
Collana: principioattivo
Pagine: 339 - 15,00 euro
La scheda del libro


Presunto colpevole
di Luca Steffenoni
Collana: reverse
Pagine: 272 - 14,00 euro
La scheda del libro


Papi
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Collana: reverse
Pagine: 331 - 15,00 euro
La scheda del libro


Un inverno italiano
di Andrea Camilleri e Saverio Lodato
Collana: reverse
Pagine: 336 - euro 14,60
La scheda del libro


Miss Little China
di Riccardo Cremona e Vincenzo De Cecco (DVD)
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò (libro)
Collana: libro+DVD
Pagine: 77 - euro 19,60
La scheda del libro


Processo agli economisti
di Roberto Petrini
Collana: reverse
Pagine: 170 - euro 13,60
La scheda del libro


Vaticano S.p.A.
di Gianluigi Nuzzi
Collana: principioattivo
La scheda del libro
La rubrica dell'autore


Italia Anno Zero
di Beatrice Borromeo, Marco Travaglio e Vauro
Collana: reverse
La scheda del libro


I nuovi mostri
di Oliviero Beha
Collana: reverse
Pagine: 281 - 13,60 euro
La scheda del libro


La morsa
di Loretta Napoleoni
Collana: reverse
Pagine 186 - 13,60 euro
La scheda del libro


L'Anello della Repubblica
di Stefania Limiti
Collana: principioattivo
Pagine 337 - 16 euro
La scheda del libro


Giovani e belli
di Concetto Vecchio
Collana: principioattivo
Pagine 193 - 14 euro
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il Sol dell'Avvenire
di Giovanni Fasanella e Gianfranco Pannone
Pagine: 127
Durata DVD: 77 minuti
Prezzo: euro 19,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica
Il gruppo su facebook


Passione reporter
di Daniele Biacchessi
Prefazione di Ferruccio De Bortoli
Collana: reverse
Pagine: 230 - euro 12,60
La scheda del libro
Il Teatro Narrativo Civile


Lotta civile
di Antonella Mascali
Collana: reverse
Pagine: 305 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Profondo nero
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza
Collana: principioattivo
Pagine: 295 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La questione immorale
di Bruno Tinti
Collana: reverse
Pagine: 205 - euro 13,60
La scheda del libro
Il blog di Bruno Tinti


Io sono il mercato
di Luca Rastello
Collana: reverse
Pagine: 176 - 12,00 euro
La scheda del libro


Un paese di baroni
di Davide Carlucci e Antonio Castaldo
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il suono e l'inchiostro
A cura del Centro Studi Fabrizio De André
Prezzo: euro 15,00
Collana: reverse
La scheda del libro


La Finanziaria siamo noi
di Stefano Lepri
Prezzo: euro 13,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro


Strage continua
di Elena Valdini
Prefazione di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: euro 12,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


ALZA LA TESTA!
di Piero Ricca
con Franz Baraggino, Diego Fabricio, Elia Mariano
Prefazione di Marco Travaglio
Prezzo libro + DVD: euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Un nuovo contratto per tutti
di Tito Boeri e Pietro Garibaldi
Prezzo: euro 10,00
Collana: reverse
La scheda del libro


Evaporati in una nuvola rock
a cura di Guido Harari e Franz Di Cioccio
Prezzo: euro 37,00
La scheda del libro


La paga dei padroni
di Gianni Dragoni e Giorgio Meletti
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Bavaglio
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Introduzione di Pino Corrias
Prezzo: euro 12,00
Collana: principioattivo
La scheda del libro


I cinesi non muoiono mai
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il partito del cemento
di Marco Preve e Ferruccio Sansa
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il ritorno del principe
di Saverio Lodato e Roberto Scarpinato
Prezzo: euro 15,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Non chiamarmi zingaro
di Pino Petruzzelli
Prezzo: euro 12,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'attentato
di Andrea Casalegno
Prezzo: euro 12
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Voglia di cambiare
di Salvatore Giannella
Prezzo: euro 13,40
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Se li conosci li eviti
di Peter Gomez e Maco Travaglio
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Viaggio nel silenzio
di Vania Gaito
Collana: reverse
La scheda del libro
Il blog dell'autrice

Doveva morire
di Ferdinando Imposimato e Sandro Provvisionato
Prezzo: 15,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Nostra eccellenza
di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: 12,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica
La giornata del risparmio energetico

 
Sparlamento. Vita e opere dei politici italiani
di Carmelo Lopapa
Prefazione di Dario Fo e Franca Rame
Prezzo: 14,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



La Repubblica del ricatto

di Sandro Orlando
Prefazione di Furio Colombo
Prezzo: 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica









Mani sporche
di Gianni Barbacetto, Peter Gomez, Marco Travaglio
Prezzo: 19,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica
Ascolta l'incipit
 
 


 



Sante ragioni
Autori: Carla Castellacci, Telmo Pievani
Prezzo: 13,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



A piedi
Autori: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro
Prezzo: euro 13,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



Il giorno in cui la Francia è fallita
Autori: Philippe Jaffré, Philippe Ries
Prefazione di Francesco Giavazzi
La scheda del libro
Vai alla rubrica

Capitalismo di rapina
Autori: Paolo Biondani, Mario Gerevini, Vittorio Malagutti
Collana principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica



Toghe rotte
A cura di Bruno Tinti
Prefazione di Marco Travaglio
La scheda del libro

Vai alla rubrica

Ascolta l'incipit

Il blog dell'autore



Siamo Italiani
A cura di David Bidussa
Collana: reverse
Prezzo: 10 euro
La scheda del libro

Vai alla rubrica



L'Agenda Rossa di Paolo Borsellino
Autori Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza
Prezzo: 12 euro
Prefazione di Marco Travaglio
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il Paese della Vergogna
di Daniele Biacchessi
Prezzo 9,50
Prefazione di Franco Giustolisi
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Italiopoli
di Oliviero Beha
Prezzo: 13,60
Prefazione di Beppe Grillo
La scheda del libro
Il blog dell'autore