.
Annunci online

abbonamento
commenti


  

(ANSA) - L'unico lasciapassare che ha in tasca è un cartoncino plastificato con la scritta 'press', la sigla Unpf (United Nations Peace Forces) e il numero progressivo 11197. Giorgio Fornoni riuscì a farselo rilasciare in Bosnia, mentre infuriavano i combattimenti, convincendo i caschi blu che era l'inviato speciale dell"Apostolo di Marià, la rivista mensile dei missionari monfortani che ha sede a Bergamo. Lo racconta Stefano Lorenzetto nella prefazione a questo libro+dvd, dedicato a viaggi e inchieste di Fornoni, reporter indipendente dal 1995. Scoperto da Milena Gabanelli, dal 2000 collabora con la redazione di Report, per cui ha firmato tra l'altro reportage sui depositi di scorie nucleari in Russia, sullo sfruttamento da parte dell'Occidente delle risorse minerarie africane e del petrolio del Delta del Niger, dove ha intervistato il leader del Mend. Fornoni, che si definisce "un viandante della vita, forse un pellegrino", viaggia alla scoperta "dell'Uomo che soffre". Negli ultimi dieci anni ha "percorso in lungo e in largo la Russia e la Siberia, l'intero continente africano, dalla Repubblica democratica del Congo alla Nigeria, dalla Namibia alla Sierra Leone, dall'Egitto al Sudafrica, dal Malawi all'Angola; l'Asia, dalla Cina all'India, l'Afghanistan, il Pakistan, l'Iran, il Kazakhistan; e poi gli Stati Uniti, il Centro e Sud America, e molto altro ancora". Tanti i momenti di pericolo, come quando il Kgb lo ha preso davanti al centro di ricerca sulle armi biologiche più grande del mondo, negli Urali, accusandolo di essere una spia, o quando è andato a intervistare i capi guerriglia in Africa. Sul momento più scioccante non ha dubbi: lo ha vissuto in Texas, racconta, "quando ho assistito all'esecuzione di un condannato a morte tramite iniezione letale. Ho ancora negli occhi l'ultimo spasmo di quell'uomo. E poi in mezzo ai bombardamenti fra i taliban e Massud, in Afghanistan: grida, spari e terrore. A chi mi chiede 'Come fai a sopportare tanta sofferenza?' rispondo che preferisco affrontarla e trovare momenti di umanità piuttosto che mettere a tacere la coscienza, disinteressandomi di ciò che succede lontano da me". Per Report Fornoni sta pensando a "un'inchiesta sui giornalisti russi uccisi, tra cui Anna Politkovskaja". Intanto sa già dove gli piacerebbe essere sepolto: "in Patagonia, dove in un solo giorno ho visto tutte le stagioni dell'anno, e tempo e spazio viaggiano paralleli, senza mai incontrarsi". (ANSA, 26 novembre 2010)


Ai confini del mondo
Il viaggio, le inchieste, la vita di un reporter non comune.
Un libro di Giorgio Fornoni.
Un film di Gianandrea Tintori
Collana Dvd+libro
Pagine libro: 176,
Durata film: 60 minuti
euro 18,60 €

La scheda
Acquista on line
 





commenti

 
In libreria dal 26 novembre 2010

Ai confini del mondo
Il viaggio, le inchieste, la vita di un reporter non comune.
Un libro di Giorgio Fornoni.
Un film di Gianandrea Tintori
Collana Dvd+libro
Pagine libro: 176,
Durata film: 60 minuti
euro 18,60 €

La scheda
Acquista on line
 

Giorgio Fornoni seguiva i missionari sparsi per il mondo e girava tutto come un professionista consumato. Quando ho visto il suo materiale sono rimasta sbalordita. Aveva fatto in dieci anni quello che un professionista realizza in un’intera carriera. Una vera scoperta.” Milena Gabanelli

Giorgio Fornoni ha viaggiato in tutto il mondo e avuto esperienze incredibili. È tutto fuorché un uomo comune e ordinario.” Valerio Massimo Manfredi

Da quando ho votato la mia vita a restituire dignità ai più deboli, la lunga chioma scapigliata, il pizzetto e il sorriso meraviglioso di Giorgio, con la sua inseparabile videocamera, sono una presenza costante.”Dominique Lapierre

Giorgio Fornoni vive ad Ardesio, piccolo paese in provincia di Bergamo. Scoperto da Milena Gabanelli, dal 2000 collabora con REPORT. È autore di inchieste e reportage dalle prime linee dei conflitti nel mondo. Ha intervistato negli anni il Dalai Lama, Anna Politkovskaja (nel dvd un’intervista inedita realizzata nella sede della “Novaja Gazeta”), George Coyne (gesuita e direttore della Specola Vaticana), Rigoberta Menchú, Shirin Ebadi e altre figure di primo piano della cultura mondiale. Nel film sono raccolti alcuni fra i suoi principali scoop e interviste, insieme al racconto in prima persona di un reporter che per anni ha testimoniato l’ingiustizia e la violenza non per interesse giornalistico ma per documentare la sofferenza dell’uomo e la stupidità di ogni guerra.

IL DVD
Un film di Gianandrea Tintori
Fotografia di Matteo Valle
Musiche di Massimo Gardella

Guarda l'estratto dal film

Ho paura, ma questa è la mia professione. Avere paura è una cosa tua personale. Ciò che conta veramente è dare voce alla gente, raccontare la grande tragedia del nostro paese. Perché la gente muore, ogni giorno si consumano orrori indescrivibili. E avere paura o non averne poco importa. È il rischio di questa professione.” Anna Politkovskaja

"Ai confini del mondo" parte da Ardesio, piccolo paese in provincia di Bergamo, tra le montagne della Val Seriana. Abbiamo incontrato e ascoltato Giorgio Fornoni, un reporter indipendente che negli ultimi trent’anni ha percorso più volte la distanza che separa la Terra dalla Luna. Con un’idea molto particolare di giornalismo: documentare e testimoniare le guerre nel mondo con l’attenzione indirizzata principalmente all’uomo che soffre e non alla geopolitica o ai grandi interessi internazionali.
Molti dei suoi principali reportage sono raccolti nel film. Fornoni ha fatto del giornalismo un modello esistenziale, animato da una profonda ricerca di sé nella sofferenza, nella speranza, nella rinuncia, nella pietà, nelle tante disposizioni cristiane che oggi non potrebbero essere più lontane dall’Occidente. Un giornalismo quasi mistico, con la videocamera puntata sul mondo e l’anima rivolta all’universo.

Contenuti extra:
Interviste inedite: Dalai lama (Dharamsala, 1999); Anna Politkovskaja (Mosca, sede della “Novaja Gazeta”, 2003); George Coyne (astronomo e gesuita, direttore della Specola Vaticana dal 1978 al 2006; Roma, 2009).

Filmati inediti:
La raccolta dell'oppio in Laos.
Fotogallery a cura di Matteo Valle.

Gianandrea Tintori (1972) è filmmaker e montatore cinematografico. Il suo sito è www.gianandreatintori.com


IL LIBRO
Ai confini del mondo. Il viaggio, le inchieste, la vita di un reporter non comune
Prefazione di Dominique Lapierre.
Postfazione di Valerio Massimo Manfredi.

Difficile definire Giorgio Fornoni. È tutto fuorché un uomo comune e ordinario. È abbastanza pazzo da credere che gli ideali possano prendere corpo e si comporta di conseguenza. Per questo, quando seppi che era stato eletto sindaco, immaginai come sarebbe andata a finire. Un piccolo centro sarebbe stato il campo ideale per sperimentare l'elogio della pazzia, per fare da laboratorio a un bellissimo esperimento. E invece gli interessi hanno conciliato contro di lui l'inconciliabile. E allora re Giorgio I è caduto. Viva il re!". Valerio Massimo Manfredi, dalla postfazione

Negli ultimi dieci anni ho percorso in lungo e in largo la Russia e la Siberia; l’intero continente africano; l’Asia, dalla Cina all’India, l’Afghanistan, il Pakistan, l’Iran, il Kazakistan; e poi gli Stati Uniti, il Centro e il Sud America, e molto altro ancora.
I momenti di pericolo sono stati tanti. Per esempio quando il Kgb mi ha preso davanti al centro di ricerca sulle armi biologiche più grande al mondo, negli Urali, accusandomi di essere una spia, o quando sono andato a intervistare i capi guerriglia in Africa.
La situazione più scioccante l’ho vissuta senz’altro in Texas, quando ho assistito all’esecuzione di un condannato a morte tramite iniezione letale. Ho ancora negli occhi l’ultimo spasmo di quell’uomo. E poi, in mezzo ai bombardamenti fra i taliban e Massud, in Afghanistan: grida, spari e terrore.

A chi mi chiede ‘Come fai a sopportare tanta sofferenza?’ rispondo che preferisco affrontarla e trovare momenti di umanità piuttosto che mettere a tacere la coscienza disinteressandomi di ciò che succede lontano da me.”

Giorgio Fornoni è reporter indipendente dal 1975. Scoperto da Milena Gabanelli nel 1999, dal 2000 collabora con la redazione di REPORT. Dal 2009 fino all’ottobre del 2010 si è occupato da vicino, in qualità di sindaco, del piccolo paese in provincia di Bergamo in cui vive da sempre.


Rassegna stampa


Presentazioni con l'autore
Clusone, 26 novembre, ore 21
c/o Sala Legrenzi, Palazzo Marinoni Barca (sede del MAT, Museo Arte e Tempo), via ClaraMaffei 3, Clusone, ore 21.00. Organizzazione a cura di Età Beta. Scarica la locandina.
Varese, 28 novembre, ore 17.45
Partecipa Vittorio Colombo.
C/o Libreria Feltrinelli, C.so A. Moro 3






La performance di Alessandro Bergonzoni in occasione della seconda edizione del Festival del Giornalismo d'Inchiesta "A Chiare Lettere" a Marsala, 21-23 maggio 2010.




Unità d'Italia

Concetti come memoria, eroi, sbarcare, conquista, principi, sacro, esempio, diritti e doveri, Patria, istituzione, libertà, come fanno ad atterrare in noi se per alcuni non stanno né in cielo né in terra? Come fanno ad atterrare se l'aeroporto di certe intelligenze e di certe coscienze (e non si sa se certe) è corto o imballato di eroi del calcio che sfregiano la parola credere, di pubblico che applaude soprattutto ai funerali di stato di un presentatore, di tre starlette che dello sbarcare conoscono solo il lunario e le rispettive isole famose, di intrattenitori che fanno miti della mitezza, di politici e imprenditori che confondono il sacro col propano, combustibile per fare aumentare soprattutto il prodotto interno lordo e il produrre lorde interiorità, trasmissioni che confondono prìncipi con principi, autori e allenatori che usano la parola conquista abbinata alla parola classifica, paparazzi che fanno agguati al senso e all'intelletto, direttori di rotocalchi che pensano che esistere significhi esserci e accoltellano la bellezza a suon di corpi e di paralizzati dalle tempie in sù.

Pensanti che ci studiate, l'unità d’Italia non vuole che vi adeguiate, vuole che pensiate, che vi risvegliate, che non deleghiate, la più bella commemorazione della nostra unità, pensanti, cominci dalla nostra anima culturale, dal nostro oltre, dobbiamo essere l'esempio non cercarne, dobbiamo essere il ritrovato non sperarlo… la speranza è l’ultima a morire ma quello che mi interessa è chi è il primo a rinascere! Nel calendario oltre due finte nude troveremo altre date, altre conquiste, altri giorni, altri quiz, altre cronache, altre storie, altri appuntamenti con la coscienza e le verità, altri morti. La differenza tra i morti di fama e i morti di fame, tra famosi e amati, la differenza tra noti e stimati, tra fermi di mente e infermi di mente, tra fuga di cervelli e corpi che purtroppo restano, la differenza tra essere avvenenti e saper avvenire, tra vivo e vivente, tra stato e stato confusionale, tra morte apparente e vita apparente, tra nazione e nazionale, c'è differenza, tra giusto e aggiustato, tra connivenza pubblica e ricerca interiore, tra unità e impunità, tra animali e anime. Allora, pensanti: smettiamola di piangere sul latte versato, cambiamo mucche! W L'Italia, se desta, se assopita e sedata un po' meno…

 






Il video intervento di Dario Fo trasmesso in occasione dell'incontro di apertura della seconda edizione del Festival di Giornalismo d'Inchiesta di Marsala, 21-23 maggio.








Il sito ufficiale del Festival
Il programma
Il depliant

La locandina


marsala



L'intervista di Simone Pierotti a Oliviero Beha a margine della sua partecipazione all'incontro

ll calcio, le pagine sportive, il racconto di una generazione.
Sui treni di tifosi e sulle gradinate degli stadi intere generazioni hanno sognato, combattuto e scritto una storia del calcio diversa e parallela a quella del campo. Dai tempi dei cappelli lanciati in aria fino agli assalti alle caserme, passando per battaglie che di sportivo hanno ben poco, dalle maglierie artigianali alla ipersponsorizzazione, il calcio e chi lo segue hanno anticipato e raccontato 80 anni di società italiana, e continuano a farlo.

Guarda il video



Oliviero Beha è l'autore di "I nuovi mostri", "Italiopoli" (edizioni Chiarelettere).






commenti


di Stefania Limiti*

"Non c’è pagina, riga, parola in tutto ‘L’espresso’ (ma probabilmente anche in tutto ‘Panorama’, in tutto ‘Il Mondo’, in tutti i quotidiani e settimanali dove non ci siano pagine dedicate alla cronaca) che non riguardi solo ed esclusivamente ciò che avviene ‘dentro il Palazzo’. Solo ciò che avviene ‘dentro il Palazzo’ pare degno di attenzione e interesse: tutto il resto è minutaglia, brulichio, informità, seconda qualità".

Questo illuminante passo è tratto dal memorabile articolo di un intellettuale vero, Pier Paolo Pasolini: uscito in prima pagina sul Corriere della Sera il 1 agosto 1975 cioè tre mesi prima della sua morte violenta con il titolo "Fuori dal Palazzo", è stato opportunamente riproposto da Oliviero Beha nel suo ultimo "I nuovi mostri" (Chiarelettere) che affronta il degrado degli intellettuali italiani (falsi). Il poeta scrive nel 1975 ma, guardando al suo futuro e a ciò che sarebbe stato,  parla anche di oggi, e del nostro paese dove la divaricazione tra ciò che avviene dentro e fuori il Palazzo è un virus galoppante.    

Sentite questa storia: uno stimato professionista milanese, Giovanni Pedroni, dichiara alla principale agenzia di stampa del paese che è stato il medico di un servizio segreto clandestino. Dice di sapere cose indicibili e conferma che un libro, "L’Anello della Repubblica, racconta tutte cose vere. "Attenti, dice, si legge come un romanzo ma non lo è". Ma il professionista-testimone viene praticamente ignorato dai mezzi di informazione.

Eppure, la notizia non manca. L’inchiesta sull’Anello mette insieme testimonianze e prove documentali per ricostruire la vita e gli obiettivi di una struttura di intelligence completamente sconosciuta all’opinione pubblica: come molti altri lavori pubblicati da Chiarelettere è un tentativo di ricongiungere fili e personaggi della nostra storia, di dare spiegazioni a fatti tutt’oggi avvolti dal mistero e di farlo senza evitare di mettere le mani nella sporcizia.

L’oscuramento dell’inchiesta sull’Anello, e di tanti altri lavori ‘sudati’, è frutto del rifiuto del giornalismo di andare fuori dal Palazzo: un virus spesso alimentato dai giornalisti stessi, quelli che, benevolmente, dicono di trovare ‘strani’ alcuni lavori d’inchiesta che non sono in sintonia con la notizia del giorno, con il retroscena piccante ma completamente inessenziale a disvelare e raccontare il Potere.

Intanto, sull’Anello ha chiesto informazioni il parlamento: il Copasir, il comitato di controllo sui servizi di sicurezza, vuole capire di che si tratta e ha programmato alcune audizioni.
Vi terremo aggiornati.

*Autrice de "L'Anello della Repubblica" (Chiarelettere 2009)










Il ruolo di direttore del Corriere della sera è ancor oggi decisivo nel delineare la mappa del potere in Italia, come dimostra e racconta Corrado Stajano nel suo ultimo libro La città degli untori (Garzanti).
Ne hanno parlato in pochi e per questo sentiamo il bisogno di segnalarvelo. Stajano è autore di libri che hanno fatto epoca, espressione di un giornalismo libero, pronto a cercare la verità ovunque, e a denunciare chi mette in pericolo la nostra democrazia. Gli dobbiamo dire grazie per il suo impegno.

In quest’ultimo libro Stajano racconta le energie, i rovesci e le speranze di una città come Milano, in un continuo riannodarsi di eventi e personaggi: dalla peste manzoniana alla strage di piazza Fontana, l’omicidio del magistrato Guido Galli, il Corriere della sera di Mario Borsa degli anni della Liberazione: un baleno di libertà prima della normalizzazione.

Leggere la storia di Giulio Alonzi fa bene e anche molto male. Antifascista, redattore al Corriere, torturato a Villa Triste a Milano, liberato e poi vice direttore con Borsa, è un modello di coraggio: ma chi si ricorda più oggi di Alonzi? Di Borsa?
Entrambi, nel 1946, sono stati costretti ad andarsene. E ora? Il Corriere della Sera è una spia che ci dice dove va questo Paese. Che De Bortoli ritorni in via Solferino è sicuramente un segnale cui aggrapparsi, per continuare a credere in un giornalismo libero.

Lorenzo Fazio




Il giornalismo come vocazione
Il nuovo libro di Daniele Biacchessi

Per non dimenticare

Ilaria Alpi (Roma, 1961 - Mogadiscio, 1994)
Raffaele Ciriello (Venosa, 1959 - Ramallah, 2002)
Maria Grazia Cutuli (Catania, 1962 - Kabul, 2001)
Antonio Russo (Francavilla al Mare, 1960 - Tbilisi, 2000)
Enzo Baldoni (Città di Castello, 1948 - Najaf, 2004)

“Ilaria Alpi e Miran Hrovatin nulla mai hanno saputo…Passarono una settimana di vacanza conclusa tragicamente…”
.
Carlo Taormina, presidente della Commissione d’inchiesta sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, 7 febbraio 2006
 
“Dobbiamo ricordarci che l’informazione è un veicolo diretto all’utente, non un soliloquio da parte del giornalista. Bisogna tenere sempre presente che chi è dall’altra parte deve poter comprendere una realtà in cui non è presente.” 
Antonio Russo, Inviato di Radio Radicale
 
“Ho pianto la morte di Ciriello come fosse quella di un mio collega, ma certo avrei dovuto avere maggiori attenzioni per loro, per i freelance, per i fotografi con un accredito ma senza contratto.Prima. Dopo non serve. Sa di scusa. E questo è vero, maledettamente vero.”
Ferruccio de Bortoli, direttore de “Il Sole24Ore”
 
“Tu vuoi sapere come fosse Maria Grazia Cutuli in quelle giornate di novembre. Potrei dirti che era felice perché stava facendo la cosa che amava di più: il mestiere di giornalista.”

Alberto Negri, inviato de “Il Sole24Ore” in Afghanistan.

Passione reporter
di Daniele Biacchessi
Prefazione di Ferruccio De Bortoli
Chiarelettere editore
Collana: reverse
Pagine 230 - euro 12,60
In libreria dal 19 marzo
La rassegna
Acquista il libro

Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore, è anche autore, regista e interprete di teatro narrativo civile. Dal 2004 porta i suoi spettacoli in tutta Italia, per mantenere viva la memoria delle tante vittime innocenti spesso dimenticate o letteralmente rimosse da chi fa informazione. E da chi amministra la giustizia. È vicecaporedattore di Radio24-Il Sole24Ore, dove ha condotto Giallo e Nero, trasmissione dedicata ai misteri d’Italia. Dal 1975 ha lavorato e collaborato con numerose testate, tra cui Radio Popolare, Radio Lombardia, Telemilano 2, Rete A, Antenna3, «l’Unità», «L’Europeo», «Il Mucchio Selvaggio». È stato direttore della sede milanese, inviato e cronista parlamentare di Italia Radio dal 1988 al 1999. Ha pubblicato numerosi libri d’inchiesta. Ricordiamo La fabbrica dei profumi (1995), sul disastro ambientale di Seveso, Fausto e Iaio (1996), Roberto Franceschi: processo di polizia (2004), Walter Tobagi. Morte di un giornalista (2005), Una stella a cinque punte. I poliziotti delle inchieste D’Antona e Biagi (2007) tutti pubblicati da Baldini Castoldi Dalai. E ancora Un attimo… vent’anni (Pendragon 2001), storia dell’Associazione dei familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna, Il delitto D’Antona (2001) e L’ultima bicicletta. Il delitto Biagi (2003), pubblicati dall’editore Mursia.
Per Chiarelettere ha pubblicato Il Paese della vergogna (2007).

Presentazioni
Roma, 24 Marzo - ore 17.30 - la Feltrinelli, via V.E. Orlando 78/81
Daniele Biacchessi presenta Passione reporter
Intervengono: Luciana Alpi, Alberto Negri

Milano, 31 Marzo - ore 18.00 - la Feltrinelli, Piazza Piemonte 2
Daniele Biacchessi presenta Passione reporter
Intervengono: Ugo Tramballi, Luciano Scalettari


sfoglia ottobre        dicembre

 

VIDEO

Sottoscrivi via email gli aggiornamenti di questo blog

Feed RSS di questo blog  RSS 2.0

CONTATTI
info@chiarelettere.it
Tel. +39.02.00649632
Via Melzi d'Eril 44
20145 Milano


Chiarelettere è promossa da
Pro Libro Service s.r.l. info@prolibroservice.it
e distribuita da Messaggerie



I LIBRI DI CHIARELETTERE

Metastasi
Sangue, soldi e politica tra Nord e Sud.
La nuova 'ndrangheta nella confessione di un pentito
di Gianluigi Nuzzi con Claudio Antonelli
Collana: Principio attivo
Pp 208 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Gaber. L'illogica utopia
Autobiografia per parole e immagini
a cura di Guido Harari
con la collaborazione della Fondazione Giorgio Gaber
Pp 320 - euro 59
La scheda
Vai alla rubrica


Ai confini del mondo
Il viaggio, le inchieste, la vita di un reporter non comune.
Un libro di Giorgio Fornoni.
Un film di Gianandrea Tintori
Collana Dvd+libro
Pp 176, durata film: 60 minuti
euro 18,60 €
La scheda
Vai alla rubrica


La lobby di Dio
Fede, affari e politica. La prima inchiesta su Comunione e Liberazione e la Compagnia delle Opere
di Ferruccio Pinotti
con la collaborazione di Giovanni Viafora
Collana Principio attivo
Pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


1994
L'anno che ha cambiato l'Italia. Dal Caso Moby Prince agli omicidi di Mauro Rostagno e Ilaria Alpi.
Una storia mai raccontata.
di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari
Collana Principio attivo
pp. 480 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Nel paese dei Moratti
Sarroch-Italia: una storia ordinaria di capitalismo coloniale
di Giorgio Meletti
Collana Principio attivo 
pp. 256 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'Italia in Presadiretta
Viaggio nel paese abbandonato dalla politica
di Riccardo Iacona
Collana Reverse
pp. 192 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Di testa nostra
di Andrea Camilleri e Saverio Lodato
Collana Reverse
pp. 224 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'agenda nera
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza.
Collana Reverse
pp.464 - euro 15
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La colata
di Ferruccio Sansa, Andrea Garibaldi, Antonio Massari,
Marco Preve, Giuseppe Salvaggiulo
Collana: Principio Attivo
Pp. 544 - euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Intrigo internazionale
di Giovanni Fasanella e Rosario Priore
Collana Principio Attivo
Pagine 208 - euro 14,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica

assaltoalpm
Assalto al Pm
di Luigi de Magistris
Collana Reverse
Pagine 336 - euro 14
La scheda del libro
Vai alla rubrica

dopod il ui il diluvio
Dopo di Lui il diluvio
di Oliviero Beha
Collana Reverse
Pagine 256 - euro 14,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica

senz'anima
Senz'anima
di Massimo Fini
Collana Reverse
Pagine 496 - euro 15
La scheda del libro
Vai alla rubrica

pane e bugie
Pane e bugie
di Dario Bressanini
Collana Reverse
Pagine 320 - euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Controcanto
di Marco Revelli
Collana Reverse
euro 13,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Grazie

di Riccardo Staglianò
Collana Principio Attivo
Pagine 240 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il partito dell'amore
di Mario Portanova
Collana: Reverse
Pagine 256 - euro 12
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Ad personam
di Marco Travaglio
Collana Reverse
Pagine 608 - euro 16,90
La scheda del libro
Vai alla rubrica


I dieci giorni che sconvolgeranno il mondo
di Alain Minc
Traduzione di Valentina Abaterusso
Collana Reverse
Pagine 128 - euro 12
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il patto
di Nicola Biondo e Sigfrido Ranucci
Collana Principio Attivo
Pagine: 338 - euro 16,00
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La strada di Levi
di Davide Ferrario, Marco Belpoliti, Andrea Cortellessa
Collana DVD + libro
Euro 24
La scheda
Vai alla rubrica


Giorgio Perlasca
di Dalbert Hallenstein e Carlotta Zavattiero
Pagine: 220 - euro 14
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Tourbook - Fabrizio De André 1975/98
di Fondazione Fabrizio De André onlus
a cura di Elena Valdini
Pagine: 484 - euro 59,00
La scheda del libro


Dentro l'Opus Dei
di Emanuela Provera
Collana: reverse
Pagine: 216 - euro 4,00
La scheda del libro


Fuori orario
di Claudio Gatti
Collana: principioattivo
Pagine: 241 - euro 15,00
La scheda del libro


Adesso basta
di Simone Perotti
Collana: reverse
Pagine: 195 - euro 14,00
La scheda del libro


La cura
di Michele Ainis
Collana: reverse
Pagine: 183 - euro 14,00
La scheda del libro


Agenda voglioscendere 2010
dal blog di Corrias, Gomez e Travaglio
a cura di Roberto Corradi
Prezzo: euro 12,90
La scheda


Il regalo di Berlusconi
di Peter Gomez e Antonella Mascali
Collana: principioattivo
Pagine: 339 - 15,00 euro
La scheda del libro


Presunto colpevole
di Luca Steffenoni
Collana: reverse
Pagine: 272 - 14,00 euro
La scheda del libro


Papi
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Collana: reverse
Pagine: 331 - 15,00 euro
La scheda del libro


Un inverno italiano
di Andrea Camilleri e Saverio Lodato
Collana: reverse
Pagine: 336 - euro 14,60
La scheda del libro


Miss Little China
di Riccardo Cremona e Vincenzo De Cecco (DVD)
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò (libro)
Collana: libro+DVD
Pagine: 77 - euro 19,60
La scheda del libro


Processo agli economisti
di Roberto Petrini
Collana: reverse
Pagine: 170 - euro 13,60
La scheda del libro


Vaticano S.p.A.
di Gianluigi Nuzzi
Collana: principioattivo
La scheda del libro
La rubrica dell'autore


Italia Anno Zero
di Beatrice Borromeo, Marco Travaglio e Vauro
Collana: reverse
La scheda del libro


I nuovi mostri
di Oliviero Beha
Collana: reverse
Pagine: 281 - 13,60 euro
La scheda del libro


La morsa
di Loretta Napoleoni
Collana: reverse
Pagine 186 - 13,60 euro
La scheda del libro


L'Anello della Repubblica
di Stefania Limiti
Collana: principioattivo
Pagine 337 - 16 euro
La scheda del libro


Giovani e belli
di Concetto Vecchio
Collana: principioattivo
Pagine 193 - 14 euro
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il Sol dell'Avvenire
di Giovanni Fasanella e Gianfranco Pannone
Pagine: 127
Durata DVD: 77 minuti
Prezzo: euro 19,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica
Il gruppo su facebook


Passione reporter
di Daniele Biacchessi
Prefazione di Ferruccio De Bortoli
Collana: reverse
Pagine: 230 - euro 12,60
La scheda del libro
Il Teatro Narrativo Civile


Lotta civile
di Antonella Mascali
Collana: reverse
Pagine: 305 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Profondo nero
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza
Collana: principioattivo
Pagine: 295 - euro 14,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


La questione immorale
di Bruno Tinti
Collana: reverse
Pagine: 205 - euro 13,60
La scheda del libro
Il blog di Bruno Tinti


Io sono il mercato
di Luca Rastello
Collana: reverse
Pagine: 176 - 12,00 euro
La scheda del libro


Un paese di baroni
di Davide Carlucci e Antonio Castaldo
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il suono e l'inchiostro
A cura del Centro Studi Fabrizio De André
Prezzo: euro 15,00
Collana: reverse
La scheda del libro


La Finanziaria siamo noi
di Stefano Lepri
Prezzo: euro 13,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro


Strage continua
di Elena Valdini
Prefazione di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: euro 12,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


ALZA LA TESTA!
di Piero Ricca
con Franz Baraggino, Diego Fabricio, Elia Mariano
Prefazione di Marco Travaglio
Prezzo libro + DVD: euro 16,60
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Un nuovo contratto per tutti
di Tito Boeri e Pietro Garibaldi
Prezzo: euro 10,00
Collana: reverse
La scheda del libro


Evaporati in una nuvola rock
a cura di Guido Harari e Franz Di Cioccio
Prezzo: euro 37,00
La scheda del libro


La paga dei padroni
di Gianni Dragoni e Giorgio Meletti
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Bavaglio
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Introduzione di Pino Corrias
Prezzo: euro 12,00
Collana: principioattivo
La scheda del libro


I cinesi non muoiono mai
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il partito del cemento
di Marco Preve e Ferruccio Sansa
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il ritorno del principe
di Saverio Lodato e Roberto Scarpinato
Prezzo: euro 15,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Non chiamarmi zingaro
di Pino Petruzzelli
Prezzo: euro 12,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


L'attentato
di Andrea Casalegno
Prezzo: euro 12
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Voglia di cambiare
di Salvatore Giannella
Prezzo: euro 13,40
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Se li conosci li eviti
di Peter Gomez e Maco Travaglio
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Viaggio nel silenzio
di Vania Gaito
Collana: reverse
La scheda del libro
Il blog dell'autrice

Doveva morire
di Ferdinando Imposimato e Sandro Provvisionato
Prezzo: 15,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Nostra eccellenza
di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: 12,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica
La giornata del risparmio energetico

 
Sparlamento. Vita e opere dei politici italiani
di Carmelo Lopapa
Prefazione di Dario Fo e Franca Rame
Prezzo: 14,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



La Repubblica del ricatto

di Sandro Orlando
Prefazione di Furio Colombo
Prezzo: 14,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica









Mani sporche
di Gianni Barbacetto, Peter Gomez, Marco Travaglio
Prezzo: 19,60
Collana: principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica
Ascolta l'incipit
 
 


 



Sante ragioni
Autori: Carla Castellacci, Telmo Pievani
Prezzo: 13,60
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



A piedi
Autori: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro
Prezzo: euro 13,00
Collana: reverse
La scheda del libro
Vai alla rubrica



Il giorno in cui la Francia è fallita
Autori: Philippe Jaffré, Philippe Ries
Prefazione di Francesco Giavazzi
La scheda del libro
Vai alla rubrica

Capitalismo di rapina
Autori: Paolo Biondani, Mario Gerevini, Vittorio Malagutti
Collana principioattivo
La scheda del libro
Vai alla rubrica



Toghe rotte
A cura di Bruno Tinti
Prefazione di Marco Travaglio
La scheda del libro

Vai alla rubrica

Ascolta l'incipit

Il blog dell'autore



Siamo Italiani
A cura di David Bidussa
Collana: reverse
Prezzo: 10 euro
La scheda del libro

Vai alla rubrica



L'Agenda Rossa di Paolo Borsellino
Autori Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza
Prezzo: 12 euro
Prefazione di Marco Travaglio
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Il Paese della Vergogna
di Daniele Biacchessi
Prezzo 9,50
Prefazione di Franco Giustolisi
La scheda del libro
Vai alla rubrica


Italiopoli
di Oliviero Beha
Prezzo: 13,60
Prefazione di Beppe Grillo
La scheda del libro
Il blog dell'autore